A cosa servono le bustine di silice?

Le troviamo ovunque: nelle borse, nelle scatole delle scarpe e a volte anche nelle tasche di cappotti e giubbini. Sono le bustine di gel di silice (silica gel) che siamo stati tentati almeno una volta di aprire per vedere cosa contengono ma che nella maggior parte dei casi buttiamo nella spazzatura non sapendo bene a cosa servono.

Queste bustine, generalmente di forma quadrata e grandi pochi centimetri, contengono al loro interno delle piccole sfere trasparenti di gel di silice che ha la funzione di proteggere i prodotti (sia tecnologici che manifatturieri) dall’umidità avendo una funzione essiccante.

Le bustine di gel di silice o vengono dimenticate negli scatoli o nelle borse (raramente vengono lasciate intenzionalmente per continuare a sfruttarne le proprietà) o quasi sempre vengono gettate ma in realtà sono almeno quattro le situazioni in cui possono essere riutilizzate, rivelandosi utilissime per alcuni problemi quotidiani.


Manutenzione dell’argenteria

L’argento con il tempo tende naturalmente a scurire a causa dell’ossidazione ma grazie alle bustine di silicio è possibile evitare che l’argenteria diventi scusa e sporca, basta infatti riporre le bustine nei cassetti e nei luoghi dove è conservato l’argento.

Via i cattivi odori

Le bustine di silicio si trovano nelle scatole delle scarpe e l’azione del gel di silice nei confronti delle calzature non è relativo solo al controllo dell’umidità! Inserendo le bustine direttamente nelle scarpe è possibile eliminare il cattivo odore che sarà come assorbito dalle microsfere di silice.

 Salvare lo smartphone bagnato

Sempre più dipendenti dallo smartphone e da altri dispositivi simili (tablet o lettore mp3) finiamo con portarlo sempre con noi anche in situazioni pericolose per contatti e batteria, ovvero in presenza di acqua. Se a causa di un incidente (per sfortuna o distrazione) lo smartphone è caduto in acqua e ha fatto un bel bagno le bustine di gel di silice possono aiutare a salvare il cellulare ed evitare l’assistenza.

Come prima cosa bisogna togliere la sim e la batteria (se possibile) dello smartphone e riporre tutti i componenti in un sacchetto chiuso, al cui interno sono state inserite le bustine di silica gel che vanno a deumidificare l’ambiente all’interno del sacchetto, assorbendo l’umidità e asciugando le componenti dello smartphone che nel giro di 48 ore dovrebbe tornare a funzionare.

Conservare riviste e libri

La carta e l’umidità non vanno d’accordo e così riviste, libri  e documenti possono facilmente rovinarsi con il passare del tempo, ancor di più se conservati in soffitte e cantine umide. Per proteggere ricordi e documenti cartacei si possono sfruttare le proprietà delle bustine di gel di silice da posizionare dove sono riposti libri e riviste.

 

Condividi con un amico