L’angelica: pianta straordinaria contro inappetenza e ansia!

angelica

L’angelica – il cui nome scientifico è angelica archangelica e deriva dall’Arcangelo Raffaele – è una pianta appartenente alla famiglia delle ombrellifere, originaria delle zone boschive del Nord America.

Di questa pianta se ne utilizzano i frutti e le radici, raccolti quando l’albero ha all’incirca 2 anni. Il fiore è bianco, ramificato a forma di corona ed è molto comune trovarlo anche in italia, ma consigliamo sempre di acquistarlo in erboristeria!

Proprietà dell’angelica

L’Angelica è molto ricca di sostanze dalle proprietà benefiche, come gli oli essenziali, i flavonoidi, i fitosteroli e i derivati dell’acido caffeico. Il suo utilizzo nella fitoterapia e nella medicina erboristica è davvero molto antico e ricco di sfaccettature.

Sembra che gia Dioscoride, nel I secolo a.C la consigliasse contro il raffreddore. Nella medicina popolare la tintura di angelica è utilizzata come digestivo a fine pasto e in passato si pensava che fosse un ottimo rimedio persino per curare la depressione e l’anoressia.

In ogni caso,sono molti i benefici scientificamente provati che possono derivare dall’utilizzo di questo rimedio erboristico.

Rimedi naturali con Angelica

Questa pianta officinale è dotata di diverse proprietà che agiscono sulla nostra salute: ha azione carminativa, digestiva, spasmolitica, colagoga, eupeptica, procinetica e amaricante. Il tutto si traduce in una serie di benefici molto importanti. In particolar modo, l’angelica:

  • favorisce la digestione, aumentando i processi digestivi e riducendo al produzione di gas intestinali: è per questo utile per i disturbi dispeptici come gonfiore addominale, senso di pienezza e flatulenza. Anche l’olio di menta ha proprietà digestive!
  • stimola la secrezione di succhi gastrici e la produzione della bile, favorendo il transito intestinale.
  • se assunta almeno 15-30 minuti prima dei pasti agisce sull’appetito, migliorandolo e lavorando contro il senso di inappetenza.
  • è molto efficace contro il dolore mestruale e il mal di testa.
  • è utile contro il raffreddore, perché grazie alla sua azione corroborante scioglie il catarro e ne facilita la naturale eliminazione.
  • grazie ad alcuni elementi contenuti all’interno della pianta – una miscela di cumarine – l’angelica è anche un buon ansiolitico naturale. Sapevi che l’olio di geranio è anch’esso un valido rimedio contro l’ansia?

Come assumere l’angelica?

L’angelica si può assumere sia per uso esterno o topico sotto forma di olio oppure per uso interno sotto forma di infuso.

L’infuso può essere facilmente realizzato versando 1 cucchiaio di radice di angelica in una tazza di acqua bollente, facendo bollire l’acqua ancora qualche minuto e lasciando il tutto in infusione per circa 10 minuti. Una volta filtrato, l’infuso può essere assunto al momento del bisogno per curare ad esempio il mal di testa o i dolori derivanti dal ciclo mestruale, oppure dopo i pasti per aumentare i processi digestivi.

Può essere realizzato anche un olio per massaggi utile per dolori muscolari, nevralgie e reumatismi mixando 10 gocce di olio essenziale di angelica con 250 ml di olio di mandorle dolci.

Controindicazioni e avvertenze

Si sconsiglia assolutamente l’utilizzo dell’angelica in gravidanza o durante l’allattamento, perché ha effetti abortivi e aumenta il flusso mestruale.

L’assunzione dell’angelica può causare effetti collaterali a chi è allergico o intollerante, quindi prima di tutto consultare il proprio medico.

Inoltre ha una reazione all’esposizione ai raggi solari e ai raggi UV: l’angelica, infatti, contiene delle sostanze che potrebbero provocare eritemi o irritazioni, perciò è sconsigliato il suo utilizzo e il trattamento con questa sostanza se si ha intenzione di esporsi alla luce solare o ai raggi ultravioletti.

Giorgia Greco
Frequento la facoltà di Economia Aziendale all'università degli studi del Sannio di Benevento, la mia grande passione è scrivere e sono da sempre interessata a tutto ciò che riguarda il benessere, la bellezza e la cosmetica.