L’artiglio del diavolo, i benefici di questa strana pianta

artiglio del diavolo

Artiglio del Diavolo è il nome popolare dell’Arpagofito, una pianta Africana dalla forma molto particolare. Il nome deriva dai frutti, i quali presentano degli uncini ai quattro lati molto tesi e pericolosi per gli animali.

Le bestioline che ‘incappano’ nell’artiglio del diavolo possono infatti subire serie ferite e a causa del dolore che avvertono.

Al di là del nome e della forma molto speciali, l’artiglio del diavolo è una pianta curativa impiegata da millenni nel trattamento dei sintomi dolorosi muscolari e nelle infiammazioni legate ai dolori di natura ossea e reumatica.

La medicina tradizionale africana impiega questa pianta per curare sia le infiammazioni muscolari sia per sedare alterazioni dell’organismo come la febbre. La causa dell’effetto antipiretico e sfiammante dell’artiglio del diavolo deve essere ricercata sulla sua composizione molto particolare, dove spicca l’unione di tre glicosidi sicuramente speciali e rari da incontrare in una tale concentrazione nello stesso vegetale.

Benefici dell’artiglio del diavolo

Gli estratti di artiglio del diavolo vengono impiegati nella preparazione di pomate, unguenti e preparati in pasticche destinati a sedare in modo naturale le manifestazioni dolorose legate alle tensioni muscolari, alle contratture e ai reumatismi.

La sua funzione si allarga alla cura dei dolori cervicali e l’artiglio del diavolo viene impiegato anche nella cura dell’artrite. La medicina moderna impiega nella cura di queste patologie i cosiddetti FANS, dei medicinali che apportano un immediato senso di sollievo ma che contengono ingredienti decisamente pericolosi per lo stomaco e per l’apparato digestivo.

Nelle situazioni croniche, quali artrite o reumatismi dovuti all’età o all’ambiente lavorativo, la cura con FANS potrebbe minare seriamente la salute del paziente, nonché donare un benessere effimero e temporaneo.

Chi sceglie di approcciarsi in modo olistico alla cura della malattia deve quindi considerare le cause dell’insorgenza dei dolori muscolari e ossei e può affidarsi con fiducia ad un trattamento a base di artiglio del diavolo.

Come ogni rimedio naturale, anche questa pianta non offre una guarigione immediata, ma se usata con costanza può aiutare a risolvere il problema in modo efficace: per le controindicazioni è sempre fondamentale chiedere consulto al proprio medico.

In commercio è possibile incontrare il prodotto in polvere, ma anche in formulazioni più comode da assumere come pasticche, capsule, pomate per uso topico e soluzioni di unguenti dedicate alle frizioni.