I frutti di bosco antiossidanti e vitaminici

2.404 views

Mirtilli, more, ribes,  lamponi e fragoline sono i più famosi “frutti di bosco”: tipici della stagione estiva questi piccoli frutti sono colorati, profumati, ricchi di sapore ma anche di vitamine e antiossidanti che li rendono un alimento prezioso per il benessere del corpo, ma anche per la bellezza della pelle.

I frutti di bosco si trovano ormai tutto l’anno, spesso surgelati, ma è nei mesi estivi che si possono trovare freschi e l’ideale è coglierli (sapendoli riconoscere) durante una rilassante e salutare passeggiata in montagna. Questi frutti sono molto versatili in cucina, infatti oltre che mangiati appena colti (uno tira l’altro) si utilizzano molto in pasticceria per decorare crostate, farcire dolci, preparare gelati e sorbetti, marmellate o salse di accompagnamento sia per dolci che per piatti a base di carne; sempre nell’ambito del salato (essendo aciduli) possono essere usati per bilanciare il sapore di alcune preparazioni o per dei primi piatti come il famoso risotto con fragoline.

Essendo ricchi di vitamine e polifenoli con azione antiossidante i frutti di bosco trovano infine impiego per la preparazione di creme e prodotti di bellezza

Mirtilli

I mirtilli possono essere rossi o neri (colore nero-bluastro) e si presentano come delle piccole bacche che regalano però grandi benefici soprattutto alla circolazione, in particolare di vene e capillari che influenzano e determinano la sensazione di pesantezza e il gonfiore della gambe. I mirtilli sono ricchi di antociani che tengono sotto controllo la pressione, agiscono contro l’agglomerarsi delle piastrine e proteggono l’intero apparato cardiovascolare.

I mirtilli non solo rinforzano i capillari di gambe e viso ma, ricchi di vitamina A e C proteggono dalla stanchezza oculare, con la vitamina E favoriscono la rigenerazione cellulare e rappresentano un valido aiuto contro raffreddore e sintomi influenzali e, soprattutto quelli rossi, hanno anche una funzione antibiotica e sono utili soprattutto in caso di infezioni alle vie urinarie (cistite).

Lamponi

I lamponi si trovano generalmente ad agosto tra alti arbusti ai margini dei boschi o nelle radure e sono caratterizzati da un colore rosso vivo, non opaco e dalla consistenza soda ma leggermente elastica. I lamponi sono definiti anche l’oro rosso e sono ricchi di ferro, fosforo e potassio e di vitamine, in particolare del gruppo A e C per cui sono utili in caso di infiammazioni articolari ma anche per regolare il ciclo mestruale; inoltre hanno un effetto diuretico e sono un frutto indicato in caso di diabete perchè contrastano i picchi glicemici.

Come tutti gli altri frutti di bosco anche i lamponi sono utilizzati per preparare creme e prodotti di bellezza naturali con azione emolliente e idratante; un uso meno conosciuto dei lamponi è in ambito farmaceutico: questi frutti sono utilizzati per mascherare il sapore poco gradevole dei farmaci.

More

Le more, sia rosse che nere, sono un tipico frutto delle campagne e dei boschi (a volte si trovano anche ai cigli delle strade) che crescono spontaneamente in rovi bassi e spinosi. La principale azione delle more è antiossidante ma questi frutti, come gli altri di bosco, sono ricchi di una serie di elementi benefici: vitamine C ed E, fibra, potassio ed acidi organici che conferiscono un’azione antinfiammatoria (soprattutto alle articolazioni), antidolorifica in caso di reumatismi e di regolazione del ciclo mestruale. Le more sono un frutto molto delicato e difficile da conservare, per cui vanno mangiate appena colte, a meno di non voler lasciare fermentare il succo per creare (così come con il mosto d’uva) una bevanda leggermente alcolica.

Ribes

I ribes sono tra i frutti di bosco più piccoli: dei delicati grappoli simili all’uva (ma in miniatura) con tanti acini bianchi, nero-blu o rossi che sono i più diffusi; si trovano generalmente in boschi di larici ma anche in zone sassose. Dal sapore dolce e acidulo i ribes contengono zuccheri, vitamine A e C e potassio, quest’ultimo molto utile in caso di affaticamento muscolare, per alleviare i crampi e, in generale, per aiutare i muscoli ad essere più scattanti.

Fragoline di bosco

Parenti più “selvagge” delle comuni fragole da orto, le fragoline sono tra i frutti più prelibati che il bosco propone, un vero concentrato di profumo e di sapore in un frutto così piccolo e delicato che facilmente può appassire e afflosciarsi. Ricche di vitamina C, iodio, ferro, calcio e fosforo sono impiegate per combattere alcune infiammazioni (ad esempio del cavo orale) ma oltre ai frutti sono molto utili anche le foglie della pianta che, ricche di oli essenziali, sono utilizzate per prepare infusi diuretici o per alleviare i disturbi gastro-intestinali. Così come le fragole, anche le fragoline contengono salicilati, responsabili di eventuali reazioni allergiche.