Caffeina, provoca l’insonnia ma stimola la memoria

3.394 views

Caffeina, gioie e dolori. È vero che provoca insonnia, ma è altrettanto vero che consumandola – a dosi moderate – la memoria ne trae vantaggio. Una ricerca pubblicata su Nature Neuroscience afferma, infatti, che questa sostanza, contenuta in caffè, the e alcune bibite analcoliche, ha un effetto positivo sulla memoria a lungo termine.

La scoperta è da attribuire al gruppo di ricerca di Michael Yassa, docente di Scienze Psicologiche e del Cervello alla Johns Hopkins University di Baltimora (Stati Uniti), che ha tenuto sotto osservazione 150 individui partecipanti al suo test. Tutti loro hanno assunto una compressa contenente caffeina oppure un placebo e il giorno dopo sono stati sottoposti al test di memoria.

Il team ha così dimostrato che l’assunzione di caffeina migliora la capacità di ricordare immagini e situazioni lontane nel tempo, ovvero favorisce la memoria a lungo termine.

In realtà, spiega Yassa, erano note già da tempo le proprietà della caffeina di aumentare le capacità cognitive, ma gli effetti “sul rafforzamento dei ricordi e la capacità di renderli resistenti all’oblio non è mai stata analizzata dettagliatamente nell’uomo“.

Un altro studio, riportato sul Medical News today, spiega come le bevande contenenti caffeina riducano il rischio di malattie epatiche, un altro addirittura mette in evidenzia una riduzione del rischio di suicidio. Inoltre, la caffeina favorirebbe la digestione – poiché agisce sulla secrezione gastrica e biliare – e aiuterebbe a dimagrire, poiché la caffeina stimola l’utilizzo dei grassi a scopo energetico. Ha anche un effetto “anoressizzante” perché il caffè assunto in dosi massicce – meglio non provare! – diminuisce il senso di fame.

In ogni caso, ahimè, la caffeina ha anche effetti collaterali indesiderati, come un maggior rischio di insonnia e problemi cardiaci. È sconsigliato nel caso si soffra di ulcera, gastrite o reflusso gastroesofageo (per via dell’acidità dei succhi gastrici dello stomaco) e l’effetto che favorisce il dimagrimento è annullato del tutto se il caffè viene consumato con zucchero o latte.

Insomma, meglio evitare di abusare del caffè, soprattutto durante una gravidanza, in quanto alte dosi di caffeina possono risultare dannose per la salute del feto.