6 trucchetti per gestire i capelli elettrici

240 views
capelli elettrici

Che fastidio l’elettricità statica nei capelli! Chi non ha dovuto affrontarla almeno una volta? Quando ne è colpita, la chioma diventa ingestibile e i capelli iniziano ad andare ognuno per conto loro, creando un effetto non molto bello da vedere.

Ciò avviene nel momento in cui i capelli si caricano elettricamente in seguito a numerosi fattori, purtroppo non sempre prevedibili. I famosi capelli elettrostatici!

Cercare di sistemare una chioma fuori controllo a causa dell’elettricità statica può risultare molto frustrante, poiché spazzolarsi e pettinarsi spesso può peggiorare le cose.

Se vi siete mai chiesti come liberarvi dei capelli elettrici, che magari sembrano anche sfibrati, allora questo è l’articolo giusto per voi.

Continuate a leggere per scoprire quali sono i migliori trucchetti casalinghi per dire addio all’elettricità statica nei capelli e riportarli sotto controllo.

Cause dei capelli elettrizzati?

Quando due oggetti con diverse cariche elettriche si sfregano l’uno contro l’altro, i loro ioni si trasferiscono, inducendoli ad assumere una carica positiva o negativa.

In seguito a questo principio, se i capelli diventano carichi positivamente, ecco che cominciano a respingersi a vicenda. Più il capello ha carica positiva e maggiore sarà la forza di repulsione verso quelli vicini.

È a questo punto che la chioma lievita, sostenuta da un invisibile campo di forza elettrica, dando vita all’effetto che tutti conosciamo. I fattori che provocano l’elettricità statica nei capelli sono diversi.

Contribuiscono, ad esempio, i prodotti per lo styling troppo aggressivi e la scarsa idratazione. Fortunatamente, esistono dei semplici rimedi per limitare il problema e tornare ad avere un’acconciatura perfetta.

Quali sono i rimedi naturali ai capelli elettrici? Cosa fare magari con soluzioni fai da te? Ecco i nostri consigli!

Non lavare i capelli troppo spesso

Lavare i capelli troppo spesso contribuisce a creare cariche elettriche. Fare lo shampoo frequentemente, infatti, provoca una riduzione degli oli naturali del cuoio capelluto, rendendoli troppo asciutti e, quindi, inclini all’elettricità statica.

L’ideale è fare lo shampoo non più di due volte a settimana, in modo da non compromettere l’idratazione del capello.

Nel caso in cui fosse necessario lavare la chioma più spesso, abbiate cura di utilizzare dei prodotti pensati specificamente per i lavaggi frequenti e di non dimenticarvi mai del balsamo.

Spray all’acqua di rose

L’idratazione riduce l’effetto dell’elettricità statica sui capelli. Utilizzare una soluzione idratante è quindi uno dei metodi più semplici e immediati per liberarsi del problema.

Per evitare di utilizzare prodotti chimici in commercio, spesso contenenti alcol, che peggiora la situazione, potete preparare il vostro spray fai da te. Bastano solo due ingredienti: acqua di rose e glicerina vegetale.

Versate 95 ml di acqua di rose e 5 ml di glicerina vegetale all’interno di un vaporizzatore e il gioco è fatto.

L’acqua di rose mantiene i capelli nutriti ed idratati, mentre la glicerina vegetale è un umettante naturale che previene la dispersione dell’umidità. Portatelo in borsa e spruzzatelo all’occorrenza per riavere subito una chioma in ordine.

Utilizzare pettini in legno

I pettini di plastica peggiorano il fenomeno dell’elettricità statica sui capelli. Ecco perché è preferibile utilizzare pettini realizzati in legno.

Questo materiale, infatti, non trattiene alcuna carica e quindi non può provocare il fastidioso effetto elettrico sulla chioma. Inoltre, i pettini con i denti più larghi creano meno attrito sui capelli, riducendo così il rapido accumulo di cariche elettriche.

Indossare fibre naturali

Cappelli, sciarpe e vestiti riescono a caricare la chioma di elettricità. Le fibre sintetiche, in particolare il nylon e il poliestere, possono diventare un significativo fattore di disturbo e attrarre cariche elettriche.

Per evitare che i capelli si rizzino senza controllo, l’ideale sarebbe utilizzare indumenti in fibre naturali che riducono in modo significativo il problema, consentendo alla chioma di restare al proprio posto.

Umidificare gli ambienti

L’aria secca può creare molti problemi alla chioma. Un umidificatore, quindi, spesso è quello che ci vuole. Se passate molto tempo in ambienti estremamente secchi, aggiungervi un po’ di umidità con l’aiuto di un umidificatore renderà pelle e capelli molto più sani.

Una valida alternativa può essere quella di mettere un paio di ciotole d’acqua nella stanza secca dove si passa più tempo. L’evaporazione dell’acqua umidificherà in modo naturale ed economico l’ambiente, evitando di seccare i capelli.

Olio di oliva

L’olio di oliva è l’ingrediente principale di numerose ricette di bellezze fai da te. Può essere usato anche per combattere l’elettricità statica sui capelli.

Applicatene qualche goccia sui capelli appena lavati e poi risciacquate, proprio come se fosse un tradizionale balsamo. Per un trattamento più intensivo, massaggiate olio di oliva caldo su capelli umidi.

Avvolgete poi la chioma con della pellicola trasparente e lasciate in posa dai 30 ai 60 minuti, a seconda del tempo che avete a disposizione. A questo punto, sciacquate con abbondante acqua. In questo modo, la probabilità di accumulare cariche statiche nei capelli si ridurrà notevolmente.

Abbiamo visto alcuni semplici trucchetti naturali per sbarazzarci dei capelli elettrici. Provateli per avere sempre ogni capello al proprio posto. Con poche mosse il fastidioso effetto sarà risolto e la vostra piega risulterà sempre perfetta e vincente.

Alessandra Montefusco
Ho una laurea magistrale in Teoria dei linguaggi e sono appassionata di rimedi naturali e cosmetica ecobio sin dall’adolescenza. Per questo cerco sempre di tenermi aggiornata sulle ultime novità del settore e sulle potenzialità dei prodotti che madre natura ci ha donato.Mi occupo di comunicazione e lavoro nel settore degli audiovisivi. Amo la musica - mia grande passione - la letteratura, il cinema, le passeggiate all’aria aperta e…il cibo!