Carenza di Magnesio: come integrare con la dieta

Il magnesio gioca un importante ruolo all’interno del nostro organismo. Al tempo stesso, è l’elemento che maggiormente ha necessità di essere integrato, perché ha più probabilità di scarseggiare rispetto alle altre sostanze nutritive. Quasi l‘80% della popolazione adulta, infatti, ha carenza di magnesio.

Per questo motivo è molto importante assicurarsi di seguire uno stile di vita che permetta al corpo di assumere la giusta quantità di questo fondamentale minerale. Molte persone interessate da un’insufficienza di magnesio avvertono fastidiosi sintomi, inclusi dolori muscolari o spasmi, cattiva digestione, ansia e disturbi del sonno.

La carenza di magnesio spesso viene sottovalutata e, di conseguenza, non gestita con l’importanza e la costanza che merita. Questo minerale non è presente nell’organismo in quantità maggiori rispetto alle altre sostanze nutritive, ma di sicuro è uno dei più importanti per il mantenimento di una buona salute.


È coinvolto, infatti, in oltre 300 funzioni biochimiche che si svolgono nel nostro corpo come, ad esempio, regolazione del battito cardiaco e funzionalità dei neurotrasmettitori.

L’importanza del magnesio per l’organismo

Una carenza di magnesio può provocare diversi disturbi. Alcuni dei quali includono:

  • ipertensione e malattie cardiovascolari
  • danni a reni e fegato
  • mal di testa frequenti
  • sindrome delle gambe senza riposo
  • peggioramento della sindrome premestruale
  • cambi d’umore
  • disturbi del sonno
  • osteoporosi
  • infezioni fungine ricorrenti
  • debolezza e crampi muscolari

Avere un’insufficienza di magnesio è un problema molto comune e può dipendere da vari fattori. Può, ad esempio, essere legata a problemi di digestione che portano ad un malassorbimento di questo ed altri minerali.

Anche il frequente utilizzo di farmaci e antibiotici può contribuire al suo mancato assorbimento all’interno dell’organismo, con la conseguenza che il magnesio non riesce ad essere propriamente utilizzato per supportare le reazioni biochimiche.

Il corpo umano, infatti, consuma quotidianamente molto magnesio per garantire le normali funzioni, inclusi il movimento dei muscoli, il battito del cuore e la produzione di ormoni.

Nonostante la quantità di magnesio necessaria a garantire tali processi sia minima rispetto al fabbisogno delle altre sostanze nutritive, il nostro organismo deve regolarmente rifornirsene attraverso il cibo o gli integratori, così da scongiurare la comparsa di fastidiosi sintomi. I reni sono il primo organo di controllo del magnesio, ne monitora, infatti, i livelli e lo espelle poi attraverso l’urina.

Benefici del magnesio

Il magnesio aiuta il nostro corpo a svolgere le sue funzioni più importanti. Dal sistema nervoso, al tessuto cellulare, fino ai muscoli, il magnesio svolge un gran lavoro e riesce a regolare le attività vitali. Scopriamo quali sono i suoi benefici.

Fornisce energia al corpo

Questo minerale dona energia al corpo attraverso l’attivazione delle ATP. Ciò significa che, senza un’adeguata quantità di magnesio, non si avrebbero le forze necessarie a compiere le più semplici attività quotidiane. Una carenza di magnesio porta infatti a stancarsi molto più velocemente e a necessitare di più ossigeno del dovuto.

Calma i nervi e riduce l’ansia

Il magnesio è fondamentale nella produzione dei cosiddetti ormoni della felicità, come la serotonina. Essi riescono a calmare i nervi e a stimolare il senso di relax. Per questa ragione, una sua carenza conduce ad insonnia e ansia. È importante quindi cercare di mantenere sempre stabile il livello di magnesio per non cadere nel vortice di stress e irritabilità cronici.

Aiuta la digestione

I muscoli del tratto digestivo vengono rilassati grazie all’aiuto del magnesio, inclusi quelli dell’intestino, contribuendo a donargli regolarità. Esso infatti aiuta lo stomaco a neutralizzare gli acidi e a muovere agilmente le feci attraverso il tratto digerente. Per questo motivo, integrare il magnesio alla propria dieta è un efficace metodo per trattare la costipazione.

Tuttavia, la comparsa di effetti lassativi indica che la quantità di magnesio presente all’interno del corpo è troppo alta e deve essere ridotta.

Riduce i dolori e gli spasmi muscolari

Il magnesio gioca un ruolo fondamentale nella trasmissione dei segnali neuromuscolari e nella contrazione dei muscoli. Quando all’interno dell’organismo non è presente abbastanza magnesio, il tessuto muscolare può essere soggetto a spasmi. Questo elemento infatti aiuta a rilassarlo e a permettergli di muoversi in modo da garantire le funzioni necessarie allo svolgimento delle normali attività.

Regola i livelli di calcio, potassio e sodio

Insieme agli altri elettroliti, il magnesio regola diverse funzioni biochimiche del nostro corpo. Ad esempio, esso coadiuva nel trasporto di calcio e potassio attraverso le membrane cellulari.

Ciò lo rende fondamentale per la conduzione degli impulsi nervosi, per le contrazioni muscolari e per il normale funzionamento del cuore. Insieme al calcio, inoltre, il magnesio collabora alla formazione della struttura ossea ed è necessario per la sintesi di DNA, RNA e di alcuni antiossidanti.

Le migliori fonti di magnesio

Il magnesio è presente in moltissimi cibi, in particolare verdure a foglia, avocado, banana, melone, legumi e noci. Gli alimenti che contengono la maggior quantità di questo importante minerale sono, in ordine:

  • spinaci
  • bietola
  • fagioli
  • mandorle
  • anacardi
  • patate
  • semi di zucca
  • avocado
  • banana
  • broccoli
  • cavoletti di Bruxelles

 

Per le carenze di magnesio importanti, che causano disturbi invalidanti e poco gestibili, è bene considerare anche l’assunzione di integratori. In commercio ne esistono di vari tipi e formati. In questo caso, sarà il medico a consigliare il tipo di prodotto adatto a voi. Esistono pochi rischi legati all’integrazione di magnesio, tuttavia è importante non esagerare con le dosi e rivolgersi sempre ad un professionista sanitario in presenza di sintomi o disturbi particolari.

Condividi con un amico