Cosa sono le macchie che compaiono sulle unghie?
Home » cura del corpo » Quale è la causa delle macchie sulle unghie?
Quale è la causa delle macchie sulle unghie?

Quale è la causa delle macchie sulle unghie?

Le nostre unghie crescono all’incirca 0,5-1,2 mm la settimana. Ma molto dipende dal loro stato di salute, che ci fornisce preziose indicazioni su quello che accade nel corpo. Osservandole possiamo notare irregolarità della superficie, macchie, striature, fessure. Non sono solo un “problemi estetico“, ma un vero e proprio indicatore per il nostro organismo.

Le unghie sono composte da vitamine, minerali, proteine, grassi e acqua. Se manca qualcuno di questi elementi la loro consistenza peggiora, diventando molli e fragili.

Se sono poco sane, le motivazioni possono essere comunque varie:

  • lesione locale
  • infezione micotica
  • carenza ghiandolare come l’ipotiroidismo
  • abitudine di rosicchiarsi le unghie
  • carenza di elementi nutritivi
  • malattia prolungata
  • assunzione quotidiana di farmaci
  • allergia
  • fumo
  • stress
  • utilizzo di smalti e solventi troppo aggressivi.

Le “macchie” che compaiono sull’unghia possono essere varie, ecco un breve vademecum.

Una carenza di proteine può causare la comparsa di striature bianche (linee di Mehrcke), oppure farle diventare secche, fragili e molto sottili. Questo problema può verificarsi anche se si soffre di psoriasi, dermatite atopica o alopecia. Anche la carenza di vitamina A e calcio rallentano la crescita delle unghie, causando secchezza e fragilità. Aiutatevi mangiando fegato, olio di fegato di merluzzo e succo di carota.

La carenza delle vitamine del complesso B rende le unghie fragili con l’apparizione di creste orizzontali o verticali ed è responsabile anche delle infestazioni micotiche sotto le unghie.

Le macchioline bianche solitamente sono il risultato di piccoli traumi a livello della matrice (la parte viva dell’unghia che si trova alla base sotto la pelle), ma possono essere causate anche da una carenza di zinco e vitamina B6. In questo caso si consiglia il consumo di cereali integrali, lievito di birra e germe di grano. Il rimedio omeopatico è Lilica 6X.

Le unghie gialle indicano una malattia dell’apparato respiratorio come una bronchite cronica, ma possono anche dipendere dall’utilizzo di uno smalto di cattiva qualità.

Le unghie scure, striature verticali o con macchie scure, sono dovute a un trauma, una micosi, un neo benigno o un melanoma. Altra spiegazione può essere il morbo di Addison, dovuto al cattivo funzionamento delle ghiandole surrenali.

Le macchie rosse a forma di luna indicano problemi al cuore, le macchie blu segnalano problemi ai polmoni. Ampie macchie bianche indicano anemia o problemi ai reni, le linee bianche sono un indicatore di problemi al fegato e le unghie larghe e squadrate di disturbi ormonali.

Le unghie che si sfaldano sono sintomo di mancanza di acido cloridrico (componente naturale che si trova nello stomaco e serve per la digestione degli alimenti).
L’apparizione di pipite indica di solito un’assunzione insufficiente di vitamina C, acido folico e proteine.

La carenza di ferro può ostacolare la crescita delle unghie, rendendole secche, fragili, sottili, piatte e può causare infine la crescita di unghie a forma di luna.

Le unghie piatte possono essere un sintomo della malattia di Raynaud, un problema che riguarda la circolazione nelle arteriole). Anche le unghie spesse sono un sintomo di problemi alla circolazione.

Se sospettate di aver preso un fungo (le unghie crescono in modo anomalo) rivolgetevi subito a un dermatologo, l’unico in grado di prescrivere il rimedio antimicotico più idoneo.

La bellezza delle nostre unghie riguarda quindi da molto vicino la dieta quotidiana, per cui è consigliato il consumo regolare di: uova, latticini non grassi, carni rosse, pesce, pollame e verdure a foglia verde.

Il lievito di birra, lo yogurt e l’Lactobacillus acidophilus dovrebbero essere consumati quotidianamente per combattere le infezioni micotiche. Inoltre, non fatevi mancare gli agrumi, ricchi di vitamina C e i cereali ricchi di silicio.

Sette regole per proteggerle:

  • Usa i guanti durante i lavori domestici. I detersivi possono danneggiare la cheratina, la principale componente dell’unghia. Anche l’azione dell’acqua, soprattutto se molto calda, può indebolire le unghie
  • Spazzola le unghie con uno spazzolino morbido, dalle setole arrotondate, bagnato con acqua e sapone
  • Non utilizzare mai le forbicine o la punta della limetta per pulirle sotto: questi oggetti possono ferire e spingere più in fondo la sporcizia
  • Arrotonda le unghie con una limetta di cartone smerigliato. Le migliori sono quelle ricoperte di polvere di diamante sintetico, da evitare quelle di ferro
  • Evita di tagliare le pellicine: proteggono la matrice dell’unghia. Dopo averle ammorbidite, spingerle indietro con uno speciale bastoncino di legno d’arancio
  • Quotidianamente utilizza una crema nutriente
  • Non utilizzare 365 giorni all’anno lo smalto, ogni tanto l’unghia deve “respirare”.

Raggiunto l’obbiettivo “unghie sane”, potrai seguire la moda del momento che prevede unghie curate e decorate.