Come combattere e prevenire l’influenza?

1.961 views

L’estate quest’anno sembra non terminare mai. I primi freddi stentano ad arrivare e le temperature sono di qualche grado sopra la media stagionale ovunque. Eppure, gli 80 mila italiani a letto con mal di gola e influenza sembrano un segnale piuttosto chiaro dell’arrivo della stagione fredda.

Febbre, mal di gola, tosse, mal di testa, dolori articolari. I sintomi sono questi, ma, spiegano gli esperti, quella che ha colpito tra settembre e ottobre, in concomitanza con sbalzi di temperatura piuttosto netti, è solo pseudo influenza, una sindrome parainfluenzale che nulla ha a che vedere con quello che arriverà tra qualche settimana, probabilmente già a partire da novembre.

Come proteggersi dall’influenza che, secondo i medici, colpirà un italiano su due? Il metodo più sicuro consiste nel vaccino antinfluenzale, da farsi ad ottobre o novembre in modo da contrastare per tempo la malattia. Contrariamente a quanto si pensa, il vaccino non è prerogativa soltanto degli anziani o dei bambini, ma anche di tutti coloro che lavorano a stretto contatto con molte persone in luoghi chiusi (come gli insegnanti) e che quindi sono più esposti al contagio.

Un utile consiglio è proprio quello di areare gli ambienti chiusi, aprire le finestre almeno un paio di volte al giorno. Gli oggetti di uso quotidiano, inoltre, sono un comune veicolo del virus: meglio lavarsi le mani di frequente per evitare la trasmissione dell’influenza da persona a persona.

Ma l’influenza può essere combattuta anche a tavola. I cibi ricchi di vitamine (in particolare la C) aiutano a rafforzare il sistema immunitario rendendoci più forti e resistenti al virus influenzale. Il cavolo cotto a vapore, per esempio, aiuta nella cura delle affezioni alle vie respiratorie; le sue foglie riscaldate e applicate sulla pelle aiutano a calmare i dolori articolari e muscolari tipici dell’influenza. Il limone purifica dalle tossine e può essere utilizzato per disinfettare la gola con dei gargarismi. Le pere, bollite assieme a del miele, aiutano a combattere la raucedine mentre le arance, ricchissime di vitamina C, aiutano a rafforzare le nostre difese contro i virus.