Come dimagrire con la Dieta Detox?

10.168 views

Nell’ultimo periodo, pubblicizzata a gran voce sia dalle star hollywoodiane sia da quelle caserecce come Simona Ventura che la stanno seguendo, la dieta DETOX è diventata molto popolare e richiesta. Ma in cosa consiste?

Innanzitutto, è stata elaborata dal dietologo Carol Vorderman (il dietologo delle dive) ed è una dieta di breve periodo, può esser attuata dai 3 ai 21 giorni e non per tutta la vita: non è un regime alimentare che deve divenire l’alimentazione standard, è solo una dieta temporanea per purificare il corpo di tanto in tanto (è una dieta ipocalorica di 1100kcal al dì!). Detox infatti, sta per detoxification, ossia disintossicazione del corpo da alcuni alimenti e dalle tossine accumulate nel tempo o in particolari periodi dell’anno. Inoltre, la dieta Detox agisce sulla pelle, rendendola vellutata, tonica e luminosa; sui capelli, rinforzandoli e rinfoltendoli; sulla linea, facendo perdere peso, agendo sulla cellulite e sulla ritenzione idrica e accelerando il metabolismo. Questo è reso possibile dai capisaldi su cui si basa l’intera dieta:

Bere almeno 2 litri di acqua al giorno, con frutta e verdura di stagione che contengono molti liquidi, per eliminare le tossine mediante la diuresi, sgonfiare le gambe ed eliminare la pancia. Il tè bianco è particolarmente indicato perché è privo di calorie e contiene 230 componenti chimici: teina, teofilina e teobromina (vasodilatatori e diuretici), adenina, polifenoli, quercitina (antiossidante), ferro, fluoro, vitamina H (rende la pelle luminosa ed elastica) e vitamina K, vitamine del gruppo B, calcio. Il caffè d’orzo e il tè verde aiutano a ridurre la ritenzione idrica.

Eliminare dolci, salumi, carni rosse, formaggi, insaccati e zuccheri composti; ridurre il più possibile il sale

Associare alimenti leggeri e stimolatori come legumi, cereali, carni bianche, pesce azzurro (attiva il metabolismo e aiuta a bruciare maggiormente le calorie), yogurt (ristabilisce l’equilibrio della flora batterica intestinale), etc. L’uovo è una fonte di proteine, di acidi grassi insaturi (mantengono le membrane cellulari), di vitamina A e di vitamine del gruppo B (favoriscono il metabolismo) e non è deletereo per il fegato anzi, stimola la digestione dei grassi (da evitare però, se si ha il colesterolo alto e i calcoli alla cistifellea)

Assimilare 30 g di fibre al giorno, attraverso cereali, frutta, frutta secca, verdura e ortaggi, pane integrale, avena, riso: agiscono sul funzionamento gastrointestinale facilitando l’evacuazione delle feci, regolano l’assorbimento dei nutrienti controllando così il livello di glucosio e colesterolo nel sangue e limitano la fame facendo avvertire prima il senso di sazietà

Consumare in abbondanza alimenti con vitamina C (caritenoidi, acido ascorbico, tocoferoli, composti fenolici), che hanno azione antiossidante, contrastano i radicali liberi e proteggono il corpo ripristinando le difese immunitarie: agrumi, fragole, kiwi, pomodoro, frutti giallo-aranci, uva, semi oleosi e ortaggi a foglia verde

Non utilizzare più di 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva al giorno

Cucinare gli alimenti a vapore, alla griglia, bolliti, a bagnomaria.

Ricordando sempre che le diete non vanno inventate da sé ed è sempre opportuno rivolgersi ad uno specialista che può fornire la vostra dieta ad hoc e vi segua in questo periodo, ecco un esempio di dieta DETOX:

  • Colazione: 125 g di yogurt magro, 50 g di cereali, frutta  (1 pera o 1 kiwi) e una spremuta
  • Spuntino: spremuta o tè bianco o verde con miele e 2-3 biscotti ai cereali
  • Pranzo: 100 g di riso o minestrone (senza patate) oppure 2 uova sode; 150 g di verdure crude (carote, pomodori, radicchio, insalata belga, finocchi); frutta (1 pera o 1 kiwi)
  • Merenda: tisana con miele e 2-3 biscotti ai cereali
  • Cena: 150 g di pesce al forno o 100 g di carne bianca alla piastra o 100 g di formaggio magro; 150 g di verdure al vapore (zucchine, carote, broccoli, asparagi, biete); frutta (1 pera o 1 kiwi)
  • 1 tazza di camomilla o 1 tisana rilassante con miele e 2-3 biscotti ai cereali, prima di andare a dormire.

Bere almeno un litro e mezzo di acqua e non deviare… in una dieta stabilita di 15 giorni, ci si può concedere 1 giorno “libero” in cui ci si “regala” un dolce e 1-2 pranzi la settimana in cui si può sostituire il riso o il minestrone con 80 g di pasta asciutta, senza olio e sughi.