Come eliminare i cattivi odori dalla lavatrice?

  1. Prima o poi capita a tutte: entri in bagno (o in lavanderia) e senti una strana puzza di fogna. Ma no, stavolta non è il lavandino, o la doccia: l’olezzo arriva proprio dalla lavatrice.

Le cause possono essere molteplici e solitamente sono le stesse che portano cattivo odore falle tubature: muffe, batteri, residui di detersivi e ammorbidenti, calcare.

Prendersi cura della lavatrice è fondamentale per un buon bucato e per risparmiare. A lungo andare, infatti, una lavatrice sporca, di cui non ci si è presi la giusta cura porterà da un lato a un bucato non più perfettamente pulito e profumato; dall’altro, a una riduzione degli anni di vita della lavatrice stessa, che si accorceranno notevolmente, costringendovi a cambiarla per un nuovo modello.

Per di più, una lavatrice sporca è una lavatrice che ci fa spendere di più poiché consuma più energia… e nessuno ama spendere a vuoto!

Ovviamente, se il caso è ‘disperato’, l’unica è l’intervento di un professionista. Per le lavatrici più in là con gli anni, potrebbe essere più complicato eliminare i cattivi odori: ma non impossibile.

Nuova o vecchia, è sempre buona cosa iniziare a trattarla per bene. Meglio tardi che mai! E il vostro bucato vi ringrazierà.

Come non far puzzare la lavatrice?

L’igiene della lavatrice parte dal quotidiano, è buona norma:

  • pulire o quanto meno asciugare la guarnizione a dopo ogni lavaggio o una volta al giorno, in caso di più lavaggi al giorno;
  • pulire una volta al mese il cestello dei detersivi per evitare la crescita delle muffe dai residui di detersivo ed eventualmente di ammorbidente;
  • pulire il filtro almeno una volta all’anno, avendo cura di chiudere l’acqua e staccare la lavatrice dalla corrente.

Sgrassatore all’arancia

Il mio sgrassatore all’arancia fa furore sul nostro gruppo Facebook Rimedi Naturali; periodicamente lo uso anche spruzzandolo in lavatrice, lascio agire e poi avvio il programma di ‘risciacquo e scarico’.

Lavaggio all’aceto

Una volta al mese è buona regola fare un lavaggio mettendo un bicchiere di aceto nel cestello dei detersivi e poi avviare un lavaggio breve, ma a temperatura alta, almeno 60°.

Lavaggio al sale

Una volta ogni 3 mesi, potreste fare un lavaggio a vuoto, riempiendo il cestello con un chilo di sale grosso, che è utilissimo anche contro il calcare che si forma nelle guarnizioni e nel cestello; da far seguire da un lavaggio a vuoto, stavolta con acqua fredda.

Anti-odori fai da te per lavatrice

Questa è la mia ricetta fatta in casa per preparare un profumatore anti odori per la mia lavatrice.

Ingredienti:

  • 100 ml di aceto di alcol o aceto di mele
  • 5 gocce di olio essenziale di lavanda
  • 5 gocce di olio essenziale di tea tree
  • 5 gocce di olio essenziale di eucalipto
  • (facoltativo) un cucchiaio di bicarbonato o di acido citrico

Come si usa?

Aggiungere nel cestello dei detersivi al posto dell’ammorbidente e avviare normalmente il lavaggio dei vostri capi. Questo mix, unito alla giusta manutenzione, fa sì che la lavatrice non emani più cattivo odore. Questo metodo naturale è anche un ammorbidente naturale e darà un profumo inebriante al bucato. Non ne farete più a meno!