Come rassodare la pelle in eccesso dopo il dimagrimento

3.964 views
pelle in eccesso dieta

Quando si perde troppo peso in poco tempo è inevitabile che rimangano i residui di pelle in eccesso. È questo il lato negativo del dimagrimento, la brutta e flaccida pelle in eccesso che rende inutile qualsiasi tipo di sacrificio che si è fatto per perdere chili e va comunque a rovinare la nostra forma fisica.

La pelle residua è un effetto collaterale che si verifica soprattutto quando si perdono molti chili e il dimagrimento avviene troppo rapidamente, è anche per questo, oltre che per motivi di salute, che si consiglia di dimagrire nel modo e nei tempi giusti.

Tuttavia a volte, anche dopo un lungo periodo di dieta e di costante lavoro fisico per ritornare ad avere il giusto peso forma, ci si ritrova ad avere pelle in eccesso cadente in alcuni punti del corpo, come pancia, fianchi, braccia, cosce, poiché la pelle va a perdere elasticità in quelle zone.

Ecco quindi 7 consigli utili ed efficaci per rimediare o evitare il più possibile la pelle in eccesso dopo il dimagrimento:

1. Evitare di perdere peso velocemente

La pelle flaccida in eccesso può essere dovuta ad una dieta di dimagrimento troppo drastica, o dopo interventi di chirurgia estetica per rimuovere il grasso in alcune zone del corpo.

In realtà non tutti  coloro che perdono molti chili finiscono per avere pelle residua in eccesso, la struttura fisica, l’età e soprattutto il modo in cui si dimagrisce possono influenzare la presenza o meno della pelle in eccesso.

Una perdita di peso più lenta e graduale unità a costante attività fisica, evita il rischio di pelle flaccida in eccesso su pancia, cosce e braccia, poiché la pelle si restringe man mano che il grasso si perde e non perde di colpo la sua elasticità.

Quando invece si perde peso troppo repentinamente, l’elasticità della pelle non ha il tempo di riprendersi e di ricostruirsi.

2. Attività fisica e allenamento con i pesi

Il sollevamento pesi in palestra è un esercizio fondamentale da fare se si hanno problemi di pelle in eccesso. Una costante attività fisica è sicuramente la prima cosa da fare sia nella fase di dimagrimento che in quella successiva per poter rassodare e definire al meglio la forma fisica.

È importante aggiungere all’allenamento, un lavoro con i pesi almeno tre volte a settimana, questo infatti  aiuterà a costruire massa muscolare sotto la pelle, facendola apparire molto più tonica e rassodata.

Sarebbe ideale fare esercizi di sollevamento pesi già durante il dimagrimento per evitare o comunque ridurre il rischio di pelle flaccida in eccesso.

3. Mangiare molta frutta e verdura

Anche dopo una rigida dieta, che ci ha portato a perdere molti chili, è importante continuare a mangiare sano e in particolare mangiare molta frutta e verdura per assimilare vitamine, e sostanze nutritive che fanno bene al nostro organismo e anche all’elasticità della nostra pelle.

Alcuni studi infatti hanno rilevato che mangiare frutta e verdura, in particolare quelle ad alto contenuto di carotenoidi come patate dolci, verdure a foglia verde, carote e pomodori, ha un effetto benefico sull’aspetto e l’elasticità della pelle, che si può riscontrare già entro 2 mesi.

4. Assumere proteine

Le proteine sono fondamentali per costruire la muscolatura corporea, inoltre contengono anche collagene e altri nutrienti di cui la pelle ha bisogno per rimanere tonica ed elastica.

Per questo è importante inserire nella dieta la giusta quantità di proteinepreferendo quelle magre, e assicurarsi di mangiare sano e assumere in modo bilanciato tutti gli alimenti e i nutrienti necessari per il benessere fisico. La dieta mediterranea è la più indicata per seguire un’alimentazione equilibrata e sana. 

Il consiglio è di mangiare proteine soprattutto dopo aver fatto esercizio fisico, poiché darà una spinta alla capacità delle proteine di costruire massa muscolare magra.

5. Massaggiare la pelle con oli naturali

Massaggiare accuratamente e costantemente la pelle, aiuta a ricostruire la sua elasticità. Inoltre il massaggio sarebbe meglio farlo con oli naturali essenziali, ideali per donare morbidezza, tonicità e idratazione alla pelle.

Tra gli oli essenziali perfetti contro la pelle flaccida abbiamo:

  • olio di ricino: con l’aggiunta di qualche goccia di succo di limone, è perfetto da applicare sulla pelle ogni sera così da idratarla e tonificarla.
  • olio essenziale di lavanda: da applicare tutte le sere sulla pancia
  • olio di mandorla: ideale contro le smagliature

Tuttavia deve essere chiaro che il massaggio, anche se sicuramente consigliato ed efficace per rimediare ai residui di pelle flaccida, se non viene abbinato ad un intenso programma di allenamento con i pesi, non serve a niente. Non esistono creme che miracolosamente rassodano ed eliminano la pelle in eccesso.

6. Bere molta acqua

L’idratazione è indispensabile per il benessere della nostra pelle. Quando la pelle è disidratata, diminuisce la sua compattezza ed elasticità, portando ad avere la pelle flaccida decadente.

Il modo migliore per ottenere la giusta idratazione della pelle è bere tanta acquaalmeno un litro e mezzo al giorno, inoltre è preferibile bere bevande come il tè verde per mantenere la pelle sana e ben idratata, e poi assumere tanta frutta e verdura ricca di acqua che aiutano la pelle ad idratarsi dall’interno.

Insomma, quando il corpo è ben idratato, anche la pelle apparirà più sana, luminosa e tonica.

7. Non fumare

Il fumo si sa che fa male alla salute e tutti dovrebbero evitare il consumo di tabacco. In particolare il fumo fa male alla pelle, poiché accelera il processo di invecchiamento, riduce la vitamina A e l’umidità della pelle andando a rovinare anche la sua elasticità.

Se non si è abbastanza convinti, bisogna sapere che, secondo uno studio dell’Associazione Internazionale di Dermatologia Ecologica, smettere di fumare può contribuire a ringiovanire la pelle.

Alcuni ricercatori hanno infatti analizzato la pelle di 64 fumatrici per linee, stato vascolare, pigmentazione, elasticità, luminosità e consistenza e hanno verificato che prima di smettere di fumare la pelle risultava invecchiata di nove anni. La ricerca ha dimostrato che dopo aver smesso di fumare per nove mesi, l’età biologica della pelle delle donne è diminuita di ben 13 anni.

Avatar
Sono laureanda alla facoltà di lettere moderne all'Università degli Studi di Salerno. Da sempre interessata e aggiornata sulle novità riguardanti salute, bellezza, cura del corpo e benessere psico-fisico.