Come sbarazzarsi del prurito alla gola

Sbalzi di temperatura, freddo, influenza e reazioni allergiche sono alla base di un comunissimo sintomo quale è il prurito alla gola. Molto fastidioso, impedisce di parlare e respirare in modo naturale, provocando tosse continua, con uno spossamento rilevante.

La gola è facile ad infiammarsi e il primo sintomo che avvertiamo è proprio il prurito che se non preso in tempo si aggrava, portando alla diffusione dell’infiammazione nella zona tracheale oltre che del cavo orale. A ciò si possono aggiungere prurito agli occhi,  naso che cola e difficoltà a mangiare.

Se state passando un brutto periodo a causa del prurito alla vostra gola conviene eseguire alcune semplici mosse per bloccare sul nascere questo fastidio.

Anzitutto dovete prestare attenzione alla scelta del cibo e dei liquidi che bevete. Alcuni di questi sono infatti capaci di aggravare il prurito e tutti i malesseri che ne derivano. Privilegiate frutta e verdura e cibi con alto tasso di acqua. Sono invece da evitare cibi molto secchi e solidi, oltre che spezie, le quali possono solleticare un po’ troppo una gola già irritata. Brodi, minestroni, creme e vellutate saranno perfette.

Si consiglia inoltre di bere acqua filtrata. Questo ridimensionerà il prurito. Basta avere a disposizione una caraffa filtrante l’acqua. Riempitela diverse volte fino ad avere diversi litri d’acqua a vostra disposizione. Sarà bene preparare anche una bottiglia di acqua filtrata da portare in giro con voi durante la giornata. Cercate di bere molto, perché questo gesto inibisce la secchezza e quindi il prurito. La tosse a volte diviene davvero imbarazzante, specie se si è in un luogo pubblico. Con la vostra bottiglia invece avrete sempre a disposizione dell’acqua per spegnere la tosse, da sorseggiare un po’ alla volta.

Non è infrequente che il prurito alla gola insorga a causa di ambienti con aria troppo secca. In inverno, l’accensione di caloriferi e condizionatori, fanno perdere facilmente il giusto grado di umidità all’aria e così non solo ci si sente più intontiti ma si ha di frequente un’iniziale irritazione della gola che si manifesta con pruriti locali. In questi casi un valido rimedio è utilizzare un umidificatore nelle diverse stanze, anche per garantirsi un sonno tranquillo durante la notte. Quanto più sarà vicino meglio è per la gola.

Altro sistema naturale consiste nel bere durante la giornata una tazza di tè alle erbe o tisane naturali dallo specifico effetto benefico per la gola, come quelle a composizione di erbe analgesiche e  con eucalipto. Assicuratevi però che non contengano teina. Non bisognerebbe berle comunque appena pronte, quindi bollenti; meglio lasciarle raffreddare per qualche minuto fino a quando diventano tiepide. Bevete la vostra tisana in una zona più fredda. Questo può aiutare a ridurre il prurito e sentirsi sollevati.

Ricordatevi inoltre di usare come dolcificante naturale del miele per le vostre bevande che ricopre la gola con un velo protettivo che evita tosse. Utile, se ne avete la possibilità è anche avere con sé delle caramelle al miele. Succhiandole, si aumenta la produzione di saliva, lubrificando la gola. Potete anche acquistare delle apposite pastiglie per la gola che hanno inoltre dei principi attivi che agiscono per ridurre l’irritazione.

Fate gargarismi con acqua salata. Basterà sciogliere un cucchiaino di sale in una tazza di acqua tiepida, girare fino a quando si sarà sciolto bene e procedere a fare gargarismi con la stessa per 10 secondi alla volta. Ripetere due o tre volte, fino a quando si sente sollievo.

Se dopo queste precauzioni il prurito e la tosse non  accennano a diminuire, allora è il caso di consultare il vostro medico e se del caso iniziare una cura farmaceutica.