Come smettere di fumare senza ingrassare?

2.842 views
smettere fumare ingrassare

Molti fumatori vorrebbero eliminare definitivamente la loro dipendenza dal tabacco ma una buona percentuale di essi afferma di non prendere seriamente la decisione per via del timore di ingrassare immediatamente dopo! Smettere di fumare fa ingrassare?

In effetti c’è un fondo di verità alla base di questa preoccupazione: soprattutto chi fuma più di qualche sigaretta al giorno nota che ha poco appetito rispetto al “normale” e che tutto sommato riesce ad avere una forma fisica soddisfacente, riuscendo a resistere alle tentazioni culinarie di vario genere, accendendosi una sigaretta, sia nei momenti di fame che di stress.

Un pacchetto di sigarette brucia circa 250 Kcal; questo accade perché il fumo accelera il metabolismo di base, essendo uno stimolante, favorendo così il consumo delle riserve adipose. C’è ancora un’altra ragione alla base di ciò ovvero che la nicotina aumenta il tasso glicemico nel sangue momentaneamente, che dunque riesce a sostituire al momento il bisogno di zuccheri che ci potrebbe essere. Le sigarette sono responsabili anche della progressiva perdita del gusto (le papille gustative vengono anestetizzate) ed è così più facile mangiare qualcosa in meno se si fuma o avere meno voglia non sentendo bene i sapori.

Questo spiega il perché tante persone, nei primi tempi che smettono di fumare si ritrovano con qualche chilo di troppo. Precisiamo che non è una regola, non vale necessariamente per tutti perché mantenere un equilibrio tra lo stress iniziale causato dalla mancanza di nicotina e la fame nervosa è assolutamente possibile.

In fondo si tratta dei primi 10 giorni in cui il corpo si deve adattare e si avverte un po’ di nervosismo (normale) ma poi gradualmente questa sensazione scompare così come la voglia di abbuffarsi.

Come smettere di fumare senza ingrassare

Per affrontare al meglio questo step iniziale di allontanamento dal tabacco è utile innanzitutto programmare 3 pasti completi al giorno che diano soddisfazione senza esagerare con le calorie; utilissimi gli spuntini light ma buoni e salutari come le carote fresche tagliate a listarelle da portare anche in ufficio quando si ha voglia di sgranocchiare qualcosa, anche per semplice nervosismo.

Anche yogurt light con l’aggiunta di mandorle o una fetta di pane integrale con prosciutto possono essere buone alternative leggere e sazianti. Se non avete problemi di stomaco anche avere con sé un pacchetto di gomme da masticare può esservi di aiuto per distogliere l’attenzione e rinfrescarvi l’alito.

Puntate su cose che vi fanno sentire bene, puliti e sani per accrescere la sensazione di benessere verso cui siete volti. Questo è fondamentale per riuscire a smettere. Per cui lavatevi spesso i denti, bevete molta acqua, scegliete snack salutari anche diversi dal solito per esempio prodotti biologici, bevande non zuccherate naturali ai frutti. 

Muovetevi a piedi il più possibile e fate sport, consigliatissimo lo yoga, e passeggiate non appena potete. Questo accrescerà la vostra autostima e il rituale del benessere. Respirate a pieni polmoni l’aria pulita, parlate di più con le persone, programmatevi attività per voi interessanti che prima non facevate, dedicandovi al fumo.

Mangiate farinacei integrali o cereali che aumentano il senso di sazietà e liberano gli ormoni del benessere psico fisico in più ore (riso integrale, farro, orzo, pasta integrale, quinoa, grano saraceno, avena etc.) che vi forniscono anche le giuste vitamine e Sali minerali per recuperare la forma fisica e avere da subito maggior benessere.

Potete contemplare nel vostro piano d’azione anche sostituti della nicotina come le gomme da masticare, i cerotti o il libro best seller sull’argomento: “E’ facile smettere di fumare se sai come farlo“. Sul versante naturale potete acquistare dei bastoncini di liquirizia da sgranocchiare.

Insomma è possibile smettere di fumare e dimagrire!