Come truccare le diverse forme di occhi?

3.326 views
forme occhi

Esistono differenti forme di occhio, ognuna dotata di sue caratteristiche salienti. Riconoscere a quale tipo si appartiene è importante per un trucco specifico che non lasci nulla al caso, esaltando al massimo  la bellezza, la particolare conformazione o in altri casi, per rendere meno evidente un lineamento che non vi piace.

Sono state classificate ben 6 tipologie generali di conformazione di occhi e oggi vedremo quali sono gli accorgimenti fondamentali di make up da non dimenticare mai per essere sempre al top!

Sicuramente non si tratta di un argomento semplice: le geometrie del viso, le regole del chiaro- scuro, i colori che più si addicono a seconda dell’incarnato e del colore di occhi sono solo alcuni degli aspetti che i truccatori professionali studiano per anni prima di raggiungere risultati perfetti. In questa sede tentiamo pertanto di fornirvi delle indicazioni di massima che sicuramente vi saranno utili.

Occhi ravvicinati

Ccon questo tipo di conformazione dobbiamo cercare di dare un effetto che tenda ad accrescere lo spazio tra i due occhi almeno visivamente. Ciò si ottiene anzitutto lavorando bene con gli ombretti, per creare i giusti punti di luce e ombra.

Stendete un colore chiaro a vostro piacimento nella parte interna della palpebra e sotto l’arcata sopraccigliare, per illuminare e ingrandire. Sulla parte centrale della palpebra invece, stendete e sfumate un ombretto di una tonalità leggermente più scura.

Sarà l’angolo esterno dell’occhio ovvero la parte finale dello stesso ad essere truccato con il tono più scuro rispetto ai due precedentemente applicati. In tal caso stenderlo verso la parte finale e sfumarlo verso le sopracciglia ovvero con un pennellino adatto fare dei movimenti verso su per definire lo sguardo nella parte finale e dare perciò l’impressione che si allunghi verso l’esterno e verso l’alto.

Se volete potete tracciare una riga di matita o eyeliner a partire da ¾ dell’occhio che parta sottile e si ispessisce verso l’esterno.

Occhi lontani

Si inizia stendendo un ombretto chiaro su tutta la palpebra mobile mentre si applica un ombretto di colore più scuro, preferibilmente opaco, sopra la parte iniziale dell’occhio ovvero la parte interna  e lo si sfuma con movimenti morbidi verso il centro dell’arcata sopraccigliare.

L’eyeliner è il protagonista di questo make up specifico: applicatelo con una linea sottile sia sopra l’occhio che sotto per avere un effetto “chiusura” che definisce la forma e tende visivamente a farli sembrare ad una giusta distanza tra loro.

Occhi con palpebre pesanti: sono quegli occhi caratterizzati da palpebre importanti, piuttosto grandi che tendono quasi a cadere sull’occhio. L’obiettivo è quello di neutralizzare questo effetto, rendendo la palpebra più snella e meno pesante e dunque aprire lo sguardo.

Applicate un ombretto chiaro su tutta la palpebra mobile e sotto l’arcata sopraccigliare. Stendete poi un ombretto di un tono più scuro su tutto il resto dell’occhio. Infine a partire da metà occhio, applicate sulla palpebra mobile l’ombretto scuro  e sfumatelo fino e verso l’angolo esterno.

Occhi all’ingiù

Si caratterizzano per una naturale inclinazione verso il basso. Per rialzare leggermente l’occhio andremo a stendere una nuance scura di ombretto nell’angolo esterno degli occhi mentre l’arcata sopraccigliare sarà messa in evidenza con colori chiari.

Importante in tali casi è la funzione del mascara e ancor prima del piegaciglia. Utilizzateli sempre per aprire lo sguardo insistendo particolarmente sulle ciglia esterne di modo da allungarle verso l’alto.

Occhi incavati

Si caratterizzano per un’arcata sopraccigliare particolarmente prominente che tende a nascondere le palpebre. Con un pennello stendete l’ombretto chiaro sulla palpebra mobile iniziando dall’angolo interno dell’occhio per giungere fino a quello esterno.

A questo punto disegnare un tratto sottile di matita scura (nera, grigia o anche marrone) lungo tutto l’occhio. Se gli occhi sono particolarmente infossati, è meglio disegnare la linea a partire da metà occhio andando poi verso l’esterno.

Sfumare poi la matita e creare una bella ombreggiatura morbida. La cosa importante è controllare che su entrambi gli occhi sia stata bilanciata in modo uguale la sfumatura. Infine stendere un colore medio-scuro come il tortora, il grigio o il nocciola sulla piega dell’occhio e sfumarlo verso l’alto.

Occhi sporgenti

Sono spesso molto grandi e tendono ad essere tondi e con palpebre estese. L’obiettivo è di rimpicciolire le palpebre usando un ombretto scuro opaco sulla palpebra mobile e sull’angolo esterno inferiore dell’occhio, terminando il disegno a punta , sfumandolo verso l’esterno e verso l’alto.

Usa una tonalità abbastanza chiara e luminosa per l’arcata sopraccigliare. Infine stendi il mascara sulle ciglia superiori. Con l’eyeliner delinea tutto l’occhio tracciando un segno più marcato nella parte inferiore.