Come usare l’aceto di mele per pulire casa?

7.995 views
aceto di mele pulizie casa

L’aceto di mele è un alimento molto usato in cucina e sono altrettanto note le sue proprietà: fa bene all’organismo, ai capelli e alla pelle, ad esempio, come rimedio per l’acne.

E’ quindi super consigliato come condimento o ingrediente di base per varie ricette di bellezza e benessere.

Aceto di mele per pulire la nostra casa

Ciò che forse non sapevate – o meglio, di cui si possono scoprire sempre nuove applicazioni – è che l’aceto di mele ha tantissimi utilizzi alternativi ed è un valido alleato nelle nostre pulizie casalinghe, quotidiane e non.

Infatti, può esserci utile per pulire in modo ecologico e soprattutto attento allo spreco. Infatti, l’aceto di mele si può trovare sugli scaffali di tutti i supermercati e ad un prezzo bassissimo

Sono molti e disparati gli usi che se ne possono fare, in merito alle pulizie di casa. Vediamo come utilizzare questo prodotto economico e versatile:

Per pulire la lavatrice

L’aceto di mele è un grande amico nella pulizia degli elettrodomestici. In questo caso, basta versarne un bicchiere nel cestello e impostare un lavaggio a 60°. Aiuta a prevenire la formazione di calcare e a pulire la lavatrice, facendola tornare pulita e profumata come quando l’abbiamo appena acquistata.

Per pulire il forno

Facendo un mix con 1 litro di aceto di mele e 2 litri di acqua calda, possiamo pulire anche il forno: occorre versare il composto in una teglia e metterlo in forno, azionandolo a 100° per 15 minuti. Dopo di che, il forno può essere pulito e lucidato bagnando una spugna morbida nello stesso composto infornato e usandola per rimuovere le incrostazioni più ostinate.

Contro la muffa

L’aceto di mele è efficace anche nella lotta contro la muffa, diluendo in un nebulizzatore spray 250 ml di aceto di mele e 250 ml di acqua e spruzzando la soluzione così ottenuta sulle zone interessate come, ad esempio, la tenda della doccia su cui spesso si forma la muffa.

Per pulire i vetri

Anche i vetri possono uscire limpidi e puliti grazie all’aceto di mele! Basta creare un composto di acqua tiepida e aceto di mele in parti uguali e spruzzarlo sui vetri, poi procedere passando sulla superficie un panno pulito. Si noterà subito che i vetri risulteranno brillanti e senza aloni.

Per lucidare l’argenteria

Preparando un miscuglio di aceto e bicarbonato, anche la nostra argenteria tornerà come nuova. E’ necessario immergervi direttamente gli oggetti d’argento – come ad esempio, le posate – per qualche ora e risciacquarli con acqua. L’argenteria non sarà più spenta e macchiata.

Per sturare gli scarichi

I lavandini e gli scarichi possono essere sturati grazie all’azione disincrostante dell’aceto di mele, insieme a quella del bicarbonato. Si può versare mezzo bicchiere di bicarbonato e subito dopo 1 bicchiere di aceto di mele nel lavandino o nel WC: l’azione di questi due componenti farà scorrere l’ingorgo che si è creato.

Per rimuovere le incrostazioni di cera

Se, per sbaglio, abbiamo versato della cera – ad esempio, da una candela – sul pavimento o su un mobile, possiamo riscaldarla con il phon per farla sciogliere e poi pulirla con una tovaglietta imbevuta di aceto di mele. La rimozione di ogni residuo, anche quello più ostinato, è assicurata!

Per sbiancare i tessuti

E’ naturale che i tessuti bianchi o chiari, con il tempo, ingialliscano, come ad esempio le lenzuola del letto. Anche qui l’aceto di mele può venire in soccorso: basta aggiungere 1 bicchiere di aceto di mele in una bacinella di acqua calda e immergerci i tessuti. Poi lavare con il sapone di Marsiglia e lasciar asciugare al sole.

Contro gli odori

L’aceto di mele è efficacissimo contro gli odori di ogni tipo. Infatti, unito al bicarbonato può essere utile per togliere gli odori dal materasso o – aggiungendo mezzo bicchiere al risciacquo della latrice – per eliminare l’odore di fumo dai vestiti.

Per rimuovere le macchie di inchiostro e vernice

Contro le macchie di inchiostro, si deve semplicemente versare un po’ di aceto di mele su uno spazzolino e strofinare la superficie interessata, macchiata di inchiostro. Altrimenti, imbevendo un panno pulito con un po’ di aceto, si possono rimuovere le macchie di vernice dai vetri delle finestre.

Giorgia Greco
Frequento la facoltà di Economia Aziendale all'università degli studi del Sannio di Benevento, la mia grande passione è scrivere e sono da sempre interessata a tutto ciò che riguarda il benessere, la bellezza e la cosmetica.