Come usare le spezie per profumare la casa?

spezie profumare casa

Sono economiche, a portata di mano e facili da utilizzare. In cucina sono utilissime per insaporire e dare il tocco in più ai nostri piatti ma sappiamo sfruttarle anche per il loro profumo?

Ecco semplici consigli e idee per profumare casa con le comuni spezie:

Coltivate in casa menta, gelsomino, caprifoglio, salvia, rosmarino, origano e lavanda: il profumo naturale e fresco è assicurato.

Pot-Pourri per il salotto

Create un pot-pourri fai da te abbinando, in alcune ciotoline, bacche di vaniglia, bastoncini di liquirizia, stecche di cannella, fiori di lavanda, petali di rosa essiccati, capolini essiccati di camomilla, chiodi di garofano e rametti di rosmarino: posizionatele in vari punti della casa e, a piacimento, arricchite il profumo con qualche goccia di olio essenziale di arancio o di lavanda.

Abbinate le spezie secondo il vostro personale gusto: scoprirete fragranze davvero sorprendenti.

Profumare la cucina

Se volete profumare la cucina in pochi munti, fate bollire dell’acqua (un pentolino colmo) con i semi di cardamomo e di finocchio, stecche di cannella e chiodi di garofano: si sprigionerà immediatamente un gradevole profumo. Se volte utilizzarlo anche per le altre stanze, è sufficiente filtrare il liquido e travasarlo in un contenitore spray.

In caso di odori forti come la cottura dei cavolfiori o la frittura, provate questa ricetta: fate bollire 800 ml di acqua, a fuoco medio, con 1 o 2 stecche di cannella, 4 semi di cardamomo schiacciati, 4 chiodi di garofano, 1 foglia di alloro e 1 cucchiaio di semi di coriandolo.

Quando il liquido diviene scuro e si è molto ristretto, spegnete il fuoco e lasciate che continui ad emanare la sua profumazione molto persistente. E’ possibile riutilizzarlo anche i giorni seguenti: basta porlo in frigorifero coperto da pellicola trasparente e poi, quando lo si vuole nuovamente usare, far ribollire il composto aggiungendo un po’ di acqua.

Per una profumazione casalinga dalle note esotiche invece, mettete in una pentola 3 rametti di rosmarino fresco, 1 lime a fette, 1 cucchiaino di estratto di vaniglia, 2 cucchiai di cocco grattugiato e coprite il tutto con dell’acqua. Fate bollire e lasciate che la casa si inebri di questa fragranza estiva e dal sapore vacanziero.

Profumare il camino

Se avete il camino, aggiungete alla legna da ardere anche dei rametti di rosmarino, aghi di pino e pigne e stecche di cannella: il profumo ed il calore che pervaderanno la vostra casa sarà davvero piacevole nelle fredde sere.

Profumare la biancheria

Per creare dei sacchetti profumati per la biancheria, utilizzate i fiori di lavanda e foglioline essiccate di salvia e di menta. Sfruttate i sacchetti anche come decorazioni per la casa, appendendoli alle maniglie o ai mobili per dare, oltre ad una nota di profumo, anche una nota di colore.

In estate, quando avete i fiori profumati in giardino o sul balcone, ricordatevi di raccoglierli e farli essiccare: anche con questi potrete realizzare degli ottimi sacchetti profumati per armadi.

Immancabile è la foglia e la scorza degli agrumi sui termosifoni: il loro profumo è ineguagliabile e molto piacevole. Ricordarsi di tagliarle a listarelle e, una volta essiccate, di riutilizzarle per creare nuovi pot-pourri.

Eliminare i cattivi odori

Per eliminare i cattivi odori, soprattutto in bagno o nella scarpiera, sfruttate l’origano, la menta e la maggiorana: fatele essiccare, tritatele, mettetele in un barattolo di vetro senza coperchio e posizionatelo nel luogo maleodorante. Se preferite una profumazione che assorba gli odori, ancora più forte, mescolate 200 gr di sale grosso, 2 cucchiaini di cannella in polvere, 1 cucchiaio di chiodi di garofano e 2 cucchiai di bicarbonato: ponete il tutto sempre in un barattolo di vetro o in una ciotola di legno.

Pulire la casa

Per pulire casa profumando, ecco due soluzioni molto semplici. Per gli specchi e i vetri, preparate un infuso di foglie secche o fresche di menta, di melissa e dell’aceto bianco (in parti uguali) e ponete il composto in un contenitore spray per poterlo utilizzare. Per pulire le piastrelle e il bagno invece, fate macerare per 3 settimane, al buio, 4 cucchiai di fiori di lavanda con 500 ml di aceto (bianco o di mele) in un barattolo di vetro. Agitatelo una volta al giorno e quando sarà pronto, utilizzatelo o puro o diluito in acqua.