Come utilizzare l’olio di cocco per avere capelli belli e sani

L’olio di cocco ha raggiunto una grande popolarità grazie alla sua varietà di usi e benefici.

Dalla cucina, ai trattamenti di bellezza, questo olio miracoloso è in cima alla lista dei rimedi naturali per prendersi cura del nostro benessere e della nostra bellezza.

Qualsiasi sia l’uso che ne vogliate fare, l’olio di cocco è un prodotto che non dovrebbe mancare nelle nostre case. 

Uno dei più frequenti metodi di utilizzo di questo olio è per la cura dei capelli. Riesce infatti a renderli ben idratati, ne stimola la ricrescita, elimina la forfora e li protegge dagli agenti microbici.

Benefici dell’olio di cocco per i capelli

L’olio di cocco è la fonte naturale più ricca di MCFAs, una catena di grassi acidi dalle proprietà antibatteriche e antimicrobiche che nutrono a fondo il nostro corpo. In particolare, l’elemento della catena presente in maggiori quantità è l’acido laurico. Esso si trova nel latte materno e aiuta a mantenere stabili i livelli ormonali, inoltre migliora la salute delle cellule.

Questa particolare sostanza presente nell’olio di cocco è una delle ragioni per cui esso è così efficace contrastare la perdita dei capelli. La struttura di questo olio gli permette di penetrare al’interno del cuoio capelluto in un modo in cui gli altri olii non riescono. Per questo motivo, molte persone notano splendidi risultati dopo pochissimo tempo dall’utilizzo dell’olio di cocco sui propri capelli.

Olio di cocco come balsamo

L’olio di cocco è privo degli elementi chimici che spesso troviamo nei prodotti in commercio ed è un eccellente balsamo per tutti i tipi di capelli. Secondo alcuni studi, questo olio è l’unico che riduce l’eventuale perdita delle proteine all’interno del capello. È proprio questa mancanza di proteine fondamentali che rende i capelli secchi e fragili.

L’acido laurico presente nell’olio di cocco ha un basso peso molecolare, quindi riesce a penetrare efficacemente nel cuoio capelluto, nutrendolo con vitamine, minerali e catene medie di acidi grassi.

L’olio di cocco aiuta a prevenire i danni provocati da uno scorretto spazzolamento e la sua conseguente caduta di capelli, è inoltre adatto anche per i bambini. Può essere usato come un balsamo senza risciacquo o come trattamento intensivo, lasciandolo in posa un paio d’ore prima di lavare i capelli.

Procedimento

Per capelli corti, cominciate con un ¼ di cucchiaino di olio di cocco, da riscaldare sul palmo della mano. Chi ha invece i capelli lunghi può raddoppiare la dose. Prestate particolare attenzione alle punte e al cuoio capelluto. Passate bene l’olio su tutti i capelli, magari aiutandovi con un pettine, e procedete alla piega.

Per un trattamento intensivo, utilizzate 1 cucchiaino (per capelli corti), 2 cucchiaini (per capelli lunghi fino alle spalle) o 1 cucchiaio (per capelli lunghi) di olio di cocco e fatelo riscaldare sul palmo delle vostre mani. Applicate su punte, lunghezze e cuoio capelluto. Coprite poi la chioma con una cuffia da doccia e lasciate in posa per 1-2 ore. Trascorso il tempo necessario, lavate con il vostro normale shampoo.

Olio di cocco per stimolare la crescita dei capelli

L’olio di cocco è una scelta sicura, efficace ed economica per trattare i capelli sottili e fragili. Riesce davvero a stimolarne la crescita e a renderli più spessi. La salute della chioma è spesso il risultato di ciò che avviene all’interno del nostro organismo e aggiungere i rimedi naturali alla nostra routine di bellezza spesso può aiutare.

Cibi ricchi di omega-3, come zucca, semi di chia, e tè verde aiutano a preservare la salute dei capelli dall’interno. Modificare in meglio la propria dieta e utilizzare con una certa costanza i trattamenti all’olio di cocco sono passaggi fondamentali per avere una chioma invidiabile.

Procedimento

Massaggiare l’olio di cocco sul cuoio capelluto stimola la circolazione sanguigna, promuovendo la crescita del capello. È importante farlo con una leggera pressione per circa 10 minuti e ripetere l’operazione 3-4 volte a settimana. Per un’azione diretta sul lo scalpo, basterà utilizzare 1 cucchiaino di olio di cocco.

Se preferite un trattamento che agisca più a fondo, aggiungete al’olio di cocco 4 gocce di olio essenziale di rosmarino. Esso è conosciuto per aumentare la crescita dei capelli del 20%. Dopo aver massaggiato per i soliti 10 minuti, coprite la chioma con una cuffia per doccia e attendete circa mezz’ora. Poi lavate via il tutto delicatamente.

Olio di cocco contro la forfora

L’olio di cocco viene usato come rimedio contro la forfora da secoli. L’acido laurico presente al suo interno ha forti poteri antibatterici che ripuliscono il cuoio capelluto da eventuali funghi responsabili del problema. L’olio di cocco è inoltre efficace anche per la forfora di natura secca.

Alcuni shampoo anti-forfora che si trovano in commercio, non solo non risolvono il problema, ma rischiano di peggiorarlo. Ciò avviene a causa delle componenti chimiche che spesso si trovano al loro interno. Curare la forfora con l’olio di cocco non darà risultati immediati, ma nel giro di qualche settimana noterete la differenza.

Procedimento

Per un trattamento intensivo contro la forfora, mescolate 2 cucchiaini di olio di cocco con 5 gocce di olio essenziale di lavanda, timo o tree tea. Dopo aver lavato i capelli, massaggiate sul cuoio capelluto. Assicuratevi di coprire ogni zona, dal collo, fino a dietro le orecchie. Coprite la chioma con una cuffia da doccia e lasciate in posa per 20-30 minuti. A questo punto, procedete al lavaggio con uno shampoo delicato. Ripetete il trattamento 2-3 volte alla settimana.

Non c’è bisogno di spendere una fortuna in prodotti cosmetici che promettono miracoli per i capelli. L’olio di cocco è un rimedio economico e facilmente reperibile che può dare un grande aiuto nel mantenere la chioma sempre sana e bella.

Condividi con un amico