abbronzatura – Vivo di Benessere http://www.vivodibenessere.it Il miglior Blog di salute e benessere Fri, 22 Mar 2019 16:03:10 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.10 Rimedi naturali contro le scottature solari http://www.vivodibenessere.it/rimedi-tempestivi-contro-le-scottature-del-sole/ Mon, 06 Aug 2018 09:00:25 +0000 http://www.vivodibenessere.it/?p=22232 Quando arriva l’estate si ha subito voglia di prendere il sole e ottenere un’abbronzatura perfetta da sfoggiare. Purtroppo però la pelle è particolarmente sensibile e se non viene protetta nel modo giusto rischia di danneggiarsi a causa della troppa esposizione al sole. Uno dei danni dovuti all’esposizione solare sono le scottature o le macchie solari […]

The post Rimedi naturali contro le scottature solari appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Quando arriva l’estate si ha subito voglia di prendere il sole e ottenere un’abbronzatura perfetta da sfoggiare. Purtroppo però la pelle è particolarmente sensibile e se non viene protetta nel modo giusto rischia di danneggiarsi a causa della troppa esposizione al sole.

Uno dei danni dovuti all’esposizione solare sono le scottature o le macchie solari a cui è facile andare incontro soprattutto durante le prime esposizioni. Ovviamente il modo migliore per evitare di ustionarsi e diventare rossi dopo la prima giornata di mare, è quello di applicare costantemente una protezione solare efficace.

Ma che fare quando ci si dimentica della protezione solare e si torna a casa con delle fastidiose scottature solari? Esistono molti modi per lenire il bruciore delle scottature solari, tra questi ci sono ottimi ed efficaci rimedi naturali per curare le ustioni da sole e dare sollievo alla nostra pelle. Ecco dei preziosi consigli per intervenire tempestivamente in caso di scottature solari: 

Impacchi rinfrescanti

La pelle brucia dopo un’ingenua esposizione al sole? Potete agire in modo repentino e calmare il bruciore grazie a degli impacchi naturali rinfrescanti. Ecco le possibili scelte tra varie alternative:

  • Aloe vera: quando la pelle brucia applicate sulla pelle l’aloe come fosse un doposole. Per un effetto maggiore riponetela in frigo prima dell’utilizzo.
  • Tè verde: applicate sulla pelle delle bustine di tè dopo averle messe in acqua e fatte raffreddare. Aiutatevi con un panno di lino o cotone.
  • Lattuga: Fate bollire per pochi minuti delle foglie di lattuga. Scolatele raccogliendo il sugo in una ciotola, dopo averlo fatto raffreddare applicatelo sulle zone da trattare con l’aiuto di un batuffolo di cotone.
  • Olio di cocco: applicate sulla zona interessata dalla scottatura dell’olio di cocco naturale che potete acquistare in erboristeria. L’effetto rinfrescante ed emolliente sarà immediato.

Yogurt bianco ricco di grassi:

Anche se non si direbbe, un semplice yogurt bianco, ricco di grassi e proteine, può essere un ottimo ed efficace rimedio naturale contro le scottature e le macchie solari. I grassi e le proteine infatti hanno un effetto anti-infiammatorio, che unito alle proprietà refrigeranti ed idratanti dello yogurt, riduce il dolore e il fastidio delle scottature solari, andando a riparare la pelle danneggiata e donando immediato sollievo Ecco come utilizzare lo yogurt sulle scottature:

  1. Prendere un cucchiaio di yogurt bianco e applicarlo direttamente sulla pelle scottata per beneficiare in pieno delle sue proprietà.
  2. Lasciare riposare per un po e poi sciacquare con acqua fredda e asciugare la zona delicatamente senza strofinare.

Latte:

Anche il latte, come lo yogurt, è ricco di grassi e proteine e il suo livello di ph acido funziona efficacemente come anti-infiammatorio. Per rimediare alle brutte scottature solari e trovare un po di sollievo, è quindi possibile utilizzare, invece delle solite creme, semplicemente del latte fresco.

  1. Prendere una spugnetta o un panno pulito e immergerlo in una ciotolina di latte fresco.
  2. applicare sulle scottature tamponando per 15-20 minuti ogni paio d’ore.

Camomilla:

Anche la camomilla, grazie alle sue preziose proprietà antiossidanti, anti-infiammatorie e calmanti, risulta essere un rimedio naturale ideale per alleviare le scottature in seguito ad un’eccessiva esposizione al sole. Ecco come procedere:

  1. Basta preparare una normale camomilla in acqua calda e poi lasciarla raffreddare.
  2. Una volta raffreddata la camomilla, prendere un panno o una spugnetta e immergerla nella camomilla per poi tamponare sulla pelle scottata per 15 minuti ogni paio d’ore.

Miele grezzo:

Il miele grezzo ha diverse proprietà benefiche per la pelle, grazie alla sua azione antibiotica e antifungina ma soprattutto può lenire e curare le ferite, le ulcere della pelle e anche le ustioni. È stato dimostrato che applicare il miele sulle ferite della pelle va a velocizzare il processo di guarigione e ad eliminare le possibili infezioni.

Il miele inoltre ha un effetto di pulizia, stimola la rigenerazione dei tessuti della palle ed ha proprietà anti-infiammatorie. Insomma il miele grezzo è sicuramente un rimedio naturale efficace per lenire il dolore e il fastidio delle scottature solari, vediamo come applicarlo:

  1. Con un cucchiaio prendere del miele grezzo e applicarne uno strato sottile sulla scottatura
  2. Avvolgere la zona con una garza
  3. Dopo circa un quarto d’ora, o comunque quando si è pronti per rimuovere il miele, sciacquare la zona delicatamente con dell’acqua.

Bagni allevianti

Quando le scottature provocano fastidi e bruciori alla pelle non c’è niente che procura un sollievo maggiore dei bagni rinfrescanti che potete preparare direttamente a casa vostra.

  • Acqua tiepida, mezzo bicchiere di bicarbonato e una manciata di sale grosso. Immergetevi nelle vasca e il sollievo sarà imminente.
  • Acqua e farina d’avena, grazie alle sue proprietà emollienti avrete una sensazione di freschezza e sollievo notevoli..

Cetriolo:

Il cetriolo è famoso per le sue proprietà cosmetiche, viene infatti utilizzato per diversi trattamenti di bellezza. È ricco di acqua, vitamine e sali minerali, per cui porta molti benefici al nostro organismo ma anche alla nostra pelle. Oltre ad avere un effetto sgonfiante, antiossidante e anti-infiammatorio, il cetriolo ha soprattutto un’azione lenitiva e rinfrescante perfetta per alleviare le scottature solari. È possibile utilizzarlo sulle scottature in due modi:

  • Tagliare il cetriolo a rondelle e applicare le fettine direttamente sulla zona del corpo scottata.
  • Tagliare il cetriolo a rondelle, immergerlo in una ciotola con dell’acqua fredda e lasciare un po in infusione. Dopodiché bisogna trasferire l’acqua al cetriolo in uno spruzzino e spruzzare sulle zone scottate, così da idratare e rinfrescare la pelle ustionata.

Aceto di mele:

L’aceto di mele è ricco di proprietà e benefici per l’organismo ma anche per pelle e capelli. In particolare l’aceto di mele, oltre a mantenere in salute la pelle, è ottimo per rimediare alle scottature o alle macchie solari, grazie alla sua azione rigenerante, anti-infiammatoria, antisettica e lenitiva. Ecco come utilizzarlo:

  1. prendere un cucchiaio di aceto di mele e diluirlo con dell’acqua fredda.
  2. trasferire il preparato in uno spruzzino e spruzzare su tutta la zona della pelle scottata e massaggiare delicatamente.

Salviettine umidificate per neonati:

Non tutti sanno che le salviettine umidificate che di solito si utilizzano per i neonati o i bambini, possono essere usate per lenire le scottature solari o comunque per dare sollievo alla pelle in seguito ad un’esposizione solare eccessiva.

Le salviettine per neonati infatti sono molto delicate e particolarmente indicate per essere applicate sulle pelli sensibili, inoltre hanno proprietà idratanti e rinfrescanti perfette per dare sollievo alle zone della pelle scottate dal sole. Basta prendere una salviettina e tamponare delicatamente sulla scottatura. 

Indumenti leggeri

Quando incappate in una scottatura è buona norma indossare indumenti leggeri e in tessuti naturali. Evitare il sintetico che aumenta la sensazione di bruciore ed irritazione.

Fate respirare la pelle e indossate solo capi in cotone e lino. Le fibre naturali a contatto con la pelle non provocano irritazioni ma lasciano la pelle libera si respirare, senza bruciori.

Con i primi soccorsi le scottature non saranno un problema, questo non vale per vere e proprie ustioni. In questo caso rivolgersi ad uno specialista.

 

 

The post Rimedi naturali contro le scottature solari appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Come evitare di spellarsi dopo l’abbronzatura? http://www.vivodibenessere.it/come-evitare-di-spellarsi-dopo-abbronzatura/ Fri, 27 Jul 2018 16:43:52 +0000 http://www.vivodibenessere.it/?p=32953 Ormai, al termine della stagione estiva, siamo abituati a vedere la pelle abbronzata man mano spellarsi, macchiarsi, e rovinarsi del tutto diventando insopportabile e brutta da vedere. A volte iniziamo a spellarci addirittura già dopo pochi giorni dalla prima esposizione al sole, soprattutto in seguito ad una scottatura. Insomma non è così facile riuscire a […]

The post Come evitare di spellarsi dopo l’abbronzatura? appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Ormai, al termine della stagione estiva, siamo abituati a vedere la pelle abbronzata man mano spellarsi, macchiarsi, e rovinarsi del tutto diventando insopportabile e brutta da vedere. A volte iniziamo a spellarci addirittura già dopo pochi giorni dalla prima esposizione al sole, soprattutto in seguito ad una scottatura.

Insomma non è così facile riuscire a mantenere intatta e luminosa la tintarella conquistata, con tanto sudore, sotto il sole dei mesi estivi. Tuttavia non c’è da disperarsi poiché esistono modi per prevenire o rimediare alla spellatura post-abbronzatura, basta solo stare un po più attenti e non dimenticarsi alcuni passaggi da fare prima, durante e dopo l’esposizione al sole, fondamentali se vogliamo far durare più a lungo la nostra abbronzatura. 

Ecco alcuni consigli per valorizzare la tintarella estiva e farla durare il più possibile senza spellarsi: 

Cosa fare per ottenere un’abbronzatura perfetta:

La prima cosa da fare per evitare di spellarsi, è riuscire ad ottenere un’abbronzatura al top, senza ustionarsi alle prime esposizioni al sole, evitando scottature che irritano la pelle, portando alla formazione di bollicine e la conseguente desquamazione della pelle.

Prevenire le scottature, preparando prima la pelle ad un’intensa esposizione al sole, è sicuramente il primo passaggio da compiere per ottenere un’abbronzatura perfetta, dorata e soprattutto senza spellature. Ovviamente molto dipende anche dal tipo di pelle.

Chi ha una carnagione molto chiara tenderà a diventare più rosso, e a scottarsi più facilmente se non si protegge bene dai raggi solari almeno nelle prime esposizioni, mentre chi ha una carnagione già naturalmente più scura, le vacanze estive non andranno a far altro che intensificare la pigmentazione della pelle, rendendola più velocemente dorata e abbronzata.

Tuttavia l’incubo di spellarsi riguarda tutti i tipi di pelle, anche perché ci si può spellare o in seguito alle prime scottature, oppure quando durante e dopo l’esposizione solare non abbiamo idratato bene la pelle. Vediamo quindi cosa fare per preparare la nostra pelle ad un’abbronzatura senza spellature:

  • alimentazione: stimolare la melanina mangiando carote o albicocche e in generale tanta frutta o ortaggi con beta-carotene, bere molta acqua per idratarsi e facilitare l’abbronzatura, va bene anche bere the, infusi, centrifugati di frutta o verdura drenanti.
  • integrare la dieta con integratori specifici per il sole: integratori a base di beta-carotene, vitamina A, vitamina E, vitamina C, licopene.
  • idratare accuratamente la pelle prima e durante l’esposizione al sole: applicare creme o oli sulla pelle prima di andare a mare o in piscina è importante per evitare di avere una pelle secca già prima di prendere il sole, e ricordarsi di mantenere la pelle idratata durante il giorno.
  • non esporsi eccessivamente al sole: abbronzarsi gradualmente è la cosa migliore da fare per non scottarsi, e per avere un’abbronzatura uniforme e duratura.
  • i primi giorni di sole applicare filtri solari elevati e costantemente: applicare una crema o un olio protettivo ai raggi UV, almeno ogni 2 o 3 ore durante l’esposizione e che non sia inferiore al livello 30 i primi giorni e poi abbassare il livello di protezione man mano.

Come mantenere l’abbronzatura senza spellarsi?

Quando ormai si ha una pelle già perfettamente abbronzata, resta il problema di mantenerla, e soprattutto di mantenerla bella, luminosa, evitando le possibili pellicine e macchie. Questa è forse la cosa più difficile da fare, poiché spesso durante e dopo le vacanze, una volta ottenuta la tintarella, tendiamo a trascurarla. In realtà ci sono dei piccoli segreti per far si che l’abbronzatura rimanga intatta il più a lungo possibile senza spellarsi, ecco cosa fare:

  • non fare bagni caldi prolungati: preferire docce tiepide poiché l’acqua tiepida mantiene la pelle elastica e compatta, mentre il contatto prolungato della pelle con l’acqua calda favorisce la desquamazione.
  • non strofinare la pelle: evitare di strofinare la pelle quando si esce dalla doccia, o in qualsiasi altra occasione, per asciugarsi meglio tamponare con l’asciugamano.
  • fare scrub delicati: per evitare di spellarsi è importante fare gli scrub, questi infatti non vanno a togliere l’abbronzatura come si pensa, ma eliminano soltanto le cellule morte che in ogni caso andrebbero via.
  • evitare l’aria condizionata: non fa altro che seccare la pelle
  • non dimenticarsi mai di idratare la pelle con prodotti delicati, senza alcool: idratare la pelle costantemente è la cosa più efficace da fare per mantenere l’abbronzatura e non rischiare di spellarsi, preferire oli essenziali naturali, creme idratanti delicate.
  • non usare profumi o deodoranti troppo aggressivi
  • usare un dopo sole lenitivo, idratante che esalti l’abbronzatura: è un passaggio importante da fare dopo l’esposizione al sole e ogni tanto anche dopo le vacanze. 

Come rimediare alla spellatura post-abbronzatura?

Se non si sta ben attenti a prendersi cura, nel modo giusto, della pelle prima dell’esposizione al sole, e dell’abbronzatura dopo le vacanze, è quasi inevitabile che si vada incontro ad una pelle spellata, macchiata e brutta da vedere. Cosa fare allora quando ormai si è spellati? Molto dipende dal tipo di scottatura, e della condizione della spellatura:

  • Se le pellicine sono molto sottili, vuol dire che si tratta di una lieve scottatura, quindi risulta più semplice rimediare, basta applicare creme o oli a base di aloe vera, la sera meglio applicare creme cicatrizzanti a base di acido ialuronico specifiche per le scottature e aspettare un po di giorni prima di esporsi nuovamente al sole.
  • Se le pellicine sono sottili e al di sotto la pelle è simile al normale colorito della tua pelle, anche in questo caso la situazione non è gravissima e basta non fare scrub per eliminare le pellicine, ma limitarsi a toglierle delicatamente con la punta delle dita e solo quando la pelle è totalmente rinnovata prendere di nuovo il sole e ricominciare ad abbronzarsi nel modo giusto.
  • Se le pellicine sono molte e al di sotto la pelle appare rosa e fresca, in questo caso la scottatura è più grave del solito e la situazione è abbastanza irreparabile, la cosa migliore da fare è evitare di togliere le pellicine, lasciando riposare la pelle, non esponendosi al sole per un po di tempo, applicare prodotti delicati e lenitivi. 

 

 

 

 

 

The post Come evitare di spellarsi dopo l’abbronzatura? appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Come rimuovere l’abbronzatura http://www.vivodibenessere.it/come-rimuovere-abbronzatura/ Thu, 14 Jun 2018 17:39:37 +0000 http://www.vivodibenessere.it/?p=32335 Quando arriva l’estate tutti siamo alla ricerca di un colorito dorato che ci faccia dimenticare il pallore dell’inverno, ma può capitare che la ricerca dell’abbronzatura perfetta può fallire a causa dell’utilizzo di autoabbronzanti o a causa di un’esposizione al sole selvaggia. Ecco perchè magari cerchi metodi per togliere via l’abbronzatura. L’utilizzo di autoabbronzanti può essere […]

The post Come rimuovere l’abbronzatura appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Quando arriva l’estate tutti siamo alla ricerca di un colorito dorato che ci faccia dimenticare il pallore dell’inverno, ma può capitare che la ricerca dell’abbronzatura perfetta può fallire a causa dell’utilizzo di autoabbronzanti o a causa di un’esposizione al sole selvaggia. Ecco perchè magari cerchi metodi per togliere via l’abbronzatura.

L’utilizzo di autoabbronzanti può essere utile per ottenere un colorito sano quando non ci è proprio possibile prendere il sole. A lungo andare, però, può essere un problema in quanto l’accumulo di autoabbronzante sulla pelle può far sviluppare un colorito che vira verso l‘arancione oppure se non spalmato bene e in modo uniforme può causare delle macchie sulla pelle.

Esporsi al sole senza l’utilizzo di una crema solare può causare scottature e, successivamente, spellature e pelle morta. Il processo di spellatura ha come conseguenza una pelle screpolata e a macchie.

Durante le belle giornate all’aria aperta può capitare di prendere il sole inavvertitamente. In questi casi, poiché ci abbronziamo non intenzionalmente, l’abbronzatura non è uniforme e, magari, sono presenti anche i segni degli indumenti che indossavamo in quel momento. Come è ovvio, il risultato sarà molto antiestetico.

La pelle subisce un processo di esfoliazione naturale e l’abbronzatura viene rimossa nel giro di 3-4 settimane. Ma nei casi sopraelencati l’abbronzatura può diventare un problema e sentiamo il bisogno di eliminarla velocemente.

Fai uno scrub

Esfoliare la pelle utilizzando uno scrub è uno dei metodi più validi per eliminar l’abbronzatura indesiderata.

Fare uno scrub è molto facile e può essere fatto comodamente a casa utilizzando un paio di ingredienti:

  • olio d’oliva o yogurt bianco o miele
  • sale o zucchero

Mescolare questi ingredienti insieme e creare una sorta di crema che poi andrà applicata sulla pelle. Attenzione: se volete esfoliare la pelle del viso scegliere degli ingredienti con una grana sottile e delicata, come ad esempio la farina di mandorle o di cocco.

Sotto la doccia, prendere lo scrub e massaggiarlo con movimenti delicati e circolari sulla zona interessata da esfoliare. Risciacquare con abbondante acqua e tamponare con l’asciugamano.

Il risultato sarà immediato, lo strato superficiale corneo sarà eliminato e quindi l’abbronzatura schiarita. Di solito si consiglia di eseguire uno scrub una volta a settimana, ma considerando che abbiamo necessità di eliminare velocemente lo strato di abbronzatura, possiamo eseguire lo scrub anche una volta ogni 2-3 giorni.

Usa una spugna vegetale

È una zucca che essiccata assume un’aspetto fibroso. Perciò diventa una spugna, da usare sotto la doccia, ha la funzione di essere leggermente esfoliante sulla pelle.

Succo di limone e gel aloe vera

L’acido citrico presente nel succo di limone ha proprietà schiarenti, può essere applicato sulla pelle anche da solo ma tende a seccarla. Perciò, il giusto compromesso è quello di unire succo di limone e gel di aloe vera: quest’ultimo ha proprietà idratanti e quindi va a controbilanciare l’effetto del succo di limone.

Applicare il composto sulla pelle per circa 20-30 minuti e non esporsi al sole subito dopo.

Acido lattico

L’acido lattico ha un potere schiarente: utilizzare latte o uno yogurt da passare sulla pelle, lasciarlo agire per circa 20 minuti.

In commercio esistono anche prodotti per il peeling a base di acido lattico.

Poiché dopo i trattamenti di peeling la pelle è sensibile ai raggi solari è importante non esporsi al sole.

Avena e latticello

L’avena, passata sulla pelle o aggiunta nell’acqua della vasca, ha proprietà esfolianti. Il latticello contiene acido lattico e perciò è uno schiarente naturale. Insieme permettono di rimuovere efficacemente l’abbronzatura.

Quindi unire due cucchiai di avena al latticello in modo da ottenere una crema spalmabile e massaggiare delicatamente.

Cetriolo, limone e acqua di rose

Il cetriolo ha proprietà astringenti, il limone proprietà schiarenti e l’acqua di rose rinfresca la pelle. Con questo rimedio si schiarisce e allo stesso tempo si cerca di attenuare l’effetto pelle secca che il trattamento potrebbe causare. Si consiglia di strofinare sulla pelle e ripetere in trattamento una volta ogni 2-3 giorni fino all’ottenimento del risultato desiderato.

Crema idratante

Dopo aver preso il sole o dopo i trattamenti per eliminare l’abbronzatura non bisogna mai dimenticarsi di idratare la pelle. Mantenere la pelle in uno stato di idratazione adeguata permette di evitare gli inconvenienti legati alla pelle secca e alla sua esfoliazione massiva che spesso causa le antiestetiche macchie sulla pelle.

The post Come rimuovere l’abbronzatura appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Come abbronzarsi dal balcone di casa? http://www.vivodibenessere.it/come-abbronzarsi-dal-balcone-di-casa/ Mon, 11 Jun 2018 14:06:18 +0000 http://www.vivodibenessere.it/?p=32269 Quando le giornate iniziano a farsi più calde, a tutti viene l’irrefrenabile voglia di iniziare ad indossare abiti estivi. I vestiti estivi, per quanto belli, leggeri e colorati, hanno l’inconveniente di lasciare scoperte molte parti del corpo che, all’inizio dell’estate, sono ancora un po’ pallide. Quindi si sente il bisogno impellente di avere una pelle, […]

The post Come abbronzarsi dal balcone di casa? appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Quando le giornate iniziano a farsi più calde, a tutti viene l’irrefrenabile voglia di iniziare ad indossare abiti estivi. I vestiti estivi, per quanto belli, leggeri e colorati, hanno l’inconveniente di lasciare scoperte molte parti del corpo che, all’inizio dell’estate, sono ancora un po’ pallide.

Quindi si sente il bisogno impellente di avere una pelle, se non proprio abbronzata, quanto meno dorata. Ma come fare se impegni lavorativi o di studio non ci permettono di andare in vacanza, al mare o al parco?

Ci si può abbronzare a casa: basta avere anche un piccolo balcone ed ecco che possiamo assicurarci un’abbronzatura uniforme e a prova di abitino.

Vediamo come fare a raggiungere questo risultato.

Usa integratori per l’abbronzatura

Prima di esporsi al sole è necessario preparare la pelle: con l’utilizzo di integratori alimentari a base di betacarotene che favoriscono l’abbronzatura.

Questi integratori per l’abbronzatura hanno lo scopo di:

  • fornire alla pelle molecole che hanno lo scopo di proteggersi dagli effetti dei raggi UV
  • stimolare la produzione di melanina, che da colore e protezione alla pelle
  • ottenere un’abbronzatura intensa e uniforme
  • far durare più a lungo l’abbronzatura

Sul mercato c’è un’ampia scelta di integratori per l’abbronzatura, di solito sono venduti in capsule. Per aumentare l’efficacia devono essere assunti almeno un mese prima dall’esposizione al sole.

Fai uno scrub

Esfoliare la pelle prima dell’esposizione al sole è un’ottima strategia per assicurarsi un’abbronzatura uniforme ed evitare antiestetiche macchie sulla pelle.

Fare uno scrub permette di:

  • eliminare lo strato di cellule morte superficiale dell’epidermide
  • dare lucentezza alla pelle
  • dare morbidezza alla pelle
  • rendere la pelle uniforme
  • massimizzare l’effetto di tutte le creme che vengono messe sulla pelle, ad esempio la crema idratante

Lo scrub può essere fatto in casa utilizzando ingredienti naturali: semplicemente basterà prendere ad esempio dello zucchero e unirlo a del miele. Le dosi dipendono dall’estensione della zona da trattare, ma l’importante è ottenere una sorta di crema con dei granuli all’interno. Proprio i granuli hanno il potere esfoliante, infatti è importante eseguire un massaggio energico ma al tempo stesso delicato per non danneggiare la pelle.

Compra una crema solare

Utilizzare una crema solare è assolutamente necessario. I danni che i raggi UV provocano alla pelle sono tantissimi: rossori, eritemi, scottature, invecchiamento precoce, melanomi.

Quindi, per minimizzare i rischi dell’esposizione al sole, usare una protezione solare è fondamentale.

Per scegliere la crema solare adatta al proprio tipo di pelle bisogna analizzare il proprio fototipo: se si ha pelle chiara allora è il caso di usare una protezione SPF 50, nel caso di un fototipo pià scuro allora anche una crema con SPF 30 può andar bene.

Importante alla prima esposizione usare una crema solare con SPF (fattore di protezione solare) più alto e poi gradualmente, man mano che aumentiamo la frequenza dell’esposizione, scalare ad un fattore di protezione più basso. Importante non utilizzare creme con meno di un fattore di protezione SPF 15.

Scegliere le ore giuste della giornata

Se si approfitta della pausa pranzo per prendere il sole sarà difficile scegliere le ore giuste in cui esporsi al sole. Ma se abbiamo la possibilità di scelta allora bisogna tener presente che le ore più calde del giorno sono quelle dalle 12 alle 15. Durante queste ore i raggi solari sono anche più intensi, quindi sarebbe meglio evitarli per non incorrere in scottature o altri danni che potrebbero causare.

Esporsi al sole

Dopo tutti questi accorgimenti, finalmente, possiamo esporci al sole. Se si prende il sole dal balcone di casa possiamo limitare le esposizioni anche a 15 minuti al giorno tutti i giorni, o comunque appena possibile, e sicuramente otterremo risultati visibili sull’abbronzatura.

Importante munirsi di:

  • protezione solare
  • spruzzino con acqua
  • sdraio o lettino comodi
  • un buon libro o cuffiette per la musica

Quando si decide di prendere il sole dal balcone di casa l’importante è stare comodi, non soffrire il caldo e non annoiarsi.

The post Come abbronzarsi dal balcone di casa? appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Integratori per l’abbronzatura http://www.vivodibenessere.it/integratori-per-labbronzatura/ Thu, 07 Jun 2018 09:19:55 +0000 http://www.vivodibenessere.it/?p=32099 Appena si avvicina l’estate, la questione abbronzatura torna subito alla ribalta. È un tema molto delicato e, per quanto ormai tutti sono a conoscenza dei danni che può portare alla pelle l’esposizione senza filtri ai raggi solari, c’è sempre qualcuno che ritiene non necessario l’utilizzo per delle creme solari. La pelle è sensibile ai raggi […]

The post Integratori per l’abbronzatura appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Appena si avvicina l’estate, la questione abbronzatura torna subito alla ribalta. È un tema molto delicato e, per quanto ormai tutti sono a conoscenza dei danni che può portare alla pelle l’esposizione senza filtri ai raggi solari, c’è sempre qualcuno che ritiene non necessario l’utilizzo per delle creme solari.

La pelle è sensibile ai raggi UVA e UVB del sole che le provocano danni evidenti come eritemi, invecchiamento precoce e scottature. Ma se i danni non sono subito visibili, i raggi solari, causano alla pelle danni più profondi, dal punto di vista molecolare, favorendo la produzione e la liberazione dei radicali liberi che vanno ad intaccare cellule e compartimenti cellulari che, nel tempo e con le esposizioni ripetute, possono provocare dall’invecchiamento della pelle al melanoma.

Pertanto è importantissimo l’uso di creme solari con fattore di protezione (SPF) come buona abitudine tutto l’anno, e in estate in particolare, per proteggersi da potenziali danni alla salute.

Ma c’è un modo per prevenire i potenziali danni del sole e come preparasi al meglio all’estate?

Cosa sono gli integratori per l’abbronzatura

Gli integratori per l’abbronzatura sono dei prodotti studiati per preparare la pelle all’esposizione al sole. Sono capsule composte da sostanze che favoriscono la produzione della melanina, per un’abbronzatura uniforme e combattono la comparsa di radicali liberi a seguito dell’esposizione ai raggi solari.

In commercio se ne trova un’ampia varietà, spesso sono equivalenti, l’unico modo per scegliere un integratore piuttosto che un altro è leggere gli ingredienti e capire quello che fa più al caso vostro.

Importante ricordare che non sono un’alternativa alle creme solari, ma fungono da supporto! Quindi anche se avete utilizzato questi integratori alimentari prima dell’estate, bisogna sempre utilizzare una protezione solare ad ogni esposizione.

Quando usare gli integratori per l’abbronzatura

Gli integratori alimentari che favoriscono l’abbronzatura vanno assunti almeno trenta giorni prima dell’esposizione al sole, assumerli quando si è già al mare risulta inutile.

Come scegliere gli integratori per l’abbronzatura

Per scegliere l’integratore adatto alla preparazione della nostra pelle all’esposizione ai raggi solari, bisogna concentrarsi sulla formulazione e la composizione degli ingredienti. Bisogna orientare la scelta verso integratori che contengono:

  • betacarotene: nella quantità massima di 7,5 mg (dose stabilita dal Ministero della Salute, quantità maggiori di questa molecola potrebbero avere effetti dannosi su donne in gravidanza, che la cercano e in fumatori)
  • antiossidanti: molecole che proteggono le cellule dallo stress ossidativo
  • tirosina e altri aminoacidi: stimolano la sintesi della melanina

Cosa contengono gli integratori per l’abbronzatura

I migliori integratori per l’abbronzatura contengono minerali (zinco, selenio, magnesio, rame), carotenoidi (astaxantina, licopene e luteina), vitamine E e C, betacarotenevitamina PP, amminoacidi e antiossidanti. Sono tutte molecole che, lavorando in sinergia tra loro, svolgono un’azione di protezione dallo stress ossidativo e prevengono da scottature solari ed eritemi.

Betacarotene

Il betacarotene, presente in carote, paprika e peperoncino è un precursore della vitamina A. È il miglior integratore da utilizzare per favorire l’abbronzatura in quanto funge da colorante naturale.

Il betacarotene ha tantissime funzioni positive per la pelle:

  • predispone ad un’abbronzatura omogenea e veloce
  • è un antiossidante
  • contrasta l’invecchiamento della pelle e la comparsa delle rughe
  • tratta pelle acneica e secca
  • previene arrossamenti ed eritemi

Il betacarotene ha anche altre proprietà che lo rendono un integratore utile non solo per la salute della pelle:

  • favorisce la crescita ossea
  • protegge da patologie cardiovascolari
  • se assunto da donne in gravidanza, contribuisce allo sviluppo e al funzionamento dei tessuti del feto

Melanina

La melanina è prodotta naturalmente dal nostro organismo per difendere la pelle dai raggi UV. Gli integratori a base di melanina vegetale danno il vantaggio, a chi li assume, di:

  • difendere la pelle dai raggi ultravioletti
  • accelerare l’abbronzatura

Questi integratori sono particolarmente adatti ai bambini e a chi ha la pelle chiara e sensibile.

Tirosina

È un aminoacido che è implicato nella sintesi della melanina. La tirosina viene assunta con la dieta, frequentemente la si trova come ingrediente negli integratori per favorire l’abbronzatura.

Benefici degli integratori per l’abbronzatura

L’assunzione di integratori per l’abbronzatura comporta notevoli benefici:

  • rinforza le difese della pelle dagli effetti dai raggi ultravioletti
  • stimola la produzione di melanina, un pigmento protettivo
  • protegge la pelle dall’azione dei radicali liberi
  • favorisce la produzione di collagene che mantiene elastica la pelle
  • previene l’invecchiamento precoce della pelle
  • riduce la possibile comparsa di edema, arrossamento, bolle e reazioni infiammatorie legate all’esposizione ai raggi solari
  • permette di ottenere un’abbronzatura intensa, omogenea e mantenuta più a lungo

Controindicazioni all’uso degli integratori per l’abbronzatura

Gli integratori per l’abbronzatura non hanno controindicazioni per l’uso e non hanno bisogno di prescrizione medica.

Rivolgersi al medico in caso abbiate un particolare tipo di pelle, chiara e sensibile all’esposizione al sole, oppure siete in gravidanza. Inoltre, prima di assumere l’integratore, è importante chiedere un parere medico in caso di una terapia farmacologica in corso in modo da non interferire con il farmaco assunto.

Leggere la formulazione dell’integratore in caso di allergie o intolleranze, se già lo avete assunto, sospendere immediatamente l’assunzione.

Gli integratori per l’abbronzatura funzionano?

Questi integratori alimentari potrebbero risultare molto utili a tutti, ma in particolare in soggetti con pelle fotosensibile e chiara (fototipo I e II), vulnerabile a scottature, eritemi, dermatite e vitiligine.

Con il loro mix di sostanze preparano la pelle a combattere eventuali danni legati all’esposizione ai raggi UVA e UVB, perciò sono molto adatti:

  • a chi lavora all’aria aperta
  • a chi non si espone da tempo al sole
  • a chi per problemi di salute deve evitare di abbronzarsi.

Con questi integratori alimentari viene fornita alla pelle la capacità di adattarsi all’intensità dei raggi solari estivi.

Infine, a differenza delle creme solari che agiscono dall’esterno come una sorta di barriera riducendo la sintesi endogena di vitamina D, questi integratori forniscono una protezione alla pelle dall’interno e non interferiscono sulla sintesi di altre molecole utili per l’organismo.

Migliori integratori per l’abbronzatura

Online. in farmacia, parafarmacia, erboristeria, al supermercato: praticamente gli integratori alimentari vengono venduti ovunque anche perché non sono considerati propriamente dei farmaci.

Come accennato prima, sul mercato ce n’è un’ampia varietà. Vediamone alcuni:

  • Bioscalin Sole Pelle e Capelli: protegge la salute di capelli e della pelle dallo stress ossidativo con un mix di zinco, manganese, betacarotene e vitamina C ed E
  • Kaleido Dietasole: integratore che contiene betacarotene, previene dallo stress ossidativo con la vitamina E, il CoQ10 e la luteina, mentre rinforza i sistemi di protezione fisiologica contro le scottature grazie all’olio di borragine titolato in omega 6
  • Rilastil Sun System: olio di borragine, estratto di semi d’uva, vitamina E, selenio, acido γ-linolenico hanno lo scopo di proteggere la pelle mentre la L-tirosina favorisce la pigmentazione
  • Photoderm Oral Bronze di Bioderma: favorisce la pigmentazione fisiologica della pelle e previene le intolleranze cutanee causate dal sole grazie agli omega 3 e alle vitamine C ed E
  • Defence Sun Integratore Alimentare di Bionike: contiene betacarotene, vitamina C ed E, zinco, rame, licopene, acido Linoleico, beta glucano e L-Carnosina, potente anti-age

The post Integratori per l’abbronzatura appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Connettivina Sole http://www.vivodibenessere.it/connettivina-sole/ Sat, 26 May 2018 09:40:00 +0000 http://www.vivodibenessere.it/?p=31906 In estate, dopo aver trascorso una bella giornata di sole sulla spiaggia, spesso ci ritroviamo a fine giornata con la pelle arrossata, ustionata, o con fastidiosi eritemi solari. Le scottature solari, gli eritemi, le macchie e altri possibili danni alla pelle causati dalla troppa esposizione al sole, sono molto ricorrenti soprattutto quando si ha la […]

The post Connettivina Sole appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
In estate, dopo aver trascorso una bella giornata di sole sulla spiaggia, spesso ci ritroviamo a fine giornata con la pelle arrossata, ustionata, o con fastidiosi eritemi solari.

Le scottature solari, gli eritemi, le macchie e altri possibili danni alla pelle causati dalla troppa esposizione al sole, sono molto ricorrenti soprattutto quando si ha la carnagione chiara e, durante le prime esposizioni al sole pur di abbronzarci velocemente, non proteggiamo abbastanza la nostra pelle.

Una soluzione per lenire e calmare il bruciore delle scottature solari, potrebbe essere Connettivina Sole, un prodotto in crema gel o spray, da applicare localmente per favorire il naturale ripristino della barriera cutanea.

Connettivina Sole: che cos’è?

Connettivina Sole, è un prodotto farmaceutico, disponibile in farmacie e parafarmacie ad un prezzo di circa 12 euro, che grazie alle sue proprietà lenitive e calmanti, è ideale da applicare sulla pelle ustionata.

Contiene infatti due principi attivi, l’acido ialuronico e l’estratto di avena, che svolgono un importante azione riparatrice e calmante sulle scottature della pelle, sugli eritemi solari e gli arrossamenti.

E’ un prodotto piacevole e fresco che può essere utilizzato sia per il trattamento di scottature ed eritemi, ma anche semplicemente per dare sollievo alla pelle leggermente arrossata e accaldata dopo l’esposizione al sole.

Connettivina Sole grazie alle sue componenti, favorisce l’idratazione, ripristina la barriera cutanea danneggiata, lenisce e calma il bruciore, donando una sensazione di freschezza e sollievo. La sua formulazione, priva di parabeni e conservanti, oltre che dall’acido ialuronico e dall’avena, è arricchita con:

  • Olio di Echium: ha un’azione protettiva della barriera cutanea.
  • Vitamina E e Olio di Crusca di Riso: sono dotati di proprietà antiossidanti.
  • Ceramide: possiede un’attività liporestitutiva.
  • Dragosine: aiuta a proteggere dal danno UV.

Connettivina Sole: come funziona?

L’azione lenitiva, calmante e riparatrice che Connettivina Sole svolge sulla pelle scottata e arrossata, funziona soprattutto grazie ai due principi attivi che la compongono, ossia l’acido ialuronico e l’estratto d’avena:

Acido ialuronico:

L’acido ialuronico è uno dei principali principi attivi della Connettivina Sole. È un costituente naturale della nostra pelle, prodotto dai fibroblasti, per la riparazione e la rigenerazione cutanea a seguito di una lesione della pelle, poiché accelera i processi svolti da tutte le altre cellule.

L’alto contenuto di un principio come l’acido ialuronico in Connettivina Sole fa sì che questo farmaco favorisca anche il mantenimento di una pelle sana e giovane, donandole morbidezza e idratazione.

Incrementando il livello di acido ialuronico infatti, si favorisce il metabolismo delle cellule della pelle in maniera naturale, biocompatibile e riassorbibile dal momento che questa sostanza è già naturalmente presente nella pelle.

Estratto di avena:

L‘estratto di avena è l’altro importante principio attivo che caratterizza la Connettivna Sole. È costituito da amido, polisaccaridi come beta-glucani e arabinoxilani, peptidi, sostanze proteiche, sali minerali e vitamine del gruppo B, che conferiscono all’estratto proprietà idratanti, anti-arrossamento e anti-prurito.

In virtù delle sue proprietà idratanti e lenitive, l’estratto di avena viene impiegato per la formulazione di paste dermiche, cosmetici, lozioni e in particolare lo ritroviamo in tutti quei prodotti destinati a pelli sensibili e facilmente arrossabili.

Connettivina Sole: come usarla?

Connettivina Sole è disponibile sia nella versione crema gel che in quella spray. Entrambe le versioni, sono caratterizzate da texture fluide e da un rapido assorbimento, infatti non ungono la pelle e donano un’intensa sensazione di freschezza in grado di conferire una rapida sensazione di sollievo.

Il prodotto in generale deve essere distribuito in maniera omogenea su tutta la zona da sottoporre al trattamento, e bisogna applicarlo più volte nel corso della giornata, fino alla cura completa della scottatura o dell’eritema solare.

Le modalità di applicazione possono però leggermente variare a seconda di quale delle due versioni di Connnetivina Sole si utilizza:

  • Connettivina Sole crema gel: è adatta soprattutto per le piccole superfici come décolleté, viso, mani. Va spalmata in modo omogeneo sulle zone interessate.
  • Connettivina Sole spray: è utile per trattare le zone più ampie come schiena, pancia, gambe e piedi. Permette fino a 260 erogazioni e può essere utilizzato anche a flacone capovolto, consentendo il raggiungimento di zone più difficili. L’erogazione consente una nebulizzazione omogenea sulla pelle che non implica l’utilizzo delle mani.

Connettivina Sole: ci sono controindicazioni?

In linea di massima Connettivina Sole è un farmaco che non ha controindicazioni, se non legate a chi ha problemi di ipersensibilità e allergia con qualche suo componente. Il prodotto infatti non ha mai dato segnali di interazione con l’assunzione di altri medicinali o altri trattamenti nella stessa zona di interesse.

Connnettivina Sole quindi non comporta particolari effetti collaterali, poiché è sostanzialmente composta da acido ialuronico, molecola già presente nel nostro organismo, e da estratti vegetali e naturali. Infatti può essere tranquillamente utilizzata anche da donne in gravidanza o in allattamento.

Ad ogni modo, per ragioni di sicurezza, è sempre opportuno in caso di assunzione contemporanea di altri farmaci chiedere un consiglio al proprio medico o al farmacista prima di acquistare il prodotto.

Prezzo e dove comprare Connettivina?

E’ possibile comprare online Connettivina Sole con spedizione gratuita. Il prezzo è di 9.90€ per spray da 50ml

The post Connettivina Sole appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Olio abbronzante: quale scegliere? http://www.vivodibenessere.it/olio-abbronzante-quale-scegliere/ Fri, 25 May 2018 10:44:11 +0000 http://www.vivodibenessere.it/?p=31858 L’estate è arrivata, e insieme alla voglia di mare e di vacanze, è arrivata anche la voglia di avere una pelle bella da mostrare, abbronzata ma allo stesso tempo liscia, setosa e splendente. Insomma nella stagione più calda, avere una pelle perfetta e dorata è l’obiettivo di tutte le donne, ma anche di molti uomini. […]

The post Olio abbronzante: quale scegliere? appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
L’estate è arrivata, e insieme alla voglia di mare e di vacanze, è arrivata anche la voglia di avere una pelle bella da mostrare, abbronzata ma allo stesso tempo liscia, setosa e splendente. Insomma nella stagione più calda, avere una pelle perfetta e dorata è l’obiettivo di tutte le donne, ma anche di molti uomini. Un aiuto importante per raggiungere quest’obiettivo, sono sicuramente gli oli abbronzanti.

L’olio abbronzante infatti è uno dei prodotti più utilizzati per favorire l’abbronzatura, proteggere la pelle da macchie solari e scottature, e per renderla più morbida e luminosa. In commercio ce ne sono tanti, la scelta è ampia, ma bisogna scegliere un olio abbronzante di qualità, che rispetti la nostra pelle e non si limiti semplicemente ad accelerare il processo di abbronzatura.

La scelta dei prodotti da applicare sulla nostra pelle deve essere attenta e responsabile, per cui è importante in questo caso saper scegliere l’olio abbronzante più adatto a noi. Ecco cosa c’è da sapere per fare la scelta giusta e acquistare il miglior olio abbronzante.

Olio abbronzante: deve proteggere la pelle

Il motivo per cui decidiamo di comprare un olio abbronzante è principalmente quello di abbronzarci, ma un buon olio abbronzante deve essere anche protettivo in modo che la nostra pelle non subisca i danni della troppa esposizione al sole e quindi dei raggi UVA e UVB. Quindi si ad un olio che favorisca l’abbronzatura, ma è fondamentale scegliere un olio che abbia anche un minimo di protezione solare.

Inoltre qualsiasi prodotto che si applichi direttamente sul corpo deve avere tutti gli elementi per prendersi cura della pelle ma in modo naturale, non invasivo, e non nocivo, quindi è importante, prima di acquistare un olio abbronzante, informarsi sulle sostanze che contiene al suo interno assicurandosi che non sia di scarsa qualità e potenzialmente dannoso per la pelle.

Un olio abbronzante che si rispetti deve soprattutto rendere la pelle morbida, idratata e setosa, contrastando così la secchezza della pelle causata dal sole. Ovviamente questi prodotti abbronzanti devono accelerare il normale processo di abbronzatura ma non possono fare miracoli, l’abbronzatura è importante che si ottenga in maniera regolare e uniforme e sana. Il miglior olio abbronzante che si possa acquistare deve aiutarci a rendere la pelle più dorata in poco tempo ma anche più idratata e sana e deve regalarci un abbronzatura duratura.

Olio abbronzante: deve essere adatto alla tua pelle

Prima di acquistare un olio abbronzante, o un qualsiasi prodotto per la pelle, il consiglio è sempre quello di assicurarsi che sia adatto al proprio tipo di pelle. Infatti in genere gli oli abbronzanti, sono sconsigliati per chi ha una carnagione molto chiara e sensibile, perché si potrebbe facilmente scottare e danneggiare durante l’esposizione al sole incrementata dall’abbronzante. Sono invece particolarmente indicati per ci ha una pelle già naturalmente più scura, o per chi vuole usare l’olio quando si è già un po abbronzati.

È inoltre opportuno per chiunque, ma soprattutto per soggetti allergici o con una pelle particolarmente sensibile, controllare sempre gli ingredienti e le componenti dell’olio abbronzante per essere sicuri di non essere intolleranti al prodotto. È fondamentale si rivolgersi ad un medico, o ad un dermatologo, prima di usare oli abbronzanti in presenza di condizioni ben precise che riguardano la nostra pelle.

In ogni caso per scegliere l’olio abbronzante più adatto a te e alla tua pelle puoi tener presente queste indicazioni generali:

  • se hai una pelle che non si scotta facilmente puoi applicare per le prime esposizioni un olio abbronzante con un fattore di protezione Spf 15
  • per una pelle già super abbronzata e scura puoi acquistare un olio abbronzante idratante, rinfrescante e antiossidante, con un fattore di protezione Spf 6
  • se hai la pelle chiara usa invece dell’olio delle creme protettive almeno nelle zone più sensibili e per le prime esposizioni, per poi passare ad un olio abbronzante ad alta protezione

Olio abbronzante: i migliori in commercio

In commercio possiamo trovare una vasta gamma di oli abbronzanti, ce ne sono di tutti i tipi e di tutti i prezzi, ma per scegliere quello giusto bisogna tenere conto della qualità del prodotto più che del prezzo, perché si sa che un prodotto di qualità ha un costo leggermente più elevato.

Quando si tratta di prodotti da applicare sulla pelle e a maggior ragione se sono abbronzanti e protettivi si deve necessariamente pensare prima di tutto alla qualità, e tenere sempre a mente che i migliori prodotti non sono quelli che fanno miracoli, ma sono quelli che proteggono la tua pelle e la rendono più abbronzata senza danneggiarla. Ma quale è il migliore olio abbronzante?

Garnier Ambre Solaire Protezione Solare Olio Protettivo Abbronzatura Dorata IP 6: 

  • Per un’abbronzatura intensa e luminosa
  • Con Vitamina E per proteggere la pelle ed esaltare l’abbronzatura
  • La pelle ha un’abbronzatura ottimale con un leggero effetto satinato

Olio secco super abbronzante idratante Spf 15 Collistar :

  • abbronzatura rapida ed eccezionale setosità della pelle
  • Ricco di Vitamina E e oli di calendula, nocciolo, carota e mallo di noce
  • nutre e idrata la pelle senza ungerla
  • può essere usato anche per proteggere i capelli dalla salsedine e dal sole.

Olio Abbronzante Viso Corpo Spf 10 di Nuxe:

  • abbronzatura rapida senza macchie
  • può essere applicato su corpo e viso
  • nutre e ammorbidisce la pelle senza ungerla
  • privo di siliconi, alcool e oli minerali

The post Olio abbronzante: quale scegliere? appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Creme solari bio naturali con buon INCI http://www.vivodibenessere.it/creme-solari-bio-naturali-con-buon-inci/ Fri, 11 May 2018 10:55:35 +0000 http://www.vivodibenessere.it/?p=31537 Con l’arrivo delle prime calde giornate di sole viene voglia di stare di più all’aria aperta. Organizziamo uscite con gli amici, giornate al mare, in montagna o, semplicemente, al parco per godere di quel tepore che tanto ci è mancato nella stagione invernale. Ed ecco che iniziamo ad esporci più frequentemente al sole anche con […]

The post Creme solari bio naturali con buon INCI appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Con l’arrivo delle prime calde giornate di sole viene voglia di stare di più all’aria aperta. Organizziamo uscite con gli amici, giornate al mare, in montagna o, semplicemente, al parco per godere di quel tepore che tanto ci è mancato nella stagione invernale.

Ed ecco che iniziamo ad esporci più frequentemente al sole anche con l’intenzione, non troppo velata, di recuperare un po’ di colorito che ci ha abbandonato nella stagione fredda e spesso in queste occasioni ci esponiamo al sole senza utilizzare creme solari protettive.

È una pratica molto sbagliata per la salute della nostra pelle in quanto è buona norma proteggersi sempre, tutto l’anno, dal sole in quanto i raggi UVA e UVB potrebbero causare invecchiamento cutaneo precoce, eritemi o, addirittura, avere un effetto cancerogeno.

Quindi una dritta è quella di portare sempre con voi una crema solare da applicare all’occorrenza oppure usare la protezione solare come base per il trucco dopo l’applicazione di una classica crema idratante per essere sicuri di essere sempre protette.

Come scegliere una crema solare

La scelta della protezione solare è molto soggettiva, il fattore di protezione solare (SPF) deve essere mirato esigenze di chi utilizza la crema.

In farmacia, erboristeria, parafarmacia, al supermercato, online sono disponibili una miriade di creme solari, per orientarci ecco i parametri di valutazione da usare:

  • età : la scelta della protezione solare è diversa se si tratta di bambini o di adulti. Per i bambini è indicato sempre l’utilizzo di un fattore di protezione SPF 50+, mentre per gli adulti può essere modulabile
  • valutazione il proprio fototipo: individuare il proprio tipo di pelle condiziona decisamente la scelta del solare. Ad esempio soggetti con la pelle molto chiara, lentiggini e capelli biondi o rossi, devono essere molto attenti alla scelta di una protezione con fattore di protezione alto (SPF 50+) e alla frequenza di applicazione durante lunghe esposizioni e nelle ore calde della giornata.
  • durata e orari di esposizione: applicare più volte la crema solare nel caso di lunghe esposizioni in particolare durante le ore centrali della giornata
  • se si è già abbronzati: in questo caso si può scegliere un fattore di protezione gradualmente più basso (SPF 30 o 15)

Perché scegliere creme solari biologiche?

Negli ultimi anni i consumatori sono sempre più attenti agli ingredienti dei prodotti che usano, in particolare, l’attenzione è sempre più rivolta all’INCI dei cosmetici che usano.

Con INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) si intende una denominazione internazionale che permette facilmente al consumatore di individuare, ed evitare, ingredienti cosmetici che ritiene potrebbero apportargli allergie o essere dannosi in qualche modo.

Le creme solari biologiche e naturali rispondono a pieno a questa esigenza: nella formulazione c’è una particolare attenzione all’INCI degli ingredienti.

Vengono utilizzati filtri solari fisici al posto di filtri solari chimici (usati nei solari tradizionali) in modo da proteggere la pelle efficacemente senza il ricorso di sostanze indesiderate. Leggendo la tabella degli ingredienti, solitamente nella composizione di un solare bio troviamo come filtri il Biossido di titanio (Titanium Dioxide) e l’Ossido di zinco (Zinc Oxide) in forma di nanoparticelle. Proteggono la pelle in quanto sono particelle minerali che riflettono i raggi solari senza assorbirli.

Le creme solari bio non contengono:

  • parabeni: che occludono la pelle causando brufoli, pori dilatati e punti neri
  • siliconi: che occludono i pori
  • alcol denaturato: che irrita la pelle
  • tensioattvi: aggressivi per la pelle
  • formaldeide e altri componenti potenzialmente cancerogeni
  • profumi: per limitare il rischio di allergie

Inoltre le creme solari bio con buon INCI sono composte da ingredienti che non inquinano l’ambiente, quindi possiamo tranquillamente tuffarci in mare dopo l’applicazione della crema.

L’unico svantaggio dei solari eco-bio è che lascia, al momento dell’applicazione, una leggera patina bianca.

Le migliori creme solari bio con buon INCI

Sono numerose le aziende che producono creme solari naturali, bio e con buon INCI.

Vediamone alcune:

  • Fitocose: i solari di quest’azienda hanno pochi ingredienti e del tutto naturali. Crema e latte solari sono disponibili in SPF 15, 30 e 50+. Hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Alkemilla Eco Bio Cosmetic: una linea di solari adatti a tutti e disponibile con SPF 15, 30, 50+. Molto facili da spalmare e si assorbono bene. Oltre ai filtri solari fisici contengono anche sostanze lenitive e calmanti per la pelle
  • Biovera: questa linea di solari si assorbe rapidamente, non lascia la sensazione di unto e la scia bianca sulla pelle. È un buon prodotto, tuttavia è solo disponibile con SPF 15, poco protettiva, e quindi ideale per essere utilizzata come base trucco tutto l’anno
  • Alga Maris: sono certificati Eco-cert e Cosmetique Bio. La linea di solari è adatta ad adulti e bambini. Ha altissima protezione, contengono filtri solari fisici e estratti di alga marina
  • Green Energy Organics: sono solari certificati Icea. È una linea di prodotti adatti a tutte le età, contengono filtri fisici, non contengono profumi e oli essenziali per evitare reazioni allergiche
  • Tea Natura: è una linea di solari che comprende crema solare, olio solare e doposole. Contiene ossido di zinco e diossido di titanio, non contiene conservanti chimici, profumi sintetici e coloranti.

The post Creme solari bio naturali con buon INCI appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Le strategie da adottare per un make up estivo perfetto http://www.vivodibenessere.it/make-up-estivo-perfetto/ Wed, 09 May 2018 07:10:49 +0000 http://www.vivodibenessere.it/?p=31419 Con l’arrivo dell’estate le donne si dividono in due fazioni: chi elimina drasticamente il trucco e chi continua, coraggiosamente, ad usare sempre i prodotti per un make up impeccabile indipendentemente dalla stagione. Per le amanti del make up è impensabile uscire di casa struccate anche in piena estate. Ma come comportarsi quando caldo, afa e […]

The post Le strategie da adottare per un make up estivo perfetto appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Con l’arrivo dell’estate le donne si dividono in due fazioni: chi elimina drasticamente il trucco e chi continua, coraggiosamente, ad usare sempre i prodotti per un make up impeccabile indipendentemente dalla stagione.

Per le amanti del make up è impensabile uscire di casa struccate anche in piena estate. Ma come comportarsi quando caldo, afa e sudore mettono a dura prova la tenuta del nostro trucco?

Focus sulla Skin Care

Tutte sappiamo che la cura della pelle è fondamentale sia per salvaguardare la salute delle pelle stessa sia per fare in modo che il nostro make up risulti più luminoso e a lunga tenuta.

Esfolianti, detergenti, tonici, sieri, creme, sono dei veri e propri alleati per avere una pelle idratata, luminosa e con pochissime imperfezioni. I prodotti per la skin care devono essere scelti in base al proprio tipo di pelle e alle esigenze da soddisfare.

Comunque idratare e nutrire la pelle resta uno step imprescindibile la mattina prima di truccarsi e la sera quando ci si strucca.

Applicare la protezione solare 

Proteggere la pelle dai raggi solari è una regola da seguire indicata da tutti i dermatologi e valida in tutte le stagioni. D’estate, prendere precauzioni diventa ancora più importante in quanto i raggi solari si intensificano e aumenta la possibilità di avere scottature, eritemi o macchie solari antiestetiche.

In questo caso la protezione deve essere usata sia da chi sceglie di non truccarsi d’estate, o comunque di non mettere la base perché già soddisfatta dalla pelle abbronzata, sia da coloro che non vogliono rinunciare al fondotinta. Quindi, dopo l’applicazione della crema idratante, applicare un po’ di protezione solare su viso, collo e décolleté e procedere con l’applicazione del fondotinta.

La scelta del fondotinta

Per la scelta del fondotinta prima di tutto bisogna considerare il colore. D’estate tendiamo ad abbronzarci, perciò dobbiamo scegliere una tonalità di fondotinta un po più scura rispetto a quella che usiamo abitualmente di inverno per permettere al prodotto di uniformarsi bene al colore della nostra pelle in quel momento.

Evitare fondotinta troppo coprenti: bisogna alleggerire la base viso, per dare un aspetto naturale al make up. Se prediligete i prodotti in crema il consiglio è quello di optare per formule leggere e impalpabili. Un’alternativa al fondotinta sono le BB cream che idratano, proteggono e correggono le piccole imperfezioni della pelle dando un aspetto naturale al make up. Da provare sono i fondotinta minerali, hanno una formula in polvere, l’effetto sulla pelle può essere modulabile, sono leggeri, non ostruiscono i pori e opacizzano come una cipria.

Ultimo consiglio: soprattutto d’estate scegliere un fondotinta con SPF (fattore di protezione solare), in questo modo si può saltare il passaggio di applicare la protezione solare come base del make up e ci assicuriamo di avere protezione dai raggi solari.

L’immancabile cipria

La cipria, per il suo effetto opacizzante, è immancabile. Elimina quell’effetto lucido che può dare il fondotinta in crema e lo fissa. D’estate è utile portare la cipria in borsa: il caldo potrebbe favorire il presentarsi di zone lucide, soprattutto nella zona T (fronte, naso, mento).

Make up occhi waterproof

Per un trucco occhi resistente al caldo scegliere prodotti waterproof, ossia resistenti all’acqua.

Mascara, eyeliner, matita occhi, prodotti per ridisegnare le sopracciglia: meglio sceglierli waterproof per evitare che si sciolgano facilmente a causa del caldo e del sudore. È facilissimo trovarli in commercio, anzi spesso le aziende producono lo stesso prodotto in versione classica e waterproof.

Per quanto riguarda gli ombretti, per valorizzare lo sguardo e l’incarnato ormai abbronzato, prediligere prodotti shimmer (con effetto perlato e luminoso). Prodotti molto comodi e veloci da applicare sono i matitoni o gli ombretti in crema shimmer: si applicano facilmente sulla palpebra e si possono sfumare con un pennello o, molto più velocemente, con le dita. Con un solo prodotto diamo velocemente e semplicemente un effetto magnetico e illuminiamo lo sguardo.

Blush colorati

Il blush, da applicare all’altezza degli zigomi, dona al viso un aspetto fresco, naturale e “sano”.

D’estate è importante privilegiare i colori brillanti come il rosa acceso o il color pesca.

Via libera a tinte, rossetti e gloss

Tra tinte, rossetti, gloss e matitoni, per il trucco labbra abbiamo una grandissima varietà di prodotti tra cui scegliere.

Per la stagione estiva optare per colori accesi per valorizzare l’abbronzatura e dare colore ad un make up che cerca di essere quanto più leggero e naturale possibile. Invece se volete un look super naturale, optate per tinte e rossetti nude o un gloss trasparente.

Spray fissante e opacizzante

Una volta terminato il make up per assicurarci una tenuta a lungo termine usare uno spray fissante. Viene vaporizzato su tutto il viso e ha lo scopo di opacizzare e allo stesso tempo allungare la tenuta del nostro make up.

The post Le strategie da adottare per un make up estivo perfetto appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Creme solari: le migliori del 2018 http://www.vivodibenessere.it/creme-solari-migliori-2018/ Wed, 02 May 2018 10:59:00 +0000 http://www.vivodibenessere.it/?p=31194 Con l’arrivo delle prime giornate di sole e l’alzarsi delle temperature la prima cosa che ci viene in mente è passare qualche giorno di relax all’aria aperta. Che sia mare, montagna o il parco sotto casa, poco importa, è buona abitudine durante queste giornate usare dei filtri solari che proteggano la nostra pelle dai raggi […]

The post Creme solari: le migliori del 2018 appeared first on Vivo di Benessere.

]]>
Con l’arrivo delle prime giornate di sole e l’alzarsi delle temperature la prima cosa che ci viene in mente è passare qualche giorno di relax all’aria aperta. Che sia mare, montagna o il parco sotto casa, poco importa, è buona abitudine durante queste giornate usare dei filtri solari che proteggano la nostra pelle dai raggi UVA/UVB.

La pelle è esposta tutto l’anno ai raggi solari, ma in primavera e in estate questa esposizione aumenta proprio perché tendiamo a stare più all’aperto e perché i raggi solari si intensificano notevolmente.

Di conseguenza è una buona abitudine utilizzare un fattore di protezione solare tutto l’anno. D’inverno è consigliabile comunque utilizzare una protezione solare, anche SPF 15 (Solar Protection Factor) va bene come ad esempio base per il trucco, che protegga la pelle delle parti del corpo esposte ai danni che potrebbero indurre i raggi solari.

Nelle stagioni più calde invece la scelta delle creme solari deve essere orientata verso un tipo di protezione più alta per limitare gli effetti dei raggi solari sulla pelle.

I raggi solari sulla pelle oltre ad indurre la produzione di melanina e di conseguenza farci abbronzare, potrebbero produrre effetti dannosi a breve e a lungo termine: scottature, eritemi, macchie solari, invecchiamento cutaneo prematuro, intolleranze solari (reazioni fotoallergiche e fototossiche) e alcune forme di cancro della pelle.

Considerata la serietà delle conseguenze a cui potrebbe portare un’esposizione solare senza fattore di protezione solare, lacrema solare sarà quindi il primo cosmetico da mettere in borsa o in valigia quando sarà prevista una gita fuori porta o comunque quando sappiamo che ci aspetta una lunga esposizione ai raggi UV.

Scegliere di acquistare un fattore di protezione solare diventa una scelta importante. Mentre d’inverno una protezione solare con SPF 15 può essere adatta a tutti, in estate la scelta diventa un po’ più articolata: bisogna considerare il proprio fototipo (ossia il tipo di carnagione e grado di sensibilità), valutare se si è già abbronzati o è la prima esposizione e possibili allergie a componenti del solare che si sta acquistando.

Inoltre per l’esposizione dei bambini ai raggi solari la protezione diventa fondamentale, e quindi è sempre da scegliere una protezione totale (SPF 50+) specifica per bambini.

Le protezioni solari sono facilmente acquistabili al supermercato, in profumeria, in farmacia, in parafarmacia e online. Spesso lo stesso prodotto è formulato in crema e in spray, quindi formule pensate per ogni esigenza.

Migliori protezioni solari SPF 50+ e SPF30

Le protezioni solari con SPF 50+ e SPF 30 sono consigliate a persone con fototipo chiaro e sensibile o a chi è alle prime esposizioni. In questi casi si consiglia di non esporsi ai raggi solari nelle ore centrali del giorno (dalle 12 alle 15 circa, orari in cui i raggi solari sono più intensi e potrebbero causare danni maggiori alla pelle) e di scegliere una crema solare adatta. In commercio ci sono moltissime creme a disposizione con SPF alto sia in crema sia in spray. Vediamone alcune:

  • Eucerin Linea Sun Protection , è una serie di lozioni, per viso e corpo. Sono filtri solari con SPF 50+  e SPF 30, adatti a soggetti con fenotipo chiaro, sensibile e con allergie.
  • BioNike Defence Sun, efficace nella protezione di pelli sensibili adulte e dei bambini ai raggi solari, grazie alla tecnologia PRO-REPAIR Complex stimola le difese della pelle contro i radicali liberi. Ha un dosatore spray, facilmente applicabile, è resistente all’acqua e adatto a persone con allergia al nichel
  • La Roche-Posay Anthelios xl, un latte solare indicato per pelli sensibili, consigliato anche dai dermatologi
  • Clarins Protezione solare viso antirughe, con SPF50 è adatta a tutti i tipi di pelle ed è consigliata anche come base per il trucco
  • Eau Thermale Avène, all’acqua termale questo spray ha SPF30, è resistente all’acqua ed è indicata o a chi ha un fenotipo un po più scuro o dopo la prima settimana di esposizione
  • L’Oréal Sublime Sun, linea di solari arricchita con olio di argan, è disponibile con tutti i fattori di protezione

Migliori solari SPF 20 e SPF 15

Se fate parte di coloro che hanno un fenotipo scuro o siete già abbronzati ecco i prodotti che fanno al caso vostro:

  • Collistar Spray Abbronzante, spray con SPF20, con applicatore preciso, non sporca gli indumenti, non unge, resistente all’acqua
  • Lancaster Sun Beauty, latte solare con SPF15, ha la caratteristica Infrared Technology che protegge dai raggi solari
  • L’Oréal Sublime Sun, linea di solari arricchita con olio di argan, disponibile in commercio anche con SPF 15

In conclusione è sempre bene proteggersi dai raggi solari con una crema solare protettiva. Quelle suggerite sono solo alcune della vasta gamma in commercio, per tutte le età e per tutte le esigenze. Quindi non resta che scegliere quella più adatta a voi.

The post Creme solari: le migliori del 2018 appeared first on Vivo di Benessere.

]]>