Deodorare la casa in modo naturale

profumare casa

In alternativa ai classici prodotti commerciali, costosi e altamente chimici, possiamo in semplici mosse imparare a creare profumazioni per la casa fai da te, naturali, efficaci ed economiche.

Un aiuto primario ci viene dagli oli essenziali, vero tuttofare, non solo per profumare la casa ma anche per il benessere e la cura del corpo, per aggiungerli ad alcune bevande e godere degli straordinari effetti che ogni pianta possiede.

Ci sono oli calmanti, anti stress, energizzanti, riposanti, anti allergie, per stimolare le difese immunitarie… uno per ogni esigenza.

Per deodorare casa possiamo scegliere quello che più ci piace come profumazione o semplicemente quelli che eventualmente già abbiamo a portata di mano. Sono infatti tutti validi.

Capita che la casa trattenga odori non proprio piacevoli, magari a causa di una cucina di pesce, fritture, arrosti o verdure che tendono a rilasciare odori persistenti rispetto ai quali areare semplicemente gli ambienti di casa non basta.

In cucina, dopo aver cucinato le nostre pietanze, provate a immergere in una pentola di acqua calda del bicarbonato, qualche goccia di limone e un po’ di cannella e lasciateli in infusione per 30 minuti a fuoco lento. Sprigioneranno un nuovo odore ripulente (grazie al bicarbonato) e profumato grazie alla cannella e al limone, ideali per gli ambienti della cucina.

Per un profumo invernale domestico, da diffondere dolcemente in tutte le stanze, riempite il recipiente dell’umidificatore dei termosifoni con acqua. Sbucciate un’arancia, tagliuzzatene la buccia e mescolatela all’interno della vaschetta.

Nell’accendere i termosifoni, il caldo aiuterà a sprigionare un gradevole profumo. Si possono utilizzare anche bucce di mandarino, di mela oppure potete inserire qualche goccia di olio essenziale per ciascun umidificatore.

Se vi interessa la formula in gelatina prendete 30 g di gelatina inodore, 2 tazze di acqua, 1 cucchiaio di sale e 20 gocce di olio essenziale. Portate a bollore una tazza di acqua in un pentolino e aggiungete la gelatina in polvere.

Mettete il sale in una tazza di acqua fredda, unitevi l’olio essenziale e mescolate. Distribuite la parte fredda nei vasetti di vetro che avrete precedentemente scelto per ospitare la profumazione e versatevi sopra il liquido con la gelatina. Mescolate il tutto e lasciate raffreddare nei vasetti, ponendoli nei rispettivi ambienti.

Per profumare la biancheria, usate la buccia di un mandarino o di un’arancia che avrete provveduto a tempestare di chiodi di garofano e lasciati seccare all’aria e al sole. Successivamente  messi in sacchetti traspiranti, regaleranno alla vostra biancheria un gradevole e delicato profumo.

Ad imitazione dei diffusori commerciali, prendete delle bottigline e versatevi un composto di acqua e olio essenziale. Poi raccogliete quando vi capita dei piccoli rametti secchi e sottili di albero. Lasciateli asciugare se sono umidi e successivamente ponetene 2 o 3 in ciascuna bottiglina, in immersione nel composto profumato. Capovolgeteli di modo che la parte impregnata sia al di fuori della bottiglietta. Il profumo si diffonderà facilmente.

Per i cattivi odori di ripostigli e cantine sminuzzate in una ciotolina erbe aromatiche, in particolare origano ,salvia e rosmarino secchi. Sono perfetti per assorbire gli odori di chiuso!