La depressione d’inverno: che cos’è e come evitarla

La depressione d’inverno, in termini tecnici SAD (disturbo affettivo stagionale), è una condizione che compare nei mesi freddi a causa di un mix di fattori diversi. Le giornate sono più corte e più rigide, piove, nevica e non si ha voglia di uscire. Ci si stanca molto più facilmente. L’umore cambia facilmente, la motivazione è scarsa e ci si sente svogliati. Da cosa dipende tutto questo?

La causa: mancanza di serotonina

La mancanza di luce, tipica del periodo invernale, mette a dura prova il nostro organismo. L’orologio biologico va in tilt. I livelli di serotonina (neurotrasmettitore che regola la felicità, l’ansia e l’umore) diminuiscono proprio a causa della mancanza di luce. Soprattutto nelle persone più sensibili, i livelli di serotonina nel cervello si abbassano a tal punto da provocare una crisi depressiva. Secondo una teoria già i nostri antenati avevano a che fare con questo disturbo e la fronteggiavano grazie ad una “conservazione energetica”, così definita dal prof. Robert Levitan dell’Università di Toronto.


I sintomi della depressione d’inverno

I segnali sono inequivocabili e possono comparire da un momento all’altro o tendono ad accumularsi con lo scorrere dei giorni.

  1. Per prima cosa ci si sente depressi per tutto il giorno o quasi,
  2. si perde facilmente interesse per le attività (anche quelle che di solito fanno piacere alla mente e all’anima),
  3. l’energia è sempre più bassa,
  4. si hanno problemi di insonnia oppure al contrario si dorme eccessivamente,
  5. si verificano dei problemi alimentari (fame nervosa o tutto il contrario inappetenza),
  6. la concentrazione diminuisce e non si riescono a seguire attività che di solito si seguono agevolmente,
  7. ci si sente sempre agitati o nervosi e poi ci si sente inutili.
  8. Nei casi più gravi si pensa spesso alla morte o addirittura al suicidio.
  9. Nei casi meno gravi, invece, le persone avvertono uno o più sintomi descritti, ma senza avere una vera e propria depressione.

Come superare la depressione?

Come abbiamo detto, il problema principale è la mancanza di luce solare, quindi sarebbe bene trascorrere all’aperto quanto più tempo possibile, soprattutto nelle ore centrali della giornata, ancor meglio se assolate. Anche una passeggiata in montagna potrebbe aiutare perché l’aria pulita e fresca fa bene all’organismo.

Se non si ha la possibilità di uscire, allora bisognerebbe usufruire di una illuminazione artificiale per almeno una mezz’ora al giorno. Si tratta della terapia luminosa che stimola i neurotrasmettitori del cervello grazie ad una luce ultravioletta specifica per la SAD. Inoltre un altro alleato per questo disturbo è il cibo.

Mangiare cioccolato fondente aiuta, insieme ad una dieta molto ricca di cibi energizzanti. No ai carboidrati raffinati e alle caramelle! Altro consiglio è quello di ascoltare musica a piacere, a seconda dei gusti personali. A casa, sotto la doccia, ma anche a lavoro per aiutare il cervello e la mente a rilassarsi. Una soluzione drastica sarebbe quella di fare una vacanza in un posto caldo e pieno di vita, ma si sa che non tutti possono farlo.

Alcuni consigli per stare meglio

Esistono pochi semplici consigli da seguire per sentirsi meglio o per  cercare di uscire da una depressione o anche solo da una stanchezza immotivata:

  • Le luci della camera da letto dovrebbero accendersi mezz’ora prima della sveglia. Uno dei sintomi della depressione è la difficoltà di alzarsi la mattina, anche se la notte è stata riposante.
  • È bene collegare una lampada fluorescente, un timer e farlo accendere prima di aprire gli occhi.
  • Prendere molta luce al mattino fa bene, soprattutto se si riesce a trovare una giornata di sole.
  • Bisognerebbe fare molto più esercizio fisico, basterete anche solo un’ora di aerobica all’aperto, anche quando è nuvoloso.
  • Controllare i desideri sarebbe l’ideale. Quando i livelli di serotonina sono molto bassi, la conseguenza immediata è quella di desiderare molti carboidrati, zuccheri e cibo spazzatura.
  • Assumere molta vitamina D-3 aiuta ad aumentare i livelli di energia.
  • Svolgere un’attività invernale è un buon motivo per non detestare la brutta stagione, ma per attenderla con ansia proprio per praticare l’attività.
  • Vestirsi in maniera consona per fronteggiare le temperature rigide: molte persone si scoraggiano proprio a causa del clima troppo freddo, basta semplicemente vestirsi in maniera più pesante.

Condividi con un amico