Dieta militare: come perdere peso in 3 giorni!!

La dieta militare, è la dieta dieta lampo che arriva direttamente dagli Stati Uniti!! Una dieta che dal nome mette subito un po di ansia, ma visto quello che promette sembra essere la dieta ideale dagli effetti miracolosi, soprattutto ora che si è in procinto dell’estate.

Ebbene si pare che la dieta militare sia miracolosa, poiché si tratta di una dieta dimagrante economica, e già questo è da considerarsi un miracolo, ma soprattutto questa dieta promette di far perdere fino a 4,5 chili in una settimana!!

Gli ideatori della dieta sostengono che è stato progettato dai nutrizionisti in campo militare degli Stati Uniti al fine di ottenere i soldati in perfetta forma in fretta. È una dieta a basso contenuto calorico, che stimola il metabolismo in modo da dimagrire rapidamente, anche in pochissimi giorni, per questo è definita anche la dieta dei 3 giorni, proprio perché prevede un piano alimentare con pochissime calorie da seguire rigidamente nei primi 3 giorni, dopodiché i giorni restanti hanno meno restrizioni e sono più che altro di mantenimento.

La cosa bella di questa dieta è che bisogna fare un po di sacrificio solo per i primi 3 giorni, e a quanto dicono, tutto questo non necessita di essere accompagnato da attività fisica, quindi sembra essere perfetta per chi sogna di perdere peso senza sforzo fisico e soprattutto in poco tempo! Ma sembra davvero tutto troppo bello e facile per essere vero e  la domanda che tutti giustamente ci poniamo è: funziona davvero? 

Andiamo quindi a scoprire insieme nel dettaglio in cosa consiste la dieta militare e soprattutto se è tutto vero quello si dice!!

Come funziona la dieta militare?

In sostanza è una dieta di 3 giorni, basata sulla combinazione chimica tra alcuni alimenti in modo da attivare più velocemente il metabolismo favorendo la termogenesi, ossia il processo metabolico attraverso il quale l’organismo produce calore, e di conseguenza aiuta a bruciare grassi.

Consiste in un particolare regime alimentare, in pratica per i primi tre giorni è necessario seguire un piano alimentare fisso a basso contenuto calorico, pensate che per una donna prevede dalle 1100 alle 1400 calorie al giorno, notevolmente al di sotto del normale fabbisogno energetico che per una donna è di 1800 calorie e in generale per un adulto la quantità calorica da assumere in questa dieta è di 1220 calorie al giorno, anche per questo si fa solo per 3 giorni.

I primi tre giorni inoltre, prevedono solo 3 pasti: colazione, pranzo e cena e non sono previsti spuntini tra i pasti. Nei quattro giorni successivi non ci sono particolari regole da seguire,sono una sorta di riposo, in cui si consiglia solo di mangiare sano, di limitare le porzioni dei pasti e di mantenere un apporto calorico totale sotto le 1500 calorie al giorno, in più sono consentiti gli spuntini, ci sono quindi meno restrizioni.

Di conseguenza si perde molto peso in maniera drastica e veloce, il grosso della dieta si fa infatti nei primi giorni. Cosa importante è che prevede di bere molta acqua, ma non è assolutamente da confondersi con la dieta dell’acqua.

Gli ideatori della dieta militare consigliano di bere acqua calda con limone evitando bevande dolcificate. È una dieta iperproteica, e se il menù della settimana non soddisfa i nostri gusti siamo liberi di sostituire gli alimenti, ma è fondamentale che abbiano le stesse calorie di quelli sostituiti.

Dieta militare: i dubbi e le controindicazioni

Innanzitutto bisogna dire che non ci sono stati particolari studi sulla dieta militare. Le perplessità sono tante, anche perché ci sono alcuni punti che contrastano totalmente con quella che si può definire una dieta sana ed equilibrata. Ovviamente i risultati ci sono, visto che è normale sgonfiarsi e perdere chili velocemente dopo una settimana di tale restrizione calorica, ma la fregatura sta nel fatto che questa perdita di peso drastica non è durevole, infatti, così come è facile perderli è altrettanto facile e veloce riprenderli!

Quello che si perde è più che altro massa muscolare e soprattutto più che i grassi quello che si perde nella dieta militare sono i liquidi, si beve tanto caffè, the verde, acqua e questo permette di sgonfiarci rapidamente, ma si tratta solo di questo, di perdere temporaneamente il gonfiore e i liquidi.

È una dieta che desta perplessità anche perché la combinazione degli alimenti su cui si basa la dieta non è sostenuta da logiche scientifiche, soprattutto perché ritroviamo alcuni cibi che sono tutt’altro che sani, come hot- dog, crackers, gelato.

Inoltre il fatto che non preveda un’attività fisica e nessuna prescrizione medica ci crea ulteriori dubbi, anche perché è chiaro che con così poche calorie al giorno, si dimagrisce anche senza muoversi, ma lo sport è una parte fondamentale e indispensabile per chi vuole perdere peso in modo sano e duraturo.

Insomma ci sono un po di cose che ci fanno dubitare degli effetti miracolosi della dieta militare e soprattutto l’aspetto più negativo della dieta dei 3 giorni è che una restrizione calorica così drastica e veloce può portare a carenze nutritive notevoli, quindi può essere dannosa anche per la salute se prolungata.

Quindi in definitiva la dieta militare è una dieta particolare a tratti anche piacevole visto gli alimenti previsti, che si può provare per una settimana o due, ma è preferibile non ripeterla costantemente nei mesi successivi, per evitare conseguenze negative.

Il menù settimanale

La dieta militare come abbiamo detto si struttura principalmente in soli 3 pasti e si segue rigidamente per 3 giorni, bevendo molta acqua! Andiamo a vedere quindi il piano alimentare tipo della settimana:

Giorno 1

  • Colazione: una fetta di pane tostato con 2 cucchiai di burro di arachidi; mezzo pompelmo; una tazza di caffè o tè.
  • Pranzo: una fetta di pane tostato; 75 grammi di tonno; una tazza di caffè o tè.
  • Cena: 85 grammi di carne con fagiolini verdi; una piccola mela; mezza banana; una tazza di gelato alla vaniglia.

Giorno 2

  • Colazione: una fetta di pane tostato: un uovo sodo; mezza banana; una tazza di caffè o tè.
  • Pranzo: un uovo sodo; 15o grammi di ricotta; 5 crackers; una tazza di caffè o tè.
  • Cena: due hot-dog 60 grammi di carote e 50 grammi di broccoli; mezza banana; mezza tazza di gelato alla vaniglia.

Giorno 3

  • Colazione: una fetta di formaggio cheddar, 5 crackers, una piccola mela, una tazza di caffè o tè.
  • Pranzo: una fetta di pane tostato; un uovo, cotto come più vi piace; una tazza di caffè o tè.
  • Cena: 75 grammi di tonno; mezza banana; 1 tazza di gelato alla vaniglia.

Sono laureanda alla facoltà di lettere moderne all’Università degli Studi di Salerno. Da sempre interessata e aggiornata sulle novità riguardanti salute, bellezza, cura del corpo e benessere psico-fisico.

Condividi con un amico