Il radicchio: proprietà e benefici

Dal sapore amarognolo e dall’inconfondibile colore rosso il radicchio è famoso per le sue proprietà digestive e depurative e non solo.

Già gli antichi Greci e Romani ne apprezzavano i benefici terapeutici, sfruttando il cichorium intybus“fiore d’inverno” per curare diversi malesseri.

Insomma il radicchio è un gustoso ortaggio della stagione autunnale e invernale,  utile non solo per arricchire e insaporire i nostri piatti, ma anche come rimedio naturale da tenere a portata di mano.

Non ci resta che scoprire insieme le proprietà e i benefici sulla salute, del radicchio.


Radicchio: varietà

Il radicchio fa parte della famiglia delle cicorie e, pur essendo il rosso il più famoso (di Treviso, Chioggia, Verona) ne esistono altre due varietà in base al colore delle foglie: variegato dal colore verde-giallognolo puntinato in rosso-violaceo (il più famoso è quello di Castelfranco) e verde, facendo riferimento a buona parte delle cicorie verdi amare.

Rosso o verde, precoce o tardivo, il radicchio può essere consumato sia crudo in insalata che cotto aggiunto a minestre e pasta (famoso anche il risotto al radicchio) o cucinato alla griglia.

Proprietà del radicchio

Il radicchio è un ortaggio ricco di minerali quali magnesio, fosforo, calcio, zinco, sodio, ferro rame, ma più di tutto è ricco di potassio. Inoltre non mancano nel radicchio le fibre e le vitamine del gruppo B, ma anche vitamina A, C, E, K.

Povero di calorie (13 kcal per 100 grammi), con un alto contenuto di acqua (94%), il radicchio è ottimo da mangiare quando si è a dieta o in regimi calorici controllati, ed essendo privo di glutine è adatto anche nelle diete gluten free.

Il radicchio contiene anche importanti amminoacidi come il il triptofano (importante per il sistema nervoso) e l’arginina.

Ma vediamo quali sono tutte le proprietà e i benefici del radicchio:

Aiuta a digerire e a depurarsi

L‘alto contenuto di acqua, unito alle fibre e al sapore amaro, rendono il radicchio un alimento dai benefici digestivi e depurativi. Il radicchio infatti ha proprietà depurative, diuretiche, toniche e lassative.

L’effetto disintossicante e l’azione di depurazione dalle tossine, stimola la produzione di bile e aiuta a digerire i grassi contribuendo a mantenere in buona salute il fegato.

Le fibre in esso contenute, inoltre, garantiscono anche il buon funzionamento dell’attività intestinale, utile quindi anche in caso di stitichezza.

Gli zuccheri del radicchio inoltre non vengono digeriti dallo stomaco, ma dal colon, e grazie alle sue proprietà antiossidanti e ai suoi principi attivi, esso aiuta anche a prevenire la comparsa di tumori a stomaco e intestino.

Contrasta l’insonnia

Il radicchio tra le sue sostanze contiene anche un amminoacido molto particolare e utile, si tratta del triptofano, un amminoacido essenziale, non sintetizzato dall’organismo.

Il triptofano è precursore della serotonina, il famoso neurotrasmettitore che gestisce l’umore, e soprattutto della melatonina, un ormone prodotto dalla ghiandola pineale posta alla base del cervello, che regola i ritmi del sonno.

Grazie quindi agli elevati livelli di triptofano contenuti nel radicchio, la sua assunzione riesce a contrastare insonnia, depressione, agitazione, e a favorire un sonno e un riposo regolare. 

Rinforza il sistema immunitario

Il radicchio svolge un’importante azione tonificante e rinforzante delle nostre difese immunitarie e in generale dell’organismo , prevenendo così stati influenzali o altri malesseri, soprattutto nelle stagioni fredde.

Infatti se il radicchio si mangia fresco di stagione, grazie all’elevato apporto di vitamina C e agli effetti depurativi che si ottengono in seguito alla sua assunzione, aiuta a rinforzare il nostro sistema immunitario e ad aumentare le difese immunitarie. 

Previene e contrasta le malattie cardiovascolari

Il radicchio per le sue proprietà e principi nutritivi, è anche un alleato del cuore. In particolare la varietà di radicchio rosso, proprio per il suo colore e i suoi componenti, come  gli antociani (pigmenti in grado di contrastare alcuni enzimi), mantiene in salute e rinforza i vasi sanguigni e quindi di conseguenza aiuta a prevenire molte delle malattie cardiovascolari

Proprietà antinvecchiamento

Il radicchio è un ortaggio ricco di antiossidanti che aiutano a prevenire i tumori e rallentano l’invecchiamento cellulare.

Inoltre il contenuto di antiossidanti, unito all’apporto di vitamine, alla presenza di polifenoli e alle proprietà depurative e tonificanti, rendono il radicchio a tutti gli effetti un alimento antiossidante capace di prevenire e contrastare l’invecchiamento precoce.

Fa bene alle ossa e agli occhi

Come abbiamo detto, il radicchio è ricco di minerali, tra cui calcio e ferro, importantissimi per la salute delle ossa e per renderle più forti anche grazie al contenuto di vitamina k.

Inoltre il radicchio contiene zeaxantina e luteinache, sostanze che proteggono la salute dei nostri occhi.

Contrasta colesterolo e diabete

Il radicchio tra le tante proprietà, aiuta anche a tenere sotto controllo i livelli di grasso e di zucchero nel sangue, grazie alle fibre in esso contenute che trattengono gli zuccheri e alla presenza di insulina che aiuta a regolare la glicemia.

Per questi il radicchio contribuisce alla salute del sistema cardiocircolatorio ed è indicato nelle diete di chi soffre di diabete di tipo 2, e di colesterolo alto.

Aiuta a dimagrire

Il radicchio è un ortaggio poco calorico, con effetti diuretici e digestivi, che riesce ad aumentare il senso di sazietà e a ridurre lo stimolo della fame.

Tutto questo, insieme all’elevato contenuto di acqua, e ai suoi principi nutritivi, rende il radicchio un alimento ideale da integrare nella dieta di chi desidera perdere peso o continuare a mantenersi in forma.

Radicchio: controindicazioni

Il radicchio, come tutti gli alimenti, può avere delle controindicazioni soprattutto in casi di intolleranze o di alcune patologie. È infatti sconsigliato mangiare radicchio a chi:

  • soffre di calcoli
  • è soggetto a colecistite
  • ha un’infiammazione della cistifellea
  • in caso di ulcera gastroduodenale
  • donne in gravidanza (è consigliato ridurne il consumo perché può avere effetti stimolanti sull’utero)

Condividi con un amico