Orribili doppie punte… ecco i rimedi

7.403 views
doppie punte rimedi naturali

La formazione dei radicali liberi nella parte proteica del capello provoca la sua fragilità e lo sgretolamento delle cellule che, invece di rimanere attaccate, si spaccano e si dividono… ed ecco le doppie punte!

Queste spaccature riguardano principalmente la parte terminale del fusto, dove lo spessore di cheratina si riduce e, conseguentemente, risulta secco e fragile.

Il fenomeno comincia però, dal cuoio capelluto che, se secco di per sè, il bulbo non è in grado di idratare e lubrificare il capello mediante il sebo.

In questo modo tutti i capelli sono a rischio di spaccatura con una biforcazione (doppie punte o tricoptilosi), o a punte addirittura ramificate (tricoclasia).

Uno dei peggiori inestetismi dei capelli, tanto odiati e combattuti dalle donne che tolgono bellezza e salute alla nostra chioma. Come fare?

Sappiamo innanzitutto che le doppie punte sono un deterioramento della struttura e della fisiologia dei capelli, dovuto a:

  • agenti esterni, come lo smog, l’aria condizionata, il sole, il cloro delle piscine, la salsadine marina, il vento, le temperature troppo basse, etc.
  • trattamenti cosmetici, quali il calore del phon, la stiratura o l’arricciamento con piastra, una spazzola troppo dura, la colorazione e decolorazione, la permanente
  • stile di vita, che comprende sia il fumo sia un’alimentazione non equilibrata.

Rimedi naturali per le doppie punte

Appare immediatamente logico quindi, trovare le soluzioni, i rimedi naturali e le precauzioni per ovviare ed eliminare le doppie punte, fra queste cause.

Ecco un piccolo elenco di “cose da fare”:

  • tagliare i capelli qualche millimetro sopra le doppie punte, sia perché altrimenti il capello non cresce se ha la doppiapunta, sia perché esteticamente le doppie punte rendono brutto il capello a vedersi (fragile, chiaro e sottile) e si notano immediatamente
  • Usare composti amminoacidici specifici, naturali, che nutrano il capello
  • Sono pochi i prodotti che, sigillando o avvolgendo temporaneamente la punta del capello, curano questo problema (sieri al silicone che agiscono da collante: da usare una volta alla settimana in sostituzione al balsamo) perchè non appena i capelli vengono lavati o spazzolati il loro effetto svanisce. Si possono però effettuare delle maschere per nutrire, idratare e proteggere i capelli e le punte, ricostituendoli.
  • Maschera anti-doppiepunte: mescolare 3 gocce di olio di jojoba, 3 di olio di rosmarino (o 1 uovo intero) e 1 cucchiaio di aceto di mele e porre il composto sui capelli, prima dello shampoo, per almeno 30 minuti. Avrete punte morbide e lucenti.
  • Infuso di the verde e the nero da passare sui capelli prima dello shampoo.
  • Uova e avocado: mescolare 1 uovo, mezzo avocado e il condizionatore nutriente in una tazza di medie dimensioni. Applicare il composto sui capelli per 20 minuti e poi lavare con acqua tiepida (da ripetere 3 volte alla settimana).
  • Papaya: mescolare nel frullatore due fette grandi di papaya e 1 yogurt. Applicare per 30 minuti per un ottimo risultato di prevenzione alle doppie punte.
  • Olio: mischaire 1 cucchiaio di olio di senape, 1 cucchiaio di olio di ricino e 1 cucchiaio di olio d’oliva, e poi spalmare sui capelli. Coprire la testa con un asciugamano per 15 minuti.
  • Birra: contenendo molte vitamine, può essere ottima se inserita in uno spray e spruzzata sui capelli appena lavati, per renderli lisci.
  • Banana e succo d’arancia: in una ciotola, mescolare 2 uova intere, un bicchiere di succo d’arancia e mezza banana schiacciata. Spalmare sui capelli per 30 minuti e poi lavare con acqua tiepida.
  • Germogli di soia: pestare tre cucchiai di germogli di soia e porli in una ciotola con un cucchiaio di latte di mandorle. Mescolare a parte
un cucchiaio di olio di argan
con un cucchiaio di miele. Unire quindi i due composti e mescolare fino ad ottenere una crema. Stendere sui capelli e sulle punte, e poi fasciare il capo con un panno per 20 minuti. Lavare poi normalmente i capelli e prima dell’asciugatura, applicare dei semi di lino. Ripetere l’operazione a capelli asciutti.
  • Panna: unire un uovo con una confezione piccola di panna da cucina. Mescolare bene e poi aggiungere due cucchiai di olio. Stendere il composto sulle punte (meno sulle radici) e fasciare la testa con un panno per 20 minuti. Lavare poi normalmente I capelli.

Come non avere le doppie punte?

Per prevenire l’insorgere delle doppie punte potete tagliare i capelli e spuntarli periodicamente, ogni 4-6 settimane, per evitare poi tagli drastici, nel caso in cui il problema si presenti, ripresenti e peggiori ed evitare di lavare i capelli tutti i giorni, non usare l’acqua troppo calda ed utilizzare prodotti appositi per rinforzare le punte (al rosmarino e alla camomilla), e con un balsamo adeguato.

Dopo il lavaggio, non stropicciare con forza i capelli, meglio tamponare con l’asciugamano ed eliminare prima l’acqua e solo dopo spazzolare con un pettine a denti larghi, i capelli appena lavati: da bagnati, essi sono ancora più fragili.

Asciugate i capelli con la temperatura minima o media del phon, puntando l’aria alla radice ed evitate di fare più di 3 permanenti all’anno. Utilizzate spazzole setose naturali, seguendo sempre il verso dal bulbo alla punta (cotonare o sollevare per dare volume infatti, spezza le cuticole che proteggono il fusto) ed evitate gli elastici per capelli e ogni tipo di accessorio per modellare le capigliature, perchè possono strappare i capelli, soprattutto se non sono ricoperti da stoffa o altro materiale.

Infine cercate di evitare i tagli sfilati e scalati, che indeboliscono i capelli in quanto vengono tagliati in verticale e non in orizzontale: ciò può causarne la biforcazione

L’alimentazione corretta

Seguite un’alimentazione sana e completa di nutrienti per la salute dei capelli: frutta, verdura e molta acqua contribuiscono ad idratare. Anche una dieta povera di grassi rende i capelli e le punte più vulnerabili.

Tra le vitamine necessarie, la A, la E e quelle del gruppo B, soprattutto la B4 che, presente nella carne, nei cereali, nel tuorlo d’uovo e nei cavoli, regola l’attività dei follicoli piliferi.

Gli agrumi mantengono poi l’elasticità dei capelli, evitando che si sfibrino, ed i sali minerali li rendono sani: la mancanza di ferro (carni rosse, frutta secca) può causare la caduta; il rame (fegato, molluschi, noci) è fondamentale nei processi di cheratinizzazione; il selenio (cereali integrali, cipolla) è molto attivo nel contrastare i radicali liberi; lo zinco (carni rosse e bianche, fagioli, piselli) è una componente naturale dei capelli; lo zolfo (uova, crostacei, pollo) li rende lucidi e soffici.