EFT: la tecnica fai da te che allevia stress e tensioni

457 views

Tra le tecniche più amate, soprattutto negli Stati Uniti, per ridurre stress, depressione e ansia, c’è quella dell’EFT. L’acronimo sta per Emotional Freedom Technique e identifica un trattamento in grado di sciogliere le tensioni da mente e corpo.

Il principio fondamentale dell’EFT si basa sul fatto che tutti i pensieri e le emozioni sono forme di energia; questa energia, positiva o negativa che sia, si manifesta in modo reale sul nostro fisico e interessa ogni funzione del corpo. L’organismo umano possiede una naturale capacità di risanamento, ma stress e problemi emotivi spesso ostacolano questo processo.

È in questa situazione che l’EFT può diventare un’ottima scelta. Le persone che l’hanno provata hanno dichiarato di percepire subito la mente più libera, di riuscire a focalizzare l’attenzione sul momento presente e di aver sperimentato un netto cambiamento del modo di affrontare il mondo e le avversità quotidiane.

Se siete curiosi di saperne di più su questa straordinaria tecnica di rilassamento, continuate a leggere. Scopriremo quali meccanismi attiva l’EFT e in che modo riesce a donare beneficio al nostro intero organismo.

Cos’è la terapia dell’EFT?

L’Emotional Freedom Technique (EFT), detta anche Tapping, è una tecnica fai da te che consiste nello stimolare i punti di energia mediana localizzati sul nostro corpo. Per effettuarla basta semplicemente picchiettarli con le dita. L’operazione consente di ridurre la tensione e promuovere una profonda connessione tra mente e corpo.

Uno dei principali vantaggi dell’EFT è che può essere svolta ovunque, in ogni momento e senza la necessità di particolare attrezzatura. Si tratta quindi di un metodo naturale per trattare ansia, depressione, fobie e disturbi fisici legati allo stress. Dall’anno della sua nascita, nel 1995, sono stati istituiti in tutto il mondo numerosi corsi e seminari per introdurre le persone al metodo dell’EFT e spiegarne i migliori metodi di applicazione.

Come funziona l’EFT?

La tecnica dell’EFT ha diverse cose in comune con la medicina cinese tradizionale. In particolare con le sue pratiche principali: agopuntura e agopressione. Essa si focalizza sui punti di energia che scorrono attraverso tutto il nostro corpo.

Questi flussi si riferiscono ai cosiddetti meridiani che si pensa abbiano effetti molto potenti e agiscano su particolari aree. Spesso, il trattamento di Tapping è accompagnato dalla vocalizzazione di affermazioni positive. In questi casi, l’EFT unisce l’approccio medico orientale con la tradizionale psicoterapia occidentale.

Come svolgere la tecnica dell’EFT?

Esistono diversi metodi di applicazione dell’Emotional Freedom Technique. Di seguito mostriamo una tecnica basilare di grande efficacia e semplice svolgimento:

  • identificare il problema – date un nome al problema specifico o all’emozione su cui ci si vuole concentrare durante l’EFT. L’obiettivo è quello di focalizzarsi su una sola questione alla volta per avere maggiori risultati.creare una frase promemoria – è utile creare una piccola frase in grado di aiutare a fare riferimento con più semplicità al problema in questione. In questo modo la mente resterà concentrata su di esso durante tutto il tempo del procedimento
  • dare un voto al problema – costruite una scala mentale di intensità del problema che va da 1 a 10. Potrete così capire meglio quanto è significativo il disturbo per voi e per il conseguente svolgimento della propria vita
  • organizzare le proprie affermazioni – pronunciate una frase che possa farvi sentire più forti contro il problema specifico. Il concetto base dietro questo passaggio consiste nel convincersi che, nonostante il disturbo o la particolare emozione, ci si accetta ugualmente. Mentre continuate a ripetere la vostra frase, iniziate a picchiettare leggermente sulla parte esterna del palmo della mano, precisamente sotto il mignolo
  • effettuare il Tapping – durante la sequenza di Tapping si picchietta su otto meridiani di energia chiave. Utilizzate due dita, solitamente si scelgono il medio e l’indice, e applicate una costante, ma leggera pressione. Continuate a pronunciare la vostra frase di forza durante il procedimento per mantenere l’attenzione focalizzata sull’obiettivo. I punti meridiani da picchiettare includono (in questo ordine): parte superiore delle sopracciglia, angoli esterni degli occhi, zona al di sotto degli occhi, zona al di sotto del naso, zona al di sotto del mento, clavicola, parte inferiore del braccio e fronte
  • dare una valutazione complessiva – date un voto alla seduta di EFT appena svolta in base a come vi sentite. Classificate poi nuovamente il problema in questione utilizzando sempre una scala che va da 1 a 10
  • ripetere il trattamento – se vi sentite ancora sopraffatti dal vostro problema, ripetete pure il procedimento. Cercate una nuova affermazione positiva che possa aiutarvi e ripartite come in precedenza

La tecnica dell’EFT porta maggiori risultati se affiancata da uno stile di vita sano. Avere una corretta alimentazione, fare attività fisica e praticare yoga o meditazione amplificano la forza del trattamento. Provatela per alleviare le fatiche e lo stress della vita quotidiana. Non comporta effetti collaterali e, quando effettuata in modo corretto, dona risultati davvero notevoli.

Alessandra Montefusco
Ho una laurea magistrale in Teoria dei linguaggi e sono appassionata di rimedi naturali e cosmetica ecobio sin dall’adolescenza. Per questo cerco sempre di tenermi aggiornata sulle ultime novità del settore e sulle potenzialità dei prodotti che madre natura ci ha donato.Mi occupo di comunicazione e lavoro nel settore degli audiovisivi. Amo la musica - mia grande passione - la letteratura, il cinema, le passeggiate all’aria aperta e…il cibo!