Eritema solare: prevenzione, sintomi e cure!

3.106 views
eritema solare

Eritema solare, il terrore dei bagnanti quando si espongono ai raggi solari e sono intenti a godere della famosa tintarella. Chi di voi non ha mai preso l’eritema solare? In pochissimi avrete risposto “Mai”.

Questo perché l’eritema colpisce una percentuale altissima di soggetti che vanno al mare e godono dei primi raggi del sole senza un’adeguata e corretta protezione ed esposizione.

Vediamo insieme cos’è l’eritema solare? Come prevenirlo? Come riconoscerlo dai sintomi? E soprattutto come curarlo?

Cos’è l’eritema solare

L’eritema solare, è una infiammazione della pelle successiva a una prolungata esposizione al sole: compare sulla pelle quando ci si espone ai raggi solari con una protezione non sufficiente, superando la tolleranza della pelle al sole.

Nessuno è esente da eritema, in genere sono più a rischio i fototipi chiari (coloro che hanno una pelle bianchissima e i capelli chiari), ma anche una persona con la pelle scura può essere colpita da eritema soprattutto se esposta al sole senza un’adeguata protezione in una località caraibica o in alta montagna.

Quando compare l’eritema solare? Come ci accorgiamo che ne siamo stati colpiti?

Sintomi: come riconoscere l’eritema solare

Riconoscere l’eritema solare non è difficile, se vedete la vostra pelle diventare rossa con la comparsa di bolle che tendono a squamarsi non ci sono dubbi: è eritema!

Ci sono vari livelli di eritema solare, dai più lievi a quelli più seri che spesso portano alla comparsa di febbre alta. I gradi dell’eritema sono così distinguibili:

  • Eritema leggero: la pelle si arrossa leggermente e questo colorito tende ad andare via nel giro di pochi giorni, senza comparsa di bolle, né desquamazioni e neppure abbronzatura
  • Eritema medio: la pelle è abbastanza arrossata e premendo sulla zona interessata si sente dolore e si nota anche un certo gonfiore alla vista. Dopo pochi giorni il rossore scompare e la pelle diventa abbronzata senza procurare desquamazioni
  • Eritema forte: la pelle è molto rossa (quasi viola), si sente dolore e la zona interessata è molto gonfia. Dopo 3-4 giorni compare la desquamazione e si nota un’abbronzatura a macchia di leopardo
  • Eritema molto forte: si tratta di una vera e propria ustione di primo grado superficiale. La pelle è rosso vivo, presenta bolle e una forte desquamazione che lascia il tessuto cutaneo senza abbronzatura. Possono comparire anche altri fastidi e disturbi a livello fisico, come nausea, febbre, mal di testa e vertigini

In genere i sintomi, soprattutto quelli più intensi dovuti ad un’eritema forte o molto forte compaiono 6-12 ore dopo l’esposizione al sole.

Quando vi accorgete subito della gravità, ovvero di essere di fronte ad una vera e propria ustione di primo o secondo grado con rossori intensi, bolle e desquamazioni correre subito ai ripari consultando un medico o rivolgendovi ad un esperto che vi consiglierà i prodotti e i rimedi da adottare.

Come curare l’eritema solare

E’ importantissimo riconoscere tempestivamente un’eritema solare. I tempi in questo caso sono decisivi per cercare la migliore soluzione per intervenire e curare l’infiammazione e soprattutto per evitare conseguenze spiacevoli.

Un’eritema solare se non curato bene oppure peggio ancora non riconosciuto o ancora trascurato può portare alle seguenti conseguenze:

  • L’eritema solare aumenta il rischio di comparsa di macchie cutanee
  • Aumenta la formazione di cheratosi attinica
  • Aumenta il rischio di tumore della pelle (melanoma)
  • Accelera i processi di invecchiamento con la formazione di rughe e perdita di tono ed elasticità della pelle

Quali sono le cure dell’eritema solare? Per curare l’eritema è consigliato rivolgersi ad uno specialista per decidere la migliore terapia.

In genere i rimedi per l’eritema solare sono:

  • Idratare subito la pelle con creme e lozioni specifiche per ottenre un immediato sollievo. Si consiglia di tenere in frigorifero il prodotto prima di applicarlo sulla pelle affetta da eritema
  • Stare in ambienti freschi o vicino ad un ventilatore per attenuare (anche se momentaneamente) la sensazione di dolore e bruciore
  • Fare una doccia fredda o applicare del ghiacchio avvolto in un panno di lino o cotone e strofinarlo delicatamente sulla zona colpita
  • La crioterapia è un ottimo rimedio per alleviare i sintomi dell’eritema solare
  • Applicare direttamente sulla pelle da trattare impacchi calmanti a base di aloe, camomilla, menta piperita ecc, (vedi primi rimedi)
  • Bere molti liquidi
  • Applicare costantemente creme emollienti per facilitare anche la regressione della desquamazione
  • Assumere antidolorifici per accelerare il processo di guarigione e allontanare il fastidio da bruciore dovuto all’eritema
  • Immergere in acqua la parte interessata per maggiore sollievo

Seguire questi consigli in caso di eritemi leggeri o medi, per quelli più forti consultare subito un medico perché in questi casi è necessaria una terapia a base di cortisoni o antibiotici (creme o per via orale.

Tra i farmaci più usati in casi di eritema, locoidon (pomata cortisonica), benzocaina (Foille), lidocaina. Il medico valuterà la cura migliore e più efficace.

I soggetti colpiti da eritema devono anche seguire una sana alimentazione a base di vitamine, preferire frutta e verdura e bere almeno due litri di acqua al giorno.

Non esporsi al sole nel periodo di convalescenza, se dovete necessariamente esporvi ai raggi solari non fatelo nelle ore più calde e soprattutto copritevi con una t-shirt.

Prevenire l’eritema solare

Prevenire l’eritema solare è possibile ma spesso non garantisce la totale immunità dal cosiddetto “colpo di sole”. In ogni caso seguire delle semplici regole allontana di certo il rischio eritema. Ricordatevi di:

  • Prima di esporvi al sole spalmate già a casa una crema con protezione alta e ripetete in spiaggia l’operazione più volte
  • Evitate di esporvi nelle ore più calde (11-15)
  • Indossare sempre un cappello, fascia (trend 2016) o una bandana insieme ad occhiali da sole per proteggere gli occhi dai raggi UV
  • Evitare l’esposizione diretta ai raggi solari (soprattutto dei bambini)

Sdraiati al sole, godi del benessere dei suoi raggi, abbronzati, ma attento alla tua pelle:“Proteggila” con una sana e corretta esposizione.