Esercizi yoga contro i dolori mestruali!

5.712 views

Ogni mese noi donne siamo costrette a confrontarci con il ciclo mestruale, che porta quasi sempre con sé degli inconvenienti. Sono molte le donne che soffrono per i dolori creati dal mestruo, che sono piuttosto importanti in quanto si va dal mal di testa, all’infiammazione della bassa schiena, gonfiore addominale, diarrea, crampi alla pancia, gambe gonfie e stanche.

Rispetto a tale condizione sintomatica, spesso si va letteralmente in crisi e le giornate “in rosso” diventano pesanti e lunghe da affrontare. Molte di noi così ricorrono ai medicinali analgesici per sedare i dolori procurati da questa delicata fase organica.

Invero, non è mai troppo tardi per sperimentare nuovi metodi per cercare di migliorare le nostre condizioni fisiche ed evitare di esserne completamente sopraffatte.

In particolare è possibile diminuire  le tensioni che si creano nel corpo, localizzate nelle varie zone, a partire da quella pelvica- ovarica eseguendo pochi e semplici esercizi per rilassare il corpo in modo mirato.

Esercizi yoga

Si tratta di esercizi- movimenti dolci da eseguire perlopiù  dalla fine del ciclo fino al suo prossimo inizio, quindi durante i giorni tra un ciclo e l’altro. Infatti quando siamo già in mestruazione non sempre è facile avere la pazienza e lo stato d’animo per farli. Per cui potete lavorare anche preventivamente e in modo efficiente per tenere allenata la zona pelvica e quelle altre parti ugualmente interessate dalle contrazioni e dalle infiammazioni, affinchè reagiscano senza eccessive contratture dolorose in quei giorni.

Sembra infatti che un buono stato di elasticità, anche delle zone intime, sia uno dei rimedi più efficaci per saper affrontare meglio il ciclo e le sue conseguenze.

Vediamo allora gli esercizi da compiere.

  1. Un ottimo rimedio ogni qual volta i dolori e le contratture sono molto forti sia a livello della pancia che della schiena, ci viene in aiuto la posizione yoga del bambino, tale per cui ci si mette in ginocchio, sedute sui talloni; poi si abbassa la schiena, curvandosi sopra le ginocchia, arrivando a posare la testa in terra e lasciando le braccia distese al lato del corpo o allungate parallelamente alla testa.
  2. In piedi, contraiamo e distendiamo i muscoli vaginali, a momenti alternati. Nella fase di contrazione, si inspira un po’ più profondamente del solito, contate fino a 10 e mantenete la contrazione per tutta l’espirazione. Poi rilassate il tutto. Alternate per qualche minuto, fino a sentire sollievo e progressivo rilassamento.
  3. Distese, portate entrambe o una alla volta le ginocchia verso il petto e rimanete in posizione per un po’. Poi distendete e ricominciate. Questo aiuta a rilassare bacino e ovaie.
  4. Sedute, tenete le mani sul basso ventre e concentratevi sulla respirazione. Inspirate profondamente ed espirando cercate di “spingere” il dolore verso il basso.Possiamo mettere in azione anche le braccia per aiutarci di più.
  5. In piedi, inspirate ed espirando contraete la vagina, portando inoltre le braccia tese davanti a sé, incrociandole. Inspirare e riaprire le braccia lateralmente.