I benefici del fiordaliso: antinfiammatorio per occhi, pelle e capelli

fiordaliso

Il fiordaliso – o Centaurea Cyanus – è un bellissimo e caratteristico fiore blu-azzurro che tende a fiorire nei campi di cereali. Nato nel lontano Oriente, si è diffuso poi nel resto dell’Europa molto velocemente.

Tenuto in giardino, ha degli effetti positivi sulle altre piante perché tende ad attirare silfidi e coccinelle, che in genere sono considerati insetti amici naturali delle piante e della natura.

I suoi usi curativi sono stati scoperti a partire dal XII secolo e per questo motivo veniva anche chiamato “occhi di cielo“, grazie alle proprietà benefiche di questo fiore dal colore del cielo, che riguardano soprattutto la cura degli occhi.

Come raccoglierli, conservarli e utilizzarli

Non raccogliere fiori se non sei esperta e sicura di cosa stai facendo. Potrebbero esserci conseguenze gravi e avvelenamenti!

I fiori di fiordaliso andrebbero raccolti appena sbocciati e conservati in un luogo fresco e in ombra, per farli essiccare nel migliore dei modi. Di questa pianta se ne possono utilizzare i semi, le foglie e anche i fiori stessi – che possono essere sfruttati sotto forma di infuso, decotti e tisane e infatti sono anche molto sfruttati nella cosmesi e nella medicina, come ingredienti principali di molti rimedi.

Rimedi naturali con il fiordaliso

Il fiordaliso è una pianta dai numerosi effetti benefici. La sua azione è soprattutto antinfiammatoria ma anche antiossidante (grazie alla vasta quantità di flavonoidi che possiede) ed è valida sia per uso interno, sia per uso esterno o topico.

Prima di usare il fiordaliso chiedi però un consulto al tuo medico curante per scongiurare qualsiasi possibilità di allergie, intolleranze o controindicazioni!

Uso esterno:

  • Principalmente, il fiordaliso è una manna dal cielo per gli occhi: se applicato come soluzione liquida o come decotto, è un calmante oftalmico molto valido per curare irritazioni degli occhi e delle palpebre, in particolar modo come collirio naturale per la congiuntivite. Rivolgiti in erboristeria!
  • In generale, il fiordaliso può essere utile per trattare varie infiammazioni della pelle che possono sorgere in diverse parti del corpo: sotto forma di impacco, può essere usato per sfiammare anche acne ed eczemi. Lo sapevi che anche il mirtillo è indicato per la cura degli eczemi?
  • La sua azione antiossidante lo rende perfetto per il trattamento delle rughe.
  • E’ un valido rimedio per la forfora: se usato come infuso, può essere utilizzato come ultimo risciacquo quando ci si lava i capelli. Basta tenere in infusione in acqua bollente i fiori di fiordaliso per 10 minuti e poi filtrare il composto.
  • Per trovare sollievo contro il mal di gola (anche la malva è utile contro il mal di gola) o la raucedine, si può provare con dei gargarismi a base di infuso di fiordaliso.
  • Sotto forma di tisana, è utile per combattere i sintomi influenzali.

Uso interno:

  • Il fiordaliso ha un’azione diuretica e digestiva: stimola il metabolismo e aiuta a digerire meglio e più velocemente, alleviando i disturbi dell’apparato gastro-digerente.
  • E’ amico del fegato e ne riduce il rischio di contrarre infezioni.
  • E’ un lassativo molto blando e leggero. Guarda: i 15 lassativi naturali più efficaci
  • Favorisce il benessere dello stomaco e dell’intestino e, per questa ragione, aiuta il processo di guarigione dall’ulcera e dalle piaghe.

Modi d’uso

Per preparare un decotto di fiordaliso:

Occorrono 10 grammi di fiori (puoi comprarli secchi in erboristeria) da versare in 250 ml di acqua bollente, lasciando in infusione per circa 15 minuti, in modo da creare un decotto molto concentrato.

Per preparare un infuso o una tisana:

Bisogna utilizzare 4 grammi di fiori secchi per tazza e lasciare in infusione per 10 minuti.

Altri usi:

  • I fiori di fiordaliso possono essere utilizzati anche nella vasca da bagno perché hanno un’azione calmante e benefica per la pelle. Vedi anche: ingredienti naturali per un buon bagno rilassante!
  • Un altro uso particolare potrebbe essere quello di lasciar macerare i  25 grammi di fiori di fiordaliso in 1 litro di birra. Un bicchiere bevuto prima dei pasti può aiutare contro la gotta, la ritenzione idrica o le coliche nefritiche.
Giorgia Greco
Frequento la facoltà di Economia Aziendale all'università degli studi del Sannio di Benevento, la mia grande passione è scrivere e sono da sempre interessata a tutto ciò che riguarda il benessere, la bellezza e la cosmetica.