Fuoco di Sant’Antonio: cause, sintomi e rimedi

3.590 views
fuoco sant antonio

Lo conosciamo tutti come fuoco di Sant’ Antonio, ma cosa è di preciso? Chiamato anche herpes zoster ( da non confondere con l‘herpes labiale), è una malattia acuta della pelle dovuta ad un’infezione di un nervo. Provoca dolori fortissimi proprio per questo denominato anche ‘fiamme di Satana’. Ma nel gergo comune lo chiamiamo tutti fuoco di Sant’Antonio, nome legato all’invocazione del Santo di Padova il quale proprio con il fuoco compì un miracolo (mise in fuga degli invasori). Ma vediamo insieme sintomi e rimedi per questa malattia.

Cause

Il Fuoco di Sant’Antonio è legato alla varicella che abbiamo per la maggior parte avuto da bambini. E’ come se fosse una riattivazione dell’infezione latente del virus, ecco perché il fuoco di Sant’Antonio si manifesta solo in individui che da piccoli hanno avuto la varicella.

I virus della varicella rimangono latenti in alcune zone come il centro del cranio e il midollo spinale. Bisogna stare attenti perché il fuoco di Sant’Antonio è contagioso almeno fino a quando non sono comparse le croste.

Sintomi

I sintomi del fuoco di Sant’Antonio almeno nei primi giorni sono comuni a quelli di una comune influenza. Febbre e malessere all’ inizio per poi lasciar spazio ad eruzioni cutanee simili ad un’orticaria. Arrossamenti e formazione successiva di verruche colme di siero e sangue che poi diventeranno croste. Il momento della formazione di croste precede di poco la guarigione.

Il fuoco di Sant’Antonio compare principalmente sul torace e sulle gambe ma può anche interessare altre zone del corpo.

Rimedi naturali

Di solito il fuoco di Sant’Antonio scompare entro un paio di settimane, ma se non curato bene può provocare altre complicazioni come il nervo trigemino o altre zone.

Esistono diversi rimedi naturali per alleviare ed accelerare la guarigione da questa malattia. Gli oli essenziali di naiuoli per esempio sono un ottimo aiuto per il dolore. Basta mettere 2 gocce di questo olio più volte al giorno sulla zona interessata. Altri rimedi efficaci usati in associazione a farmaci sono l’agopuntura e l’omeopatia. Tutti ovviamente da seguire sotto consiglio di uno specialista.

Il fuoco di Sant’Antonio è una malattia non grave che passa in poco tempo. Non c’è bisogno di invocare il Santo, bastano un po’ di pazienza e cure adeguate.