Hatha yoga: origini, benefici e posizioni occidentali

hatha yoga

Fare yoga è diventato lo sport più diffuso nel mondo e tanti gli appassionati della cosiddetta ginnastica dolce. Dal Budokon (più energico grazie alle arti marziali) allo Hatha yoga che è, però, lo stile di yoga proprio dell’Occidente. Si basa sulla pratica dell’equilibrio e della comodità, posizioni del corpo chiamate “pratica asana“. Vediamo insieme origini e benefici dello Hatha yoga, lo yoga occidentale.

Cosa scoprirai?

Origini

I riferimenti dello Hatha yoga affondano le radici in India in due testi che trattano di questa pratica ormai diffusa anche in Occidente: Yoga Sutra di Patanjali e lo Hatha Yoga Pradipika di Svatmarama.

Cosa significa il termine Hatha yoga? Per rispondere a questa domanda dobbiamo prima soffermarci sul significato di yoga che in sanscrito vuol dire “unione”, ma che in un senso più elevato e un significato più puro si rifà al rapporto tra individuo e universo.

Il termine Hatha yoga, invece si concentra principalmente sul rapporto tra armonia di corpo e mente. “Hatha” infatti significa forza e gli esercizi della pratica asana dello hatha yoga si concentrano proprio su questo elemento.

Benefici fisici

I benefici dello hatha yoga sono tantissimi e si vedono già dopo le prime lezioni. Ma per vederli a lungo termine è necessario seguire con costanza le lezioni, due volte a settimana e continuare con la pratica anche a casa.

I primi benefici dello hatha yoga riguardano il corpo: muscoli e articolazioni diventano più flessibili e meno rigidi, le ossa si rigenerano grazie al movimento e i muscoli vengono tonificati grazie ad esercizi fluidi ma non faticosi.

Lo Hatha yoga fin da subito ci fa conoscere i nostri limiti e iniziamo a lavorare così su noi stessi per migliorarci e in alcuni casi superarci se possibile. Gli esercizi di yoga aiutano anche a dimagrire.

Lo Hatha yoga non è una ginnastica competitiva, ognuno lavora su se stesso con gli altri non contro gli altri. Anzi conoscendo di più se stessi miglioriamo anche il rapporto con gli altri. Per chi ha problemi di schiena questa tipologia di yoga allevia il dolore e migliora la postura.

Benefici mentali

Gli esercizi di respirazione dello Hatha Yoga ci aiutano ad inspirare ed espirare con più tranquillità. Quando il respiro rallenta, la mente si calma ed è proprio questo uno degli effetti benefici dello Hatha Yoga che stupisce di più chi si avvicina alla pratica.

Nella vita quotidiana infatti sembra quasi impossibile fermarsi per qualche minuto e respirare con calma per rilassare il corpo e la mente. Migliora anche il mal di testa.

E’ utile anche in gravidanza per il benessere della mamma e del bimbo.

Posizioni hatha yoga

In questa pratica asana esistono diverse posizioni principali che imparerete nel corso delle lezioni:

posizione cobra: pancia in giù con gomiti alti all’altezza del corpo e ombelico sul tappetino, contrarre i muscoli dei glutei e inspirando si solleva il torace da terra ma non l’ombelico

posizione barca: gambe e busto a 45 gradi. Portare le braccia in avanti e stare sospesi in equilibrio con i glutei sul tappetino. Favorisce muscoli e colonna vertebrale.

posizione albero: le gambe sono le radici che avremo salde a terra e le braccia i rami. Mantenersi in equilibrio su una gamba portando la pianta del piede sulla coscia dell’altra gamba e con le mani giunte. Posizione di equilibrio anche mentale oltre che fisico. E’ la posizione base più importante.

posizione cane: mani sul tappetino, busto in su e gambe a terra come fosse un ponte.

posizione triangolo: divaricare le gambe e portare il braccio destro giù all’altezza del piede destro e il braccio sinistro in su seguendo il movimento con il capo.

yoga posizioni

Lo hatha yoga, come il Mula bandha non ha posizioni difficili ma mira ad insegnare come farle con impegno per raggiungere obiettivi importanti. Un unione tra corpo e mente per vivere in equilibrio sulla terra a contatto con l’universo che ci circonda. Meditate!