I filler a base di acido ialuronico come rimedio anti rughe | Vivo di Benessere
Home » Cosmetici e Bellezza » I filler a base di acido ialuronico come rimedio anti rughe

I filler a base di acido ialuronico come rimedio anti rughe

acido-ialuronicoLa legge di gravità, per tenerci con i piedi per terra, attira verso il basso tutto il nostro corpo e con il trascorrere del tempo quello che stava su…va giù. Infatti una componente fondamentale e di sostegno del tessuto connettivo, l’acido ialuronico, tende a diminuire e noi abbiamo l’impressione che la pelle si afflosci come la buccia di una mela dimenticata nella fruttiera: soprattutto i contorni del viso perdono tonicità, le prime rughe si impossessano delle zone più delicate – contorno occhi e labbra – e segnano la fronte.Il volto assume un’espressione perennemente stanca, a volte perfino malinconica.

Cosa sono i filler?

La chirurgia estetica è in grado di fare miracoli in proposito ma non sempre si vuole o si può affrontare un intervento con relativa degenza. Per fortuna esiste il rimedio: rivolgersi a un medico specialistico per un trattamento a base di filler, microiniezioni sottocutanee di acido ialuronico che hanno l’effetto di regolare il contenuto idrico intercellulare riempiendo i vuoti e ridonando tono, elasticità e compattezza all’epidermide.

L’acido ialuronico è autoprodotto dal nostro corpo, serve a tenere elastiche le articolazioni e umidi gli occhi, è presente pure nel cordone ombelicale, per la cute è una specie di “impalcatura” e per di più è un vivace avversario dei radicali liberi. Insomma è un polisaccaride tuttofare molto prezioso. Purtroppo un terzo della sua quantità viene eliminato naturalmente e sostituito ogni giorno: quindi il “rinforzino” artificiale di cui stiamo parlando è innocuo, se non addirittura benefico, e non altera in alcun modo i linenamenti.

L’intervento è indolore (tutt’al più il medico applica prima dell’iniezione una crema anestetica, anzi ci sono filler che insieme all’acido hanno già incorporato un leggero antidolorifico) e può riguardare solo zone parziali – occhi, lati del naso, contorno labbra – opppure essere esteso alla fronte, zigomi e collo.

Durata e costo delle iniezioni di acido ialuronico

Avviene in ambulatorio e dopo la seduta – che dura una mezz’oretta, dipende dall’entità dell’intervento – si può tranquillamente tornare alle normali occupazioni. L’efficacia dei filler non è perpetua, la durata dell’effetto riempitivo varia da persona a persona, dalla qualità dell’acido impiegato e svanisce di solito nell’arco di tempo compreso fra i sei e gli otto mesi. Durante questo periodo l’acido lentamente si disperde nei tessuti e quindi è necessario ripetere l’operazione.

Il costo di ogni intervento varia a seconda della qualità e quantità di acido ialuronico utilizzato e si aggira intorno ai 400 € per fiala (50 ml.). Unica precauzione: evitare per qualche giorno l’esposizione diretta e prolungata alla luce solare. Dopo l’intervento alcuni medici consigliano lievi massaggi quotidiani alle zone trattate per aiutare l’acido a diffondersi in modo uniforme. E’ comunque una pratica che dovrebbe fare sempre parte della routine: stimola la circolazione capillare e regala una particolare luminosità all’epidermide.

Controindicazioni

L’intervento con acido ialuronico è naturalmente controindicato ai soggetti con ipersensibilità alle sostanze specifiche presenti nel filler e a chi soffre di malattie autoimmuni, così come è sconsigliato il trattamento in gravidanza e nei primi mesi di allattamento o in caso di dermatiti (batteriche o virali) in corso.

Gli effetti collaterali normalmente consistono in  piccoli edemi, gonfiori, lividi o noduli accompagnati o non da prurito o dolore, che vengono riassorbiti in pochi giorni.

Le creme a base di acido ialuronico

In commercio esistono parecchie eccellenti creme (per esempio l’Hidraphase Intense Legère di La Roche – Posay) a base di acido ialuronico ma non bisogna aspettarsi risultati portentosi: il trattamento è e rimane superficiale, come del resto viene spiegato chiaramente nelle istruzioni per l’uso.

Forse ti interessa...

Un commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>