I rimedi per abbassare la pressione in modo naturale

La pressione alta o ipertensione è un disturbo di cui soffrono molte persone che viene spesso aggravata dallo stile di vita (stress, alimentazione, sedentarietà) o dall’uso di alcuni farmaci che influenzano il flusso flusso sanguigno. Facendo riferimento ai parametri standard la pressione è alta quando la minima (diastolica) è maggiore di 90 e la massima (sistolica) maggiore di 140, anche se solo il medico, in base alle specifiche caratteristiche di ciascuno di noi, può definire la personale entità del disturbo.

La pressione alta, alla lunga e se non tenuta sotto controllo, è uno dei fattori di rischio per il cuore e l’insorgere di malattie ai danni proprio dell’apparato cardiaco (infarto su tutte). Prima di ricorrere a farmaci in caso di ipertensione si può intervenire modificando alcune abitudini sia di vita che a tavola, eliminando o limitando il fumo e il consumo di alcolici, seguire una dieta ricca di potassio, eliminando eventuali fonti di stress e dedicarsi ad una moderata attività fisica.

Esistono anche numerose erbe che permettono di abbassare in modo del tutto naturale la pressione alta, utilizzate da tempo immemore nella medicina tradizionale per la cura di questo disturbo.

Basilico

Tra le erbe aromatiche più amate della cucina mediterranea il basilico è proprio il caso di dirlo che è buono in tutti i sensi, con tante proprietà benefiche per l’organismo: facilita lo scioglimento del colesterolo LDL “cattivo”, ha un azione fluidificante e permette di abbassare la pressione. Una buona abitudine è mangiare ogni mattina a stomaco vuoto 4-6 foglie fresche, l’ideale è appena colte direttamente dalla piantina sul balcone;  non sarà per nulla un sacrificio inserirlo nella dieta quotidiana, preparando un pesto alla genovese, arricchendo pasta, contorni o minestre in cui sprigionare l’inconfondibile profumo.

Cannella

La cannella è una spezia che si può facilmente inserire nella dieta perchè è molto usata in pasticceria e c’è anche chi la utilizza per dolcificare e aromatizzare il caffè ed altre bevande. Usata tradizionalmente come antisettico per le infezioni soprattutto a carico dell’apparato respiratorio, consumata quotidianamente, aiuta ad regolarizzare in caso di ipertensione.


Cardamomo

La spezia indiana che con la curcuma è alla base del curry ha anche vari impieghi fitoterapici, essendo utilizzato come rimedio contro il vomito o la diarrea, per favorire la digestione (in tisana) come fluidificante ed espettorante e per abbassare la pressione. Consumare quotidianamente cardamomo in polvere o semi (per insaporire zuppe e prodotti da forno) per un periodo di almeno 3 mesi permette di osservare un miglioramento dei livelli di pressione arteriosa.

Aglio

E’ uno dei rimedi naturali più conosciuti e utilizzati in caso di ipertensione perchè l’aglio rilassa e dilata i vasi sanguigni, facilitando il flusso sanguigno e, di conseguenza, permette di abbassare la pressione sanguigna. L’aglio fresco può essere aggiunto a diverse ricette, consumato preferibilmente crudo, perchè più efficace,  senza timore delle conseguenze sull’alito pesante per cui esistono diversi rimedi naturali. Se proprio non si riesce a consumare fresco in commercio esistono numerosi integratori: pillole, tavolette, capsule gelatinose,  polvere secca, succo e tintura madre.


Biancospino

Da sempre conosciuto come la pianta del cuore il biancospino ha diverse proprietà a vantaggio dell’apparato cardiocircolatorio e riuscire ad abbassare la pressione è tra queste (al contrario è sconsigliato in caso di pressione bassa). Sono soprattutto le bacche, più che i fiori (ricchi di antiossidanti), ad essere utili per tenere sotto controllo l’ipertensione, assunte sotto forma di capsule.

Condividi con un amico