L’igiene sportiva: le regole per prevenire contagi in palestra

palestra

Finite le vacanze, si ritorna in città e si riprendono quelle attività lasciate ad inizio estate, come gli sport praticati nei centri sportivi che abitualmente si frequentano nelle ore libere tra il lavoro o la scuola. Si tratta di realtà in crescente aumento, in quanto spesso rappresentano l’unica alternativa in città per chi vuole praticare dello sport, anche se la salubrità degli ambienti non è propriamente rassicurante.

Questi centri sportivi infatti nascondono delle insidie dal punto di vista igienico che è fondamentale tener presente in modo da prepararsi ed avere le giuste accortezze prima, durante e dopo l’attività sportiva.

Tali ambienti sono quelli preferiti dai germi poiché essi trovano un habitat ideale per svilupparsi a causa delle temperature e soprattutto dell’umidità che si crea tanto nelle sale dei differenti corsi quanto negli spogliatoi e nelle docce, compresi le piscine e le vasche idromassaggio. I ristagni di acqua qui presenti sono quelli più pericolosi in quanto agevolano la proliferazione di funghi, virus, batteri fecali e stafilococchi.

Le infezioni più comuni sono quelle che si innescano per contatto cutaneo con attrezzi, panche, pavimenti, docce, servizi igienici; poi ci sono quelle respiratorie che si possono presentare nel momento in cui si inspirano le micro goccioline espulse ad esempio dal sudore degli altri, attraverso gli starnuti e quelle di tipo gastroenteriche che sopraggiungono se dopo avere toccato superfici umide contaminate, portiamo casualmente le mani alla bocca. E questo vale a maggior ragione per i più piccoli che tendono ad avere meno attenzione. Ecco allora che seguire delle norme di prevenzione è di grandissimo aiuto nella prevenzione di questi frequenti contagi.

Qui di seguito le regole da seguire.

In palestra, portate sempre una salvietta da interporre tra il proprio corpo e gli attrezzi o il pavimento con cui si viene a contatto per l’esecuzione degli esercizi.

Usare sempre calzini di spugna quando si indossano scarpe da ginnastica, in quanto solo questi sono in grado di favorire la traspirazione dei piedi, mantenendoli meno umidi rispetto a calze più sottili e in grado perciò di diminuire per una buona percentuale la probabilità di contrarre micosi ai piedi con conseguenti taglietti tra le dita, fonte di infezioni.

Le calze devono essere dedicate solo allo sport e una volta concluso l’allenamento vanno lavate. Ogni giorno bisogna pertanto cambiarle e se possibile disinfettare anche le scarpe ginniche con appositi spray che hanno generalmente anche funzione deodorante, il che non guasta.

Assicuratevi prima di utilizzare un qualsiasi attrezzo che sia stato pulito dal precedente utilizzatore; oppure provvedete voi a disinfettare e comunque farlo sempre quando terminate l’utilizzo. Una palestra seria vi fornirà carta e spruzzino come regola della sala di modo che nessuno possa esimersi dalla pulizia e garantirsi a vicenda.

Sia gli uomini ma soprattutto le donne dovrebbero evitare di portare abbigliamento e intimo di nylon in quanto, specie se colorato, può comportare infezioni cutanee anche rilevanti, non facendo traspirare adeguatamente la pelle e in alcuni casi, irritandola letteralmente. Meglio il cotone, più naturale e traspirante e anche facile da lavare.

Assicuratevi che la vostra palestra sia dotata di impianti di areazione, per il ricambio dell’aria, fondamentale per evitare di prendersi anche la più comune influenza ed eliminare la grossa quantità di umidità che si sviluppa a causa del calore e del sudore.

Fare la doccia dopo ogni allenamento per pulire la pelle. Se fate più allenamenti dosate minor sapone per evitare irritazioni e indebolire le difese della pelle ai batteri e funghi di vario genere.

Non entrare nel piatto doccia senza scarpette, potreste ritrovarvi funghi e verruche.

Altro aspetto fondamentale: asciugarsi bene dopo la doccia. L’umidità è responsabile ancora una volta di germi e batteri di vario genere, soprattutto nelle pieghe della pelle.

Non appoggiatevi sulle panche senza l’apposita salvietta appoggiata sopra e fornitevi di un tappetino per posare comodamente i piedi in terra, mentre vi cambiate.

Infine, tornati a casa, svuotare subito la borsa della palestra; lasciarvi dentro indumenti sporchi e umidi può generare numerosi batteri all’interno della borsa che se non lavata, venendo a contatto anche con gli indumenti puliti nelle volte successive, possono favorire infezioni di ogni tipo. Il cattivo odore ne sarà il segnale. Igienizzate la borsa stessa più volte che potete.