Il torcicollo e i 5 esercizi basilari per eliminarlo

3.775 views
torcicollo

Vi è mai capitato di alzarvi la mattina con il collo dolorante e senza riuscire a girarlo liberamente, quasi ad avere un’ingessatura? Sono gli effetti del torcicollo, un disturbo che colpisce sporadicamente ma che quando si presenta è davvero molto fastidioso. Le cause della contrattura che si crea a livello del collo possono essere di diversa natura.

Cause del torcicollo

Ad esempio, durante la notte si possono assumere inconsapevolmente posizioni non naturali che mantenute per tutto il sonno creano contratture; anche la tipologia di materasso, se troppo morbido, crea un affossamento della schiena e del collo che non stando dritti  si possono infiammare.

Per lo stesso motivo andrebbero evitati i doppi cuscini durante il sonno, in quanto mantengono il collo piegato e non correttamente disteso. Dormire con le finestre aperte o con condizionatori accesi può causare un raffreddamento dei muscoli cervicali e la loro conseguente rigidità al risveglio, questo anche di giorno, quando si sosta in ambienti con eccessiva corrente d’aria o peggio sotto la fredda aria emanata da condizionatori e ventilatori.

Anche assumere posture scorrette frequentemente, specie quando si è alla scrivania o davanti al computer, può portare al torcicollo.

A volte, spiegano i medici, all’origine della contrattura vi può essere un’infiammazione, altre volte un problema dell’articolazione dovuto a traumi anche passati o ancora può esserci una patologia seria come l’ernia al disco. In questi ultimi casi è bene risolvere il problema di fondo con il medico specialista in quanto il torcicollo ne è solo l’ effetto.

Rimedi per il torcicollo

Vediamo quali sono i passaggi essenziali per affrontarlo:

Come prima cosa cercate di tenere il collo al caldo, così che il dolore legato alla contrattura del muscolo possa placarsi e il muscolo ammorbidirsi. Se però siete consapevoli che alla base del torcicollo c’è un processo infiammatorio, allora in tali casi è importante raffreddare la zona dolorante.

Nella fase acuta (quella iniziale) è meglio essere cauti: evitate di fare bruschi movimenti o forzare eccessivamente il collo nello sblocco ma con gradualità e soprattutto lentamente, eseguite dei movimenti con la testa in tutte le direzioni, senza esagerare. Infatti sebbene il dolore e la contrattura portino naturalmente a star fermi, ciò non è consigliato in quanto si finisce per irrigidire ancor di più la zona e rallentare il processo di ripresa.

Esercizi per il torcicollo

Non appena si è sbloccata un poco la zona, dedicate qualche minuto a esercizi più specifici qui di seguito spiegati. Abbiate cura di avere a vostra disposizione una sedia e un po’ di tranquillità. Eseguite pertanto gli esercizi da seduti, con la schiena dritta e le mani sulle ginocchia.

  1. Ruotare la testa prima su di un lato e poi sull’altro (a destra e a sinistra) per quanto vi riesce e sempre lentamente. Se avvertite scrocchiolii non preoccupatevi, è naturale a seguito della contrattura. Cercate ad ogni ripetizione di andare sempre più a fondo della torsione.
  2. Ora flettere la testa lateralmente, su di un lato e sull’altro, portando l’orecchio come ad appoggiarsi alla spalla corrispondente. Una raccomandazione importante: mentre eseguite gli esercizi mantenetevi retti nella postura e non alzate le spalle per avvicinarle all’orecchio.
  3. Portare successivamente il mento verso lo sterno, quindi in giù e una volta raggiunta la posizione mantenerla per qualche secondo prima di risalire lentamente e tornare nella posizione di partenza.
  4. Portare in avanti e indietro il mento senza alzare né abbassare la testa. Ciò permetterà di decontratturare i muscoli cervicali.
  5. Infine, in piedi o seduti a terra, ponetevi vicino una parete, con testa e schiena ben aderenti ad essa; allungate il collo verso l’alto mantenendo sempre il contatto della nuca con la parete, per il massimo allungamento dei muscoli.

Questi esercizi sono molto efficaci e vanno eseguiti per alcuni minuti ciascun tipo per tutto il tempo necessario a che il torcicollo passi , in genere qualche giorno.