Intossicazione alimentare: come curarla con rimedi naturali

zenzero

L’intossicazione alimentare è un disturbo che si verifica in seguito all’assunzione di cibi contaminati da tossine, sostanze chimiche o agenti infettivi. Può provocare diversi sintomi in grado di interessare esclusivamente il tratto gastrointestinale, causando quindi vomito e diarrea, o di coinvolgere altri organi, inclusi reni, cervello o muscoli.

Generalmente, le patologie di origine alimentare di questo genere tendono a scomparire da sole nel giro di qualche giorno; altre volte, però, è possibile riscontrare problematiche più importanti, che possono debilitare notevolmente il nostro organismo. Ecco perchè è importante depurarsi dall’intossicazione alimentare.

Scopriamo come individuare un’intossicazione alimentare attraverso i suoi sintomi e come curarla con rimedi naturali.

Quali sono i sintomi di un’intossicazione alimentare?

Ogni intossicazione alimentare può avere un decorso differente, in relazione a vari fattori. Un ruolo determinante svolge la fonte da cui si è scatenata l’infezione.

Da essa dipende inoltre il lasso di tempo entro cui si manifestano i primi sintomi, che può variare da 1 ora fino a circa 30 giorni. I casi più comuni di intossicazione alimentare sono accompagnati da alcuni di questi sintomi:

  • Crampi addominali
  • Diarrea
  • Vomito
  • Perdita di appetito
  • Debolezza
  • Febbre
  • Nausea
  • Mal di testa

Talvolta, questa condizione può assumere un’entità più seria e provocare una serie di altri disturbi. I segnali che indicano la comparsa di un’intossicazione alimentare significativa sono:

  • Diarrea che si protrae per oltre 3 giorni
  • Febbre oltre i 39° C
  • Difficoltà nell’articolare le frasi
  • Difficoltà visive
  • Sintomi di disidratazione (mucose secche e minzione insufficiente o assente)
  • Presenza di sangue nelle urine

Le maggiori cause di contaminazione alimentare

Le intossicazioni alimentari si verificano dopo aver mangiato del cibo che, in qualche modo è stato contaminato. Ma da cosa, esattamente? I responsabili sono essenzialmente: batteri, parassiti e virus.

Batteri

I batteri sono la principale causa di intossicazione alimentare, specialmente l’Escherichia Coli, la Salmonella e la Listeria. Un altro agente batterico responsabile della possibile contaminazione del cibo è il cosiddetto botulino, che può essere potenzialmente letale.

Parassiti

Le intossicazioni alimentari provocate dai parassiti sono meno comuni di quelle causate dai batteri. Tuttavia, quando un parassita si diffonde attraverso il cibo, la sua assunzione può rivelarsi molto pericolosa. Questi microrganismi patogeni possono insediarsi all’interno del tratto digestivo e viverci per anni, senza essere individuati.

Virus

La terza causa più comune di contaminazione del cibo sono i virus. Quello di Norwalk è quello responsabile della maggior parte delle intossicazioni alimentari da virus, seguito dall’adenovirus, rotavirus e dal virus dell’epatite A.

Come trattare un’intossicazione alimentare in modo naturale

La maggior parte delle intossicazioni alimentari possono essere curate con ingredienti facilmente reperibili nelle nostre cucine e dispense.

Se il primo e fondamentale consiglio è quello di reintegrare i liquidi persi, bevendo molta acqua, esistono dei semplici rimedi naturali da preparare con le proprie mani, in grado di accelerare il processo di guarigione.

Zenzero

Da secoli, lo zenzero viene utilizzato per trattare innumerevoli malanni, grazie alle sue proprietà terapeutiche dovute principalmente alla sua forza antinfiammatoria. Questo ingrediente migliora l’assorbimento dei nutrienti essenziali da parte del nostro organismo e stimola il processo di digestione.

Funziona, inoltre, come un ottimo rimedio contro nausea e vomito, dai quali offre immediato sollievo. Preparate una salutare tisana a base di zenzero versando un cucchiaino di radice grattugiata all’interno di una tazza di acqua bollente. Lasciate in infusione qualche minuto e aggiungete del miele per renderla più dolce.

Aceto di mele

Nonostante la sua natura acida, l’aceto di mele allevia efficacemente i sintomi da intossicazione alimentare. Esso lenisce le membrane intestinali e distrugge i batteri. Per un rimedio rapido, versate due cucchiai di aceto in un bicchiere di acqua calda e bevete la soluzione prima dei pasti.

Aglio

L’aglio è in ingrediente antivirale, antibatterico e antifungino che ben si presta a curare un’intossicazione alimentare. Dona inoltre sollievo da diarrea e dolori addominali. Ingerite uno spicchio d’aglio, magari aiutandovi con dell’acqua, e ogni sintomo sarà alleviato.

In alternativa, potete preparare un composto formato olio di aglio e olio di soia e frizionarlo delicatamente sullo stomaco dopo aver mangiato.

Miele

Il miele possiede proprietà antifungine a antibatteriche, molto indicate per trattare i problemi legati al tratto gastrointestinale, comprese le intossicazioni alimentari. Questo ingrediente, utilizzato come rimedio curativo, può essere assunto da solo o aggiunto a tisane e bevande.

Un cucchiaino di miele 3 volte al giorno è in grado di rimettere in sesto uno stomaco non al massimo della propria forma. Esso, inoltre, riduce la formazione di acido in eccesso all’interno dell’apparato digerente.

Per ridurre al minimo un’intossicazione alimentare, assicuratevi di ingerire cibo adeguatamente preparato secondo le norme igieniche; sia a casa che in viaggio.

Alessandra Montefusco
Ho una laurea magistrale in Teoria dei linguaggi e sono appassionata di rimedi naturali e cosmetica ecobio sin dall’adolescenza. Per questo cerco sempre di tenermi aggiornata sulle ultime novità del settore e sulle potenzialità dei prodotti che madre natura ci ha donato. Mi occupo di comunicazione e lavoro nel settore degli audiovisivi. Amo la musica - mia grande passione - la letteratura, il cinema, le passeggiate all’aria aperta e…il cibo!