Irritazione interno coscia in estate

In estate, la stagione del caldo, non si può far a meno di scoprire cosce e gambe con vestitini, pantaloncini, minigonne, ma proprio le cosce purtroppo con l’arrivo dell’estate iniziano a soffrire. Capita infatti a tutte, in piena estate, di avere l‘interno coscia irritato e arrossato.

Il problema dell’irritazione dell’interno cosce si ripresenta puntuale quando inizia a fare caldo, e non colpisce solo le donne in sovrappeso come si potrebbe pensare, poiché in realtà ne soffrono tutte le persone, sia uomini che donne, che hanno le cosce a contatto pur essendo magre.

Il caldo, il sudore, uniti al movimento, non fanno altro che irritare la pelle dell’interno coscia, che a causa dello sfregamento genera arrossamenti e talvolta anche la formazione di bolle o vescicole e di conseguenza dolore.


Insomma avere l’interno coscia irritato, non è di certo una piacevole sensazione, soprattutto quando dobbiamo sopportare l’afa e il calore dell’estate, e siamo costrette a nascondere il problema avendo così difficoltà ad indossare gonne, vestitini, bikini, e tutto ciò che mette in mostra la brutta irritazione e che ne aumenta i sintomi.

La buona notizia però è che ci sono delle soluzioni, dei rimedi, per prevenire o contrastare l’irritazione e lo sfregamento dell’interno cosce. Come fare? Ecco dei preziosi consigli da seguire.

Irritazione interno coscia: cause e sintomi

L’irritazione e l’arrossamento tra le cosce è un problema fastidioso che diventa più urgente in estate, complice anche il sudore e il fatto di avere la pelle nuda, con le cosce che si sfregano procurando rossore, irritazione e bruciore.

È un fastidio ben conosciuto da chi è leggermente in sovrappeso, o da chi ha le cosce più grandi, poiché la pelle tra le gambe è in continuo contatto e quando fa caldo e si suda la pelle si irrita. Ma è è un problema particolarmente temuto e sofferto anche dagli sportivi che si muovono di continuo e assumono delle posizioni che causano lo sfregamento delle gambe e con il sudore e il caldo l’interno cosce si irrita e provoca bruciore e rossore.

L’irritazione si può presentare manifestando semplice rossore nella zone dell’interno cosce, oppure a volte il rossore può essere accompagnato da piccole bollicine e in casi più gravi da vescicole. Solitamente tutto ciò provoca fastidio, prurito, dolore, bruciore.

Le cause della comparsa dell’irritazione tra le cosce, come abbiamo detto sono dovute a diversi fattori e situazioni, ma sicuramente la causa principale è lo sfregamento delle cosce sudate, soprattutto quando fa eccessivamente caldo, il calore infatti oltre a generare il problema non fa che aumentarne i sintomi.

Irritazione interno coscia: rimedi

Il fastidioso problema dello sfregamento delle cosce e della conseguente irritazione fortunatamente può essere evitato dalle dovute precauzioni. Bisognerebbe infatti evitare di lasciare la pelle dell’interno cosce a contatto per troppo tempo quando si suda, e magari utilizzare dei prodotti per rendere la pelle in quella zone più liscia e scivolosa, così da evitare lo sfregamento quando ci si muove.

Quando però ci si dimentica di tutti questi accorgimenti e purtroppo l’irritazione si manifesta in modo fastidioso, cosa dobbiamo fare?

Esistono dei metodi semplici ed efficaci da mettere in atto sia per prevenire che per contrastare, limitare o semplicemente alleviare l’irritazione dell’interno coscia. Ecco cosa si consiglia di fare:

Pulizia dell’interno coscia:

Ovviamente avere una pelle sempre pulita e fresca è il modo migliore per evitare che la pelle sia sudata e appiccicosa, ma quando si è fuori casa non è sempre possibile sciacquare e pulire l’interno coscia e quindi inevitabilmente si presenta l’irritazione.

In questi casi, una volta arrivate a casa, quando siete ancora alle prese con l’agonia del bruciore che si è creato tra le vostre cosce, è bene andare subito a sciacquare la zona con dell’acqua fredda o tiepida e pulire bene con un detergente delicato, possibilmente dal Ph neutro.

Indossare pantaloncini:

Nonostante in estate sia piacevole indossare gonne, minigonne o vestitini corti che risaltano le nostre forme, purtroppo questo tipo di abbigliamento non fa altro che favorire lo strofinio delle cosce creando irritazioni e arrossamento.

Indossare un paio di pantaloncini corti è la soluzione più facile e ideale per prevenire il problema, perché vanno a coprire proprio quella zona e ad evitare quindi il contatto della pelle delle cosce. Basta scegliere il modello che più si adatta al proprio fisico e alle proprie forme e si potrà essere sensuali anche con dei pantaloncini.

In commercio potete trovare dei pantaloncini sottogonna in microfibra, un materiale traspirante che aiuta a rimanere freschi in estate, evitando il sudore e gli sfregamenti andando a coprire la zona delle cosce. Potete trovarli neri, bianchi o color carne scegliendo la lunghezza in base al vestito che dovete indossare. Vi proteggeranno dallo sfregamento al 100% e se li acquistate modellanti aiuteranno anche la silhouette.

Indossare delle bandelettes:

Nel caso non volete indossare pantaloncini sotto le gonne o i vestitini, ma non volete rinunciare al piacere di sfoggiare minigonne e vestitini fashion, potete procurarvi delle bandelettes. Le bandelettes  sono fasce autoreggenti, in pizzo, che ben si adattano alla conformazione della coscia, senza comprimerle pur restando ferme al loro posto.

Ricordano la parte superiore delle calze autoreggenti, in questo caso però avremo solo la fascia elastica che copre proprio la zona dell’interno coscia, evitando sfregamenti e irritazioni. Sono più leggere dei pantaloncini e costringono anche di meno, potete trovarle in vendita on line sia lisce che ricamate.

L’inconveniente è che sono acquistabili solo online, in negozi specializzati americani, e che sicuramente, non risolvono il problema quando si indossa il bikini al mare o si va in piscina.

Deodorante:

Il deodorante in stick o roll on è un rimedio semplice e veloce che potete utilizzare anche quando andate in spiaggia. La consistenza lattiginosa di questo prodotto cosmetico aiuta lo scivolamento della zona. basta applicarlo nella zona dell’interno coscia, eviterà il sudore e potrete riapplicarlo dopo la doccia.

Bisogna però scegliere un deodorante senza alcol, senza profumo e senza conservanti, poiché quello dell’interno coscia è un punto molto delicato e quindi è importante non applicare un prodotto eccessivamente aggressivo.Un buon deodorante adatto a risolvere il problema, potrebbe essere Derma Fresh per pelle allergica. 

Talco all’amido di riso o amido di mais:

Chi non suda molto nella zona dell’interno cosce può utilizzare il talco all’amido di riso, la pelle resta asciutta e si evita lo sfregamento. Deve però essere applicato più volte durante la giornata perché il suo effetto dura poco.

Anche l’amido di mais aiuta ad evitare la sudorazione eccessiva tra le cosce prevenendo le irritazioni: assorbe l’umidità riducendo l’attrito. Applicate la polvere sulla zona pulita e asciutta. Così come per il talco, anche l’amido di mais deve essere riapplicato almeno due o tre volte. Non applicatelo sulla pelle umida.

Aloe vera:

L’aloe vera in gel viene utilizzata per calmare irritazioni e prurito. Se volete utilizzarla per prevenire le irritazioni dell’interno coscia, potete preparare un sorta di crema protettiva mescolando insieme aloe vera in gel in un quarto di tazza di tè verde, da applicare con un leggero massaggio prima di vestirvi. È così possibile creare una patina protettiva, una sorta di barriera che impedisce lo sfregamento delle cosce.

Olio di cocco:

L’olio di cocco è un antibatterico e antimicotico naturale e per questo aiuta a lenire i rossori e le irritazioni. Inoltre regola la sudorazione lasciano contemporaneamente un piacevole profumo sulla pelle. L’olio di cocco aiuta la lubrificazione delle cosce e contribuisce a migliorarne lo scivolamento.

Applicatelo nell’interno coscia prima di indossare gli abiti ma potete applicarlo anche la sera nel caso la pelle fosse già irritata, in modo da lenire il bruciore.

Creme protettive che contrastano l’arrossamento:

Sono ideali le creme che si utilizzano per i bambini, per le irritazioni da pannolino, poiché contengono zinco e hanno una funzione protettiva e antibatterica. La pasta dei bambini, quindi studiata per il trattamento delle zone più sensibili, è lenitiva e calmante, previene irritazioni e arrossamenti e favorisce il naturale processo di rigenerazione della barriera cutanea.

Inoltre contenendo l’ossido di zinco che è un antibatterico, la pasta aiuta a prevenire i batteri che si accumulano a causa del sudore. Una soluzione potrebbe essere acquistare ed applicare in caso di irritazione della Pasta di Fissan Delicata. 

Condividi con un amico