Issopo: un alleato delle vie respiratorie

198 views
issopo

L’issopo è un balsamo per le vie respiratorie, il suo infuso riesce a placare la tosse e ad impedire che una semplice influenza diventi bronchite, riuscendo a fluidificare il catarro. È una pianta aromatica che cresce spontaneamente in montagna, una delle più ricche di oli essenziali.

La pianta è formata da fusti esili ed alti fino a 60 cm, le foglie sono piccole e oblunghe, di un colore verde intenso. I fiori sono piccoli, il frutto è un tetrachenio, contiene un solo seme rugoso di colore nero. È una pianta che si trova in Europa del sud e in Asia occidentale.

Si presta per ottimi effetti decorativi grazie al colore meraviglioso dei fiori che dall’azzurro sfuma e diventa quasi porpora, qualche volta anche rosa e bianco. È una pianta che predilige il sole e i terreni calcarei, ma non ha bisogno di molto per sopravvivere. Si trova soprattutto nei mesi di aprile e maggio.

Issopo pianta

Il nome deriva dal greco “hyssopos”, “aspetto a freccia” oppure dall’israelitano “esob”, “erba sacra”. Se ne trova traccia nella Bibbia dove viene raccontato che l’issopo veniva utilizzato dal re Salomone per fare sufflamigi. Nell’Antico Testamento fu usata come pennello per segnare con sangue d’agnello le porte delle famiglie israelitiche. Nel Nuovo Testamento si dice che ne fu impregnata una spugna per dissetare Gesù in croce, come atto di pietà.

In altri luoghi veniva considerata un’erba magica, capace di tener lontano il malocchio e le energie negative, purificando l’ambiente. Plinio cita l’issopo come rimedio efficace contro i pidocchi e il prurito in testa, Santa Ildegarda di Bingen lo cita come rimedio efficace per guarire i lebbrosi.

Un tempo veniva anche impiegato come repellente per gli insetti: se ne spargevano dei rametti sul pavimento e sulle coltri. Per preparare un infuso basta scaldare dell’acqua in un pentolino e quando bolle versarla in una tazza dove precedentemente sono stati messi dei fiori di issopo.

Bisogna, poi, coprire tutto con un panno e attendere 10-15  minuti, prima di filtrare e bere. Se ne possono bere fino a due tazze al giorno, una la mattina e una la sera, per un periodo massimo di due settimane.

Si usa anche contro il meteorismo, si mette un cucchiaio di foglie e uno di fiori essiccati di issopo in un pentolino di acqua bollita in precedenza, si lascia riposare, si filtra e si beve quando si presenta il problema. L’issopo si usa anche come lenitivo per gli occhi arrossati, per sfiammarli e per aiutare le ferite a cicatrizzarsi. Si prepara l’infuso, si imbeve una garza sterile e si passa delicatamente sulla pelle o si fanno degli impacchi direttamente sugli occhi, è davvero un toccasana!

Hyssopus officinalis: i benefici

Nella medicina popolare l’issopo viene impiegato per stimolare l’appetito e per favorire i processi digestivi, per stimolare la circolazione e per contrastare malattie che derivano dal raffreddamento come bronchiti e influenze. La tradizione popolare crede che riesca ad abbassare la pressione sanguigna, a regolare la fase mestruale, a favorire la diuresi e il riassorbimento delle tossine in eccesso.

Ha molte proprietà benefiche per le prime vie respiratorie, spesso utilizzata per sedare la tosse e gli attacchi d’asma, per fluidificare ed eliminare il catarro dai bronchi e dai polmoni. Esternamente viene utilizzato in caso di ferite o per contrastare il mal di gola. Inoltre è un buon rimedio per le infezioni che colpiscono l’orecchio: si possono sfruttare i vapori che derivano dall’infusione della pianta. in questo modo si possono lenire gonfiore e infiammazione e, di conseguenza, il dolore.

Si trova sotto forma di tintura madre, gocce o granuli e viene usato anche in omeopatia. La quantità da assumere varia da persona a persona. La tintura madre si può applicare facilmente su diverse parti del corpo, soprattutto se si hanno problemi respiratori.

L’olio essenziale, applicato direttamente sulla pelle, penetra in profondità garantendo sollievo dai dolori articolari o bruciori causate da ferite. L’issopo, se integrato ad altre erbe, può essere un valido alleato contro l’ansia, un rimedio che va bene sia per i grandi che per i piccoli. Riesce a contrastare problemi di insonnia o di depressione grazie all’effetto sedativo che ha sul sistema nervoso.

Giusi Rosamilia
Nata nel 1990, si è laureata alla triennale di Editoria e Pubblicistica, ha proseguito gli studi con la Magistrale in Informazione, editoria e giornalismo e un Master in Comunicazione e Giornalismo di moda.E' giornalista pubblicista, Vicedirettrice del periodico “Altirpinia", collabora con varie riviste tra cui Fashion News Magazine e Chic Style. Social media manager e web copywriter. Ama la scrittura, la moda e gli animali.