La beauty routine contro il raffreddore

Tenere il naso ben pulito è già di per sé un ottimo sistema per prevenire riniti e sinusiti. Si possono utilizzare fazzolettini o anche dell’acqua per dei lavaggi nasali. Ma attenzione! L’acqua non deve essere quella del rubinetto che può contenere microrganismi. L’allarme è stato lanciato dalla Food and Drug Administration americana.

Quando la beviamo è l’acidità gastrica che ci protegge egregiamente, ma se la usiamo per pulire le narici, può anche favorire le infezioni. Neanche bollirla è una soluzione, perché in questo caso l’acqua diventa troppo calcarea e le mucose nasali possono irritarsi e infiammarsi.

Soluzione fisiologica

Il sistema migliore è preparare in casa una semplice soluzione fisiologica con acqua salata, classico rimedio della nonna. Basta aggiungere un cucchiaio raso di sale ad una bottiglia di acqua oligominerale e poi farla bollire cinque minuti.

In questo modo si sterilizza e il cloruro di sodio, in bassa concentrazione, aiuta a fluidificare il muco e a liberare il naso chiuso. Per spruzzarla nelle narici basta utilizzare una siringa da 10cc senza ago. La si riempie e si spruzza lentamente il liquido nelle narici: l’importante è eseguire questa operazione stando sul lavandino e reclinando la testa prima da un lato e poi dall’altro, in modo che la soluzione entri da una narice ed esca poi dall’altra. Con questa soluzione casalinga si possono fare due irrigazioni al giorno per tutto l’inverno.

Se non volete preparare un rimedio fai da te, in commercio si trovano prodotti già pronti da utilizzare, come ad esempio le fiale isotoniche di soluzione fisiologica o acqua marina, ricca di ioni benefici.

Soluzione ipertonica

Se è già presente molto catarro è meglio optare per le soluzioni ipertoniche, cioè con un’alta concentrazione di Sali, che decongestionano e disinfettano. Queste vanno prescritte dal medico e utilizzate solo una volta al giorno, per non più di sette giorni. Quelle sulfuree termali sono indicate se c’è molto muco denso. Le soluzioni addizionate di manganese e rame, aiutano invece nel caso di sinusite.





Quando poi per necessità dovete continuamente soffiarvi il naso, compaiono antipatici arrossamenti e le narici si screpolano, spesso si creano anche dei taglietti sulla pelle. Il tutto molto fastidioso e doloroso. Ecco perché è importante tenere la pelle delle narici sempre idratata e nutrita. In farmacia potete acquistare una crema in gel riparatrice, lenitiva e balsamica, ideale per queste problematiche della zona naso-labiale. Si chiama NasoSano DermovitaminA della Pasquali al costo di 7€.

Terme e Spa

Due volte alla settimana fai poi una sauna, sarai meno predisposta al raffreddore. Respirare aria a temperatura alta ostacola la duplicazione del virus influenzale. Inoltre, la sauna aiuta ad eliminare le tossine.

Secondo uno studio statunitense, il massaggio abbassa il livello degli ormoni dello stress (parliamo del cortisolo) e innalza il valore dei linfociti T. Se fa male la gola il massaggio ideale è quello ayurvedico, lo shiatsu invece aiuta se hai mal di testa o febbre.

Ridere!

Ridere di gusto fa bene alla salute. Uno studio ha evidenziato che i meccanismi biochimici della gioia alzano la produzione di anticorpi e abbassano quindi la possibilità di ammalarsi. Quindi perché non godersi una serata in poltrona a guardare un bel film comico.

Impariamo a sfruttare i benefici delle arti-terapie: lo sappiamo tutti che la musica influenza il nostro umore, ma ora è stato dimostrato che ascoltando le proprie canzoni preferite per trenta minuti al giorno i livelli degli anticorpi aumentano. Quindi rilassiamoci e ascoltiamo la nostra playlist preferita, l’organismo ne beneficerà enormemente.

Fare l’amore!

Infine, dedicati al piacere di coppia: è dimostrato che facendo l’amore almeno due volte alla settimana si aumenta la produzione di immunoglobulina A, che potenzia le difese e tiene lontani i germi.





Condividi con un amico