La torba contro la cellulite e per la bellezza della pelle

A volte bisogna andare in profondità nella ricerca della bellezza ed è proprio sul fondo di laghi, fiumi e zone umide e paludose che si trova la torba, una sorta di fango scuro, quasi nero, simile a terriccio bagnato sicuramente poco invitante ma ricca di benefici per la salute della pelle e non solo.

La torba è il frutto della decomposizione di varie sostanze organiche vegetali (erbe, piante) depositati in aree umide, come i bacini idrici o le paludi, si tratta di un composto vivo ricco di enzimi, minerali, cellulosa e vitamine, tutti elementi che si rivelano preziosi alleati per la bellezza della pelle e per la lotta contro la cellulite e hanno reso la torba un insolito ma efficace ingrediente di numerosi trattamenti estetici.

In molti centri termali la torba è già utilizzata da tempo per curare infiammazioni e problemi reumatici avendo proprietà antisettiche e antinfiammatorie ma a questi usi terapeutici si uniscono ora quelli di bellezza e la torba viene così spalmata sul corpo e sul viso per un peeling naturale che rende la pelle più elastica, luminosa e liscia grazie all’azione nutritiva dei sali minerali, delle vitamine e degli enzimi in essa contenuti.

Molto interessante è anche l’azione drenante della torba che è in grado di combattere la ritenzione idrica e, di conseguenza, la cellulite, oltre che favorire la linea e la silhouette aiutando a rassodare i tessuti e snellire  gli accumuli adiposi grazie soprattutto alla presenza di minerali come calcio e potassio; la torba ha anche un’azione rilassante sulla muscolatura ed è perfetta per sciogliere le tensioni, tanto da essere utilizzata anche da molti sportivi o da chi soffre di cervicale.

Recenti studi hanno allungato la lista delle virtù della torba riconoscendo proprietà antiossidante per combattere i segni del tempo grazie agli studi effettuati sullo stato di conservazione mummie dello Shannon, il fiume più lungo d’Irlanda. I ricercatori  del laboratorio di bioscienza del Limerick Institute of technology, a Limerick, hanno scoperto che le torbe contenute nel bacino centrale del fiume Shannon hanno spiccate e sorprendenti proprietà antiossidanti grazie alla presenza di acidi fumico e fulvico e così una società cosmetica irlandese si è subito messa al lavoro per creare una crema anti-age.

In attesa di questo nuovo prodotto la torba (nelle farmacie e parafarmacie più fornite si trova allo stato liquido) può essere usata come un normale fango anticellulite e applicato nelle zone critiche, coperta da una garza o benda leggera di cotone e lasciata agire per circa 30 minuti o per preparare una maschera viso purificante da applicare con un pennello o direttamente con le dita (lasciare agire 20-30 minuti e poi risciacquare con acqua tiepida). Per sfruttare anche l’effetto rilassante della torba si può unire al bagno restando in “ammollo” in totale relax per almeno mezz’ora ed uscire rigenerati e con la pelle levigata.

La torba senza dubbio non ha un aspetto invitante ma si sa, quando si tratta della propria bellezza a volte si è ben disposte a superare il “ribrezzo” iniziale nella speranza del risultato futuro come già succede a chi,ad esempio, si lascia camminare delle lumache sul viso sottoponendosi al celebrity escargot course.

Condividi con un amico