Mal di denti in estate: come evitarlo!

Estate e denti non vanno sempre d’accordo. L’esposizione prolungata al sole e il caldo improvviso possono causare infiammazioni alla bocca e di conseguenza dolore ai denti e gengive. Altri fattori dannosi per la salute dei denti legati all’estate sono:

  • eccessivo consumo di bevande fredde per far fronte alla calura estiva
  • consumo di gelati
  • aperitivi e snack

Quando lo stile di vita in estate subisce un cambio brusco ed improvviso, i denti possono avere dei piccoli problemi. Niente allarmismo. ecco tutti i nostri consigli per una buona convivenza con il mal di denti in estate.

Consigli prima della vacanza

Prima di partire per le meritate vacanze, oltre a preparare la valigia soffermatevi sulla prevenzione della bocca grazie ai consigli di medici e dentisti. Per non perdere sorrisi al mare ecco cosa fare:

  • Visita dal dentista circa 15 giorni prima della partenza
  • usare uno spazzolino a setole naturali e morbide
  • Evitate lo spazzolino elettrico
  • Sono consigliati i dentifrici al fluoro
  • effettuare anche una pulizia dentale
  • Non tralasciare mai l’igiene orale (sopperire alla mancanza di spazzolino con un chewing gum ma senza masticare sulla parte dolente)
  • evitate zuccheri e bevande gassate (preferire frutta, verdura e acqua)
  • portare sempre un kit medico
  • se il mal di denti sopraggiunge in aereo? Niente paura si chiama barodontalgia (è dovuto all’altitudine e tende a scomparire all’atterraggio)
  • per qualsiasi evenienza ricordate che siete in vacanza e non nel deserto ( consultate un medico al pronto soccorso per il pronto intervento)

In presenza di mal di denti il trattamento dovrebbe iniziare subito per due importanti motivi:

  1. far scomparire il fastidioso dolore in brevissimo tempo
  2. prevenire infezioni profonde come ascessi dentali, cisti e granulomi.

Per alleviare i primi sintomi ed agire in primo intervento, ricordate la lidocaina, un anestetico locale per tamponare i primi dolori dentali.

Sintomi del mal di denti

Prima di causare allarmismo e rovinarci le vacanze prima del tempo è bene distinguere tra i vari sintomi e tipologie del dolore ai denti: Per valutare il mal di denti bisogna prendere in esame alcuni parametri:

  • intensità del dolore (da blando ad acuto)
  • frequenza del dolore (continuo o ad intermittenza)
  • sensibilità a caldo e freddo
  • presenza di ulteriori sintomi ( sangue gengivale, mal di testa, febbre ecc)
  • quale dente è interessato (molare, giudizio o coinvolge più denti)

A seconda della causa, dei sintomi e della storia clinica del vostro cavo orale è possibile fare una prima diagnosi della situazione. Successivamente chiedere subito il parere del dentista, che confermerà o farà cadere i vostri dubbi.


Il mal di denti in vacanza è un problema notevole perchè potrebbe incidere negativamente sulle vostre aspettative e riuscita della stessa.

E’ inutile allarmarsi, l’importante è fare una buona prevenzione, seguire le norme di igiene, affidarsi ad uno specialista di fiducia, intervenire tempestivamente e ovviare a complicazioni con l’uso di analgesici, antinfiammatori e antibiotici. Evitate il fai da te.

 

 


 

 

Condividi con un amico