Menopausa: cosa sono i bio-ormoni o bioidentici

9.666 views

Non ci pensiamo mai, fino a quando non arriva. Poi capita e ci troviamo impreparate. Parliamo della menopausa. Bisognerebbe preparare il nostro corpo con anticipo, attraverso un percorso quotidiano di stile di vita che prevede: alimentazione adeguata, integratori, attività fisica e al momento giusto ormoni, ma solo bioidentici. Tutto questo per affrontare la menopausa con serenità.

Infatti spesso l’arrivo della menopausa, porta con sé varie problematiche: il sovrappeso, le vampate di calore, il calo del desiderio sessuale, l’irritabilità e il cattivo umore.

Gli ormoni di nuova generazione, detti bioidentici o bio-ormoni, possono aiutarci e fanno parte delle terapie non convenzionali. Questi ormoni sono estratti dalle piante, soia e igname, e hanno una struttura chimica identica a quelli prodotti dal nostro corpo, dunque sono efficaci e tollerati. In più, a differenza di quelli preconfezionati proposti dalle varie case farmaceutiche, sono dosati in modo personalizzato. Progesterone, estradiolo e testosterone, sono dosati in modo personalizzato dal farmacista (ecco l’unico problema potrebbe essere trovare un professionista in questo tipo di preparazioni…).

I bio-ormoni sono in grado di fornire più energia, facendo sentire la donna sempre “in forma” e questo è fondamentale dal punto di vista psicologico.

Ad oggi, nessuna ricerca ha riscontrato effetti collaterali all’utilizzo di ormoni bioidentici.

Ricordiamo che sono proprio gli ormoni a “regolare le funzioni” del nostro corpo. Gli estrogeni regolano la temperatura corporea, la densità ossea e la memoria. Inoltre, ci proteggono dai rischi cardiovascolari, ansia e depressione.

Il progesterone regola il sonno, previene l’osteoporosi ed è un calmante naturale. Quando si avvicina la menopausa, questo è il primo ormone che si riduce, ecco la causa degli sbalzi d’umore.

Il testosterone regola invece l’energia, il tono muscolare e il desiderio. Quando cala s’innalza il colesterolo e aumentano i dolori articolari.

Importante, è anche cambiare tipo di alimentazione, eliminando i cibi troppo grassi ed elaborati. Dando spazio, invece, ai cibi energetici e ricchi di vitamina B, come: il riso integrale, l’orzo perlato e la segale. Senza dimenticare i legumi, vere bombe energetiche a rilascio lento.

Agli alimenti che contengono molto ferro e aiutano l’intestino, come: gli spinaci, le barbabietole, le albicocche e i mirtilli.

Quotidianamente, le verdure ricche di fitoestrogeni non devono mai mancare nel piatto, come: semi di girasole, carote, sedano e finocchio.

Via libera anche alle spezie come: cumino, paprika, curcuma e zenzero.

Avatar
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.