Il miele di Manuka, alimento per il benessere

Il miele di Manuka arriva direttamente dalla Nuova Zelanda e si presenta come un alimento salutare e ricco di proprietà. È un particolare miele che deve il nome alla pianta da cui le api traggono nutrimento, la Manuka, ovvero un arbusto enorme che produce fiori profumatissimi.

Le sconfinate terra della Nuova Zelanda e di qualche regione dell’Australia sono ricchissime di queste piante, le quali hanno dato origine a questo miele dalle ottime virtù. Ma quale è la particolarità del miele di Manuka? A differenza del miele tradizionale, questo prodotto possiede dei principi attivi balsamici e antibatterici molto potenti, i quali permettono di disinfettare le vie respiratorie in modo ottimale e senza la minima controindicazione, per questo è considerato uno dei mieli più apprezzati a livello curativo.

Insomma il miele di Manuka è assolutamente da provare e da scoprire. Vediamo insieme quali sono le sue proprietà e i principi attivi che lo rendono così buono e salutare:

Miele di Manuka: principi attivi

Ovviamente per essere così salutare e benefico, il miele di Manuka deve contenere delle sostanze altrettanto benefiche e dalle preziose proprietà curative. In realtà a rendere speciale il miele di Manuka, è un particolare principio attivo in esso contenuto, il Methylglyoxal, un componente che si forma naturalmente nel nettare del fiore di Manuka pronto per essere raccolto dalle api.

Questa sostanza si mantiene inalterata nella composizione del miele, e si presenta come un potente antibatterico, oltre che come una sostanza in grado di coadiuvare la cura delle gastriti e dei problemi legati al sistema digestivo. Inoltre contiene il perossido di idrogeno, che è un elemento antibiotico, ed è ricco di metilgliossa, una sostanza presente in piccole quantità in altre tipologie di miele.

Miele di Manuka: proprietà benefiche

Il miele di Manuka oltre ad essere buono da gustare, è un miele con preziose proprietà curative e benefiche per il nostro organismo. A differenza del miele tradizionale, infatti, il suo uso deve essere concepito come ‘farmacologico‘ più che come puro dolcificante, in quanto ne bastano solo alcune gocce per svolgere importanti funzioni anti batteriche, lenitive e disinfettanti. Ma vediamo nello specifico quali sono le proprietà benefiche del miele di Manuka:

  • antibatterico
  • cicatrizzante
  • purificante
  • disinfettante
  • lenitivo
  • migliora i tessuti della pelle
  • agisce in modo benefico sull’apparato respiratorio
  • meno calorico del miele tradizionale
  • energetico
  • antibiotico
  • rallenta e contrasta la crescita delle cellule tumorali
  • riduce il colesterolo cattivo
  • antinfiammatorio
  • regolarizza il diabete
  • tratta problemi gastrointestinali

Miele di Manuka: quando usarlo?

Il miele di Manuka grazie alle sue qualità e proprietà benefiche, è ideale da usare in diverse occasioni. Solitamente viene assunto per combattere i malanni di stagione, ma estende la sua azione anche alla cura di diverse patologie come le gastriti, ulcere e reflussi gastrici.

Grazie alla sua azione antibatterica il miele di Manuka, viene impiegato soprattutto per combattere infezioni di vario tipo alle orecchie, agli occhi, al naso, ai seni frontali e mascellari. In più studi recnti hanno dimostrato l’efficacia di questo particolare miele, anche nella e nel trattamento di gengivite e altre malattie parodontali, oltre che per la riduzione delle infiammazioni dell’esofago spesso associate alla chemioterapia.

Altri studi hanno confermato gli effetti positivi del miele di Manuka sul colesterolo e sull’equilibrio della flora batterica.

Inoltre è in grado di cicatrizzare in modo naturale e di purificare la pelle compromessa per cui svolge un’azione efficace sui maggiori problemi legati alla pelle: dalle semplici bruciature ed escoriazioni fino a problemi più rilevanti come gli eczemi e la psoriasi.

Non a caso esistono molti prodotti topici dedicati alla cura delle pelle i quali contemplano la presenza del miele di Manuka. Al contempo, in commercio si possono reperire tanti cosmetici eco bio che impiegano il miele di Manuka per disinfettare e lenire la pelle.

Miele di Manuka: controindicazioni

Essendo un alimento naturale e sano, assumere il miele di Manuka non comporta il rischio di particolari o gravi effetti collaterali. In ogni caso come per qualsiasi prodotto alimentare non se ne deva fare abuso, e bastano poche dosi per sfruttare tutti i suoi benefici, anche perché è pur sempre un dolcificante.

I possibili effetti collaterali dell’assunzione di miele di Makuna riguardano più che altro i soggetti intolleranti, o diabetici, che inevitabilmente andranno incontro ad effetti indesiderati e pericolosi come:

  • reazione allergica: nei soggetti allergici alle api, o al miele
  • iperglicemia: in coloro che soffrono problemi di diabete
  • interferenze con farmaci coagulanti: se assunto per via orale può contrastare la fluidità del sangue
  • interferenze con il metadone: se assunto per via orale
adele-dauria

Sono laureanda alla facoltà di lettere moderne all’Università degli Studi di Salerno. Da sempre interessata e aggiornata sulle novità riguardanti salute, bellezza, cura del corpo e benessere psico-fisico.

Condividi con un amico