Nove segnali che ti suggeriscono di prendere una pausa

Il lavoro, lo studio e i tanti impegni quotidiani sono fonte di stress e tensioni che spesso influiscono negativamente sul nostro fisico e la nostra salute, Se siamo ancora lontani dalle ferie estive, ma avvertiamo segnali per cui è necessario prendere una pausa, è il momento di fermarsi.

Ecco i 9 indicatori che ci suggeriscono che il livello di stress è talmente alto da richiedere una pausa. Vediamoli insieme.

Mal di testa

Quando avvertiamo malesseri alla testa, come capogiri, dolore insistente o senso di stanchezza e pesantezza al capo, è giunto il momento di prestare attenzione a questi sintomi e comportarsi di conseguenza. Un elevato livello di stress può causare delle emicranie croniche e mal di testa pulsanti.

Staccare la spina per qualche giorno è il primo passo per non peggiorare la situazione.

Problemi di digestione

L’intestino è il cervello del nostro organismo. Quante volte abbiamo sentito ripetere questa frase da esperti del settore e non. In parte è vero, perchè quando lavoriamo molto con il cervello è lo stomaco, l’intestino, il colon e la digestione a risentire degli effetti negativi dello stress.

Una delle conseguenze più comuni e diffuse è proprio il colon irritabile o colite. Cosa fare? La digestione è importante e per questo motivo è importante prendersi una pausa soprattutto se si fa un lavoro troppo sedentario.

Problemi di pelle

Lo stress è uno dei fattori scatenanti di problemi cutanei come eczema, psoriasi e dermatiti. Quando il livello di stress e tensioni lavorative o di studio è altissimo possiamo incappare nella comparsa di chiazze rosse in alcune zone del nostro corpo che possono causare anche bruciori e dolore.

Spesso queste macchie non derivano da problemi cutanei e quindi non sono legati a malattie della pelle, bensì sono esattamente una risposta del nostro organismo a troppo stress. Prendersi una pausa è il primo passo da fare per verificare che si tratti proprio di un bisogno di relax oppure può derivare da altro.

eczema

Raffreddori frequenti

Lo stress aumenta la frequenza cardiaca accelerando la circolazione del sangue. Questo aumento di pressione può causare un’eccessiva frequenza dei raffreddori con un abbassamento repentino delle difese immunitarie.

Nei luoghi di lavoro è abbastanza frequente ammalarsi più spesso per la convivenza forzata in ufficio, quando i raffreddori sono molto più assidui è un segnale che dobbiamo riposare e staccare la spina dal forte stress.

Sbalzi di peso corporeo

Quando lo stress prende il sopravvento assistiamo a un inspiegabile aumento di peso a causa del cortisolo che ci fa divorare qualsiasi cosa troviamo davanti. IN questo modo ingrassiamo spesso anche senza mangiare molto ma solo per forte tensione.

Cosa fare? Prendersi una pausa per evitare di esporre il nostro corpo a squilibri di peso che potrebbero essere dannosi anche per la salute.

Mal di stomaco

Se soffriamo spesso di mal di stomaco o nausea (a meno che non siamo in gravidanza) non è detto che dipenda da una patologia. Il più delle volte problemi di stomaco sono legati a livelli di stress sopra la soglia limite. Il miglior modo per affrontare il problema è prendersi una pausa e riposare.

Durante il periodo di convalescenza consigliata è bene assumere bevande rilassanti a base di zenzero o altre erbe con effetto calmante.

mal di stomaco

Affaticamento

Quando avvertiamo segni di stanchezza, affaticamento e astenia significa che ci stiamo caricando di troppo lavoro e quindi stress. Abbiamo difficoltà anche a salire le scale? Potrebbe essere lo stress e le tensioni, prendersi una pausa per evitare peggioramenti.

Dolore al petto

Dolori al petto e al torace spesso non hanno alcuna attinenza con il cuore, ma sono di origine neurologia e legati allo stress. Un livello alto di tensioni può causare addirittura insufficienza cardiaca. Se non siamo arrivati ancora a questo punto, prendersi una pausa subito, altrimenti consultare un cardiologo.

Problemi sessuali

Che lo stress incida sull’attività sessuale è cosa vecchia. Si sa che quando siamo liberi da pensieri, stress e tensioni l’attività a letto va a gonfie vele e le nostre prestazioni aumentano in qualità. Quando lo stress prende il sopravvento, invece, cala anche il desiderio (leggi rimedi per il calo del desiderio sessuale). Cosa fare? Prendersi una piccola pausa e riacquistare le giuste energie, anche a letto.





Condividi con un amico