Occhio di pernice: i rimedi naturali

Cos’è l’occhio di pernice? E’ quel fastidioso ispessimento che interessa la zona dei piedi e può causare problemi allo svolgimento delle attività quotidiane.

I piedi sono una delle parti del copro più sensibili e soggette a fastidi e problematiche di varia natura.

Tra le patologie e le infezioni più comuni ricordiamo la classica micosi e l’occhio di pernice o tiloma (denominazione tecnica del problema).

Vediamo insieme cos’è l’occhio di pernice, come curarlo e prevenirlo con i rimedi naturali e quando invece rivolgersi ad uno specialista.


Cos’è l’occhio di pernice

Il tiloma o comunemente conosciuto come occhio di pernice è un fastidioso ispessimento della cute, simile ad un callo.

A differenza dei comuni calli è meno duro e di dimensioni ridotte che può formarsi nella zona anteriore o posteriore del piede, a volte anche tra le stesse dita.

Come si forma? La formazione dell’occhio di pernice non ha una causa scientifica.

In genere viene fuori a causa di calzature non adatte e sfregamento continuo del piede contro la scarpa,

Gli specialisti sostengono che esistono anche particolari strutture ossee che geneticamente sono predisposte alla formazione di tilomi,

Un esempio sono le falangi prominenti oppure articolazioni deformate. L’occhio di pernice può causare molto dolore soprattutto se si forma tra le dita del piede.

In questa zona, molto sensibile, l’occhio di pernice ha un colore biancastro, all’inizio è una callosità molto molto morbida ma successivamente a causa si strofinamenti e sudore potrebbe infiammarsi e provocare una vera e propria micosi.

Come alleviare i sintomi  e prevenire l’occhio di pernice? Con i rimedi naturali. Vediamoli insieme.

Rimedi naturali contro l’occhio di pernice

L’occhio di pernice compare all’improvviso e potrebbe volerci molto tempo prima che scompaia.

Un aiuto per alleviare i sintomi, accelerare la guarigione e prevenire l’ulteriore formazione in futuro viene dalla natura.

Ecco tutti i rimedi naturali per curare l’occhio di pernice e poter camminare in tranquillità senza fastidi.

Pediluvio antibatterico

L’igiene dei piedi è fondamentale per prevenire la formazione dell’occhio di pernice.

Durante la giornata prendere l’abitudine di effettuare lavaggi ai piedi con acqua calda, sale grosso, olio di tea tree e semi di pompelmo.

Questo pediluvio naturale ammorbidisce la cute e di conseguenza anche il tiloma.

Estratto di calendula

Oltre all’aloe vera, utile per ammorbidire la zona interessata dall’occhio di pernice, un ulteriore rimedio è la tintura di calendula grazie alle sue svariate proprietà:

  • antinfiammatoria
  • decongestionante
  • emolliente
  • cicatrizzante

Fare numerosi impacchi di tintura di calendula sulla zona interessata significa ridurne la callosità, ammorbidire la cute e cicatrizzare prima la ferita.

Urinoterapia

Utilizzare l’urina per curare l’occhio di pernice? Anche se può sembrare un po’ disgustoso e poco elegante è invece un ottimo rimedio per eliminare il tiloma dai piedi.

Per tutti coloro che non riescono a fare impacchi diretti di urina, in farmacia esistono pomate e creme a base di urea molto efficaci per l’occhio di pernice.

Impacchi mirati sulla zona da trattare diventeranno un rimedio efficace per eliminare questo fastidioso disturbo.

L’occhio di pernice non sarà più un problema, ma se dopo alcuni giorni non vedete miglioramenti vi consigliamo di rivolgervi ad uno specialista.

Condividi con un amico