Olio di canapa: benefici e controindicazioni

1.439 views
olio-canapa-benefici

Tutti conosciamo gli usi dei semi di canapa (cannabis sativa), ma non tutti sanno che dai questi semi (spremuti a freddo) viene ricavato un olio dalle importanti proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. L’olio di canapa è usato come il tradizionale olio extra vergine di oliva, quindi per condire insalate, zuppe, cereali e tutte le pietanze che richiedono questo condimento.

L’olio di canapa non è usato solo in cucina, studi scientifici lo stanno analizzando per vedere quali sono le altre principali proprietà e benefici. Il suo colore varia dalle gradazioni del verde e il suo sapore è molto gradevole (ricorda quello delle nocciole).

Proprietà dell’olio di canapa

L’olio di canapa possiede diverse proprietà, una delle più importanti è quella di garantire l’equilibrio ottimale tra Omega 3 e Omega 6 e in natura nessun altro olio è in grado di garantire una tale proporzione ottimale. L’olio di canapa possiede:

  • acido linolenico
  • amminoacidi
  • sali minerali
  • vitamine del gruppo A, B e C
  • fitosteroli
  • cannabinoidi

Queste due ultime proprietà sono quelle soggette a studi scientifici, secondo alcune ricerche la presenza di queste sostanze nell’olio di canapa garantirebbe un potenziamento delle difese immunitarie dell’organismo e uno sviluppo maggiore delle facoltà cognitive.

L’olio di canapa sarebbe efficace anche nel trattamento di patologie antinfiammatorie, anche nei bambini. Prima di azzardare conclusioni attendiamo prima che la ricerca getti base certe sul potenziale effettivo e veritiero dell’olio di canapa. I benefici di questo olio invece sono agli occhi di tutti. Vediamoli insieme.

Benefici dell’olio di canapa

L’olio di canapa viene impiegato per i suoi benefici anche nell’ayurveda, assumere 1 cucchiaino al giorno (crudo) di questo olio significa prevenire numerosi problemi e assumerlo nelle dosi massime di 3 cucchiaini al die (distribuiti nell’arco della giornata) apporterebbe benefici nei seguenti casi:

  • disturbi muscolari e articolari
  • artrosi
  • patologie autoimmuni come il Morbo di Crohn
  • riduzione di colesterolo e trigliceridi nel sangue
  • problemi della pelle come acne e psoriasi
  • problemi delle vie respiratorie
  • asma
  • infezioni della vescica
  • problemi al fegato
  • squilibri ormonali nella donna
  • sindrome premestruale
  • cosmesi: l’olio è utile per nutrire la pelle e mantenerla levigata e tonica grazie alla presenza di proteine, vitamine e acidi grassi insaturi
  • sistema nervoso: in particolare viene impiegato per chi ha deficit di memoria e concentrazione

L’olio di canapa sarebbe un ottimo rimedio anche per trattare la micosi delle unghie e la salute dei capelli. L’olio do canapa, grazie alla presenza delle vitamine, viene impiegato per capelli secchi e sfibrati. Nutre il capello e gli dona corposità e lucentezza.

Basta applicare l’olio direttamente sul capelli umidi dopo lo shampoo, lasciare in posa per qualche minuto come fosse una maschera e risciacquare abbondantemente con acqua tiepida.

Dove trovare l’olio di canapa

L’olio di canapa è reperibile nelle migliori erboristerie e negozi biologici. Una volta acquistato è molto importante la conservazione. L’olio deve stare al riparo da luce e fonti di calore, oltre che ben chiuso ermeticamente. I contenitori dove conservarlo dovrebbero essere di vetro e di colore scuro. Alcuni lo conservano anche in frigo.

Controindicazioni dell’olio di canapa

L’olio di canapa non ha particolari effetti collaterali, ovviamente non può prescindere da una prescrizione medica e da consigli di un esperto per la sua assunzione. Gli unici aspetti negativi riguardano il contenuto di Thc dell’olio di canapa, tossico, anche se le sue quantità sono davvero minime.

Non superare le dosi consigliate e soprattutto ricordare che l’olio di canapa può far risultare positivi ai test anti-droga, per questo motivo munitevi sempre di una ricetta medica per giustificarne la presenza in casa.