Padleti: le frittelle di castagne per Pasqua

A Pasqua tutti ci dilettiamo in pranzi e dolci della tradizione. Uova pasquali, pastiera napoletana, colomba sono solo alcuni dei cibi presenti sulle nostre tavole nel giorno di Pasqua. Oggi vi vogliamo proporre una ricetta facile e gustosa tradizionale della Toscana: i padleti. Vediamo insieme come prepararli in casa.

Origini

Nella parte alta della Toscana, Lunigiana, è tradizione pasquale preparare dei dolci tipici: i padleti. Si tratta di frittelle di farina di castagne perfette da usare come antipasto o come stuzzichino nel giorno di Pasqua.

Si può dire che le castagne hanno sfamato i contadini della zona per generazioni e ancora oggi la farina ricavata da questi frutti è molto apprezzata e utilizzata per realizzare torte, primi piatti, dolci. E’ una zona, infatti, molto ricca della presenza di castagni.

Ingredienti

Per preparare i padleti servono pochi ingredienti e prepararli è davvero semplice. Occorrono:

  • Farina di castagne 300 grammi
  • Acqua 500 ml
  • Sale un pizzico
  • Olio extra vergine d’oliva o olio per friggere

Preparazione

Prendere una ciotola e mescolare lentamente la farina di castagne in acqua ( magari aggiungendo anche un po’ di latte) per avere un composto più omogeneo.

Il composto deve risultare fluido, se vedete che è denso aggiungere dell’acqua e continuare a mescolare. Aggiungere il sale e continuare a mescolare.

Nel frattempo mettere l’olio in una padella e farlo scaldare. Quando è ben caldo versare un mestolo di pastella prepararlo precedentemente e cuocere su entrambi i lati. Toglierli quando sono dorati.

I padleti sono pronti per essere gustati, la tradizione toscana li vuole accompagnati da ricotta. Ma voi potete mangiarli come volete, usando anche la vostra fantasia culinaria. Buon appetito e Buona Pasqua.





Condividi con un amico