Come fare la pelle di frutta?

Stai cercando uno snack salutare e allo stesso tempo delizioso? Se pensi che l’abbinamento tra una merenda golosa è allo stesso tempo poco calorica, sia pura utopia forse non hai mai sentito parlare della pelle di frutta, un tipo di snack gustoso e poco calorico da preparare facilmente e poter consumare tutto l’anno. La pelle di frutta, darà ai vostri spuntini tutto un altro sapore e vi consentirà di mantenere un tipo di alimentazione più equilibrata senza avvertire inutili sensi di colpa aver mangiato snack troppo calorici dopo un improvviso attacco di fame.

Inoltre, la pelle di frutta, vista anche la forma simpatica costituisce un ottimo espediente per far mangiare la frutta ai propri bambini, stimolando la loro curiosità e la loro inventiva.
Infine, questo modo di consumare la frutta permette di evitare inutili sprechi e consente di consumare in maniera alternativa la frutta in eccesso soprattutto a chi possiede alberi di frutta in giardino e a chi non resiste alla tentazione di acquistare al mercato intere cassette. In questo caso, se la preparazione di una confettura di marmellata fatta in casa, costituisce una valida soluzione per consumare la frutta avanzata, la preparazione della fruit leather, come la chiamano gli inglesi, appare un’alternativa più interessante, più divertente e più semplice da preparare.

Altro punto di forza a favore di questo snack sfizioso e cool, è costituito dal basso apporto di zuccheri contenuti al suo interno, aspetto che rende la pelle di frutta più sana e meno calorica, può inoltre essere consumata facilmente in qualsiasi luogo, dal momento che può essere messa all’interno di un launch box o di un sacchetto da portare sempre dietro senza nessun ingombro e senza sporcarsi.

Origini della pelle di frutta

L’invenzione di questo delizioso snack si deve ai popoli appartenenti al Medio Oriente, i quali hanno creato un metodo originale al fine conservare la frutta per un lungo periodo e consumarla durante tutto l’anno.
Vediamo subito come cucinare la pelle di frutta e servire in modo divertente e nuovo la frutta ai vostri bambini e ai vostri ospiti.

Come preparare la pelle di frutta

La preparazione della pelle di frutta è molto semplice e non richiede particolari doti culinarie o abilità in cucina. Per la sua preparazione, è possibile utilizzare differenti tipi di frutta singolarmente oppure assieme: per prima cosa eliminate la buccia, poi tagliate la frutta a pezzi e frullatela aggiungendo un po’ d’acqua, di succo di limone e di cannella o noce moscata. Se in casa non avete un frullatore, potete anche procedere bollendo la frutta per circa 15 minuti per poi ridurla facilmente in poltiglia con l’aiuto di un cucchiaio o di un mixer da cucina.

Se volete ottenere un composto più denso potete utilizzare i due metodi in combinazione, avvalendovi prima del frullatore e procedendo poi con la bollitura, in modo che la purea si addensi ulteriormente.
Dopo aver ridotto perfettamente la frutta in poltiglia, per rendere il tutto ancora più delizioso potete aggiungere un po’ di zucchero, di miele o zenzero.

Il vostro composto è ora pronto per essere sottoposto a cottura: prendete una teglia ricoperta da carta da forno e spalmateci la frutta sopra, badando che lo spessore sia di circa 3-4 millimetri, infornate il tutto ad una temperatura di 80° e attendete circa 12 ore, fino a quando la frutta non è trasformata in un foglio asciutto. Visti i lunghi tempi di cottura  vi suggeriamo di preparare la frutta di sera in modo da tenerla in forno tutta la notte.

Una volta che il processo di cottura è finalmente terminato, tagliate il foglio a strisce e arrotolate le strisce su se stesse per rendere il vostro snack una goduria anche per gli occhi.

Ecco la video ricetta

Come conservare la pelle di frutta?

La pelle di frutta può essere conservata in frigorifero per diversi mesi senza perdere le sue proprietà nutrizionali oppure può essere anche congelata, in modo da poter essere conservata per periodi ancora più lunghi.

Condividi con un amico