Perchè dovresti lasciare una cipolla aperta sul comodino?

cipolla sul comodino

La cipolla è senza dubbio uno degli alimenti più usati in cucina e si può preparare in svariati modi. Ma forse non tutti sono a conoscenza di un suo particolare modo di utilizzo per valorizzare alcune delle sue più importanti proprietà benefiche.

Il rimedio della nonna: lasciare una cipolla aperta sul comodino

Si tratta di un vecchio rimedio che però potrebbe avere proprietà interessanti per la cura degli stati influenzali e della tosse. Semplicissimo da provare, non si deve fare altro che tagliare in due un paio di cipolle e metterle sul comodino vicino al nostro letto prima di coricarci.

Alcuni aggiungono anche un po’ di acqua calda per facilitarne la diffusione degli aromi nell’aria. Gli effluvi della cipolla infatti, possono essere d’aiuto grazie alle loro proprietà antibatteriche e antinfiammatorie.

Si ritiene persino che possa assorbire i batteri presenti nell’aria, filtrandola dalle impurità e facilitando quindi una sana respirazione durante la notte. Funziona? Chi ci ha provato giura di si. E a parte forse l’odore di cipolla nella stanza, non ha contro indicazioni.

Altri rimedi naturali con la cipolla

Non è però l’unico modo in cui possiamo sfruttare le proprietà della cipolla per affievolire i sintomi di uno stato influenzale o della tosse. Ci sono diversi rimedi naturali in cui possiamo utilizzarla:

  • Impacco – Ottimo per liberare le vie respiratorie dal catarro, basta cuocere la cipolla tagliata per un paio di minuti per poi avvolgerla in uno straccio di cotone da applicare direttamente su petto per una mezz’ora almeno.
  • Decotto – Ancora più efficace contro la tosse (oltre che per lenire i fastidi influenzali in genere), è invece la preparazione di un buon decotto di cipolla. Per prepararlo basta bollire per una decina di minuti della cipolla tagliata a pezzetti, per poi filtrarla e lasciarla un po’ raffreddare. Magari aggiungendo anche un po’ di miele per addolcirla e per sfruttare anche le sue proprietà benefiche.
  • Master Tonic – Antico rimedio medioevale, si è tramandato fino ai giorni nostri come toccasana per il raffreddore. Non molto usato ormai a causa del suo sapore molto forte, visto che all’interno troviamo un mix di cipolla, aglio, zenzero, peperoncini e mele. Date le proprietà degli ingredienti usati però, la combo potrebbe effettivamente essere molto utile.
  • Zuppa – Un classico tra i piatti della nostra tradizione. In questo caso gusto e benefici vanno di pari passo e ci sono tantissime ricette in merito, a seconda della zona di appartenenza. Di certo fa bene ed è buona, per cui una prova la si può fare a prescindere.

La cipolla si conferma quindi come estremamente utile e malleabile per l’utilizzo contro gli stati influenzali di vario genere, oltre a essere economica e facilmente reperibile ovunque.

Infine una curiosità: se utilizzate in casa la cipolla per preparare uno di questi rimedi, non buttate la buccia, perchè potrebbe esservi altrettanto utile per altre interessanti preparazioni benefiche!

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.