Sesso in gravidanza, cosa comporta a livello fisico?

Abbiamo già parlato della sessualità in gravidanza sotto l’aspetto psicologico e del tabù che può rappresentare in molte coppie, oggi ne affrontiamo l’ aspetto fisico.

Fare sesso durante il periodo di gravidanza non è un pericolo, anzi…! Il feto è ben protetto nel sacco amniotico, ammortizzato e isolato accuratamente da un tappo mucoso che sigilla la cervice e quindi, in nessun modo il pene può toccarlo direttamente durante il rapporto sessuale. Non avverte nemmeno gli eventuali forti scossoni, al massimo fluttua nel liquido amniotico e non sente alcun dolore. Nell’ultimo periodo di gestazione inoltre, l’atto sessuale può avere un effetto benefico al collo dell’utero che, come il feto, è molto robusto, è provvisto del tappo mucoso impermeabile agli spermatozoi, e viene in tal modo preparato a livello muscolare al parto.

L’atto sessuale poi, mette naturalmente in circolo ormoni che sono fondamentali per una buona gravidanza: ossitocina, derivante dalla stimolazione dei capezzoli, endorfina (l’ormone del benessere) e la già citata prostaglandine, presente nello sperma ed essenziale per le contrazioni e la dilatazione dell’utero (le contrazioni che la donna può avvertire durante e dopo l’orgasmo, non sono assolutamente contrazioni da travaglio: sono brevi e induriscono leggermente l’utero, ma passano velocemente). Inoltre, i muscoli pelvici ricevono più sangue e la placenta più ossigeno.


Kijimea Colon Irritabile 84cps
PHARMAFGP - Salute e Bellezza
75,40 EUR
RUBAX ARTICOLAZIONI 30 BUST
Pharmafgp - Salute e Bellezza
44,65 EUR

L’unico accorgimento che si può suggerire è quello di essere delicati durante l’atto sessuale: soprattutto nei giorni in cui la donna avrebbe dovuto avere le mestruazioni, l’utero può avvertire delle contrazioni che, se la stimolazione sessuale fosse troppo violenta, potrebbero accentuarsi.

Attenzione poi, a non comprimere la pancia; nei giorni immediatamente prima al parto, può facilitare il sopraggiungere del travaglio, ma solo se il corpo è già pronto e predisposto ad esso e la gravidanza è giunta a termine (diciamo che “anticipa i tempi”). La sostanza contenuta nello sperma (la prostaglandina) è la stessa utilizzata in sala parto per indurre il travaglio quindi, con l’orgasmo si può stimolare l’arrivo delle doglie.

Le posizioni più adatte in gravidanza

Ecco alcune posizioni sessuali che potete sperimentare, soprattutto quando il pancione diventa ingombrante… e magari scoprirete nuovi orizzonti inaspettatamente molto graditi!

Scholls Trattamento per le micosi delle unghie
  • La micosi ungueale è causata da un fungo che si insinua sotto la superficie dell'unghia e può essere contratta attraverso il contatto con calze, scarpe, superfici e collant.
  • Il Trattamento micosi dell'unghia di Dr Scholl è indicato per eliminare le possibilità di proliferazione dei funghi, agendo sul ph dell'unghia.
  • Si consiglia di eseguire il trattamento se il disturbo non persiste da un lungo periodo e non interessa tutta l'unghia; in quel caso è bene consultare un medico.
  • L'efficacia di prevenzione dura 9 mesi, proteggendo anche da recidive. L'unghia appare meno scolorita al termine del trattamento micosi dell'unghia.
  • Lei sta sopra, seduta a cavalcioni sull’uomo sdraiato oppure entrambi in ginocchio con l’uomo dietro (il peso viene caricato sulle braccia e non sulla pancia)
  • Lei seduta sopra, con la fronte o la schiena rivolta al partner (può controllare la profondità della penetrazione). Con la schiena rivolta al partner, la penetrazione non è profonda e si stimola il punto G
  • A quattro zampe, il partner dietro in ginocchio (il peso viene gestito sulle braccia)
  • Sdraiati, su un fianco (a cucchiaio), lui dietro (possono entrambi flettere le gambe o lei può comodamente sollevarle)
  • Sdraiate a pancia in su, con le ginocchia piegate e i piedi sul bordo del materasso (oppure i piedi appoggiati per terra) e il partner in ginocchio o in piedi di fronte
  • Sdraiata a pancia in su e l’uomo sopra: attenzione per l’uomo, deve allentare il suo peso con le braccia.

I casi in cui evitare rapporti

I casi controindicati per fare sesso durante la gravidanza, sono indicati direttamente dal medico o ginecologo: se vi sono state minacce d’aborto, sanguinamenti senza cause, rischi di parto prematuro, dilatazione del collo dell’utero eccessiva, infezioni, perdite di liquido amniotico, presenza di feti multipli (gemelli), placenta previa che potrebbe staccarsi.

A parte queste situazioni specifiche, è assolutamente da evitare per chiunque donna incinta, il sesso orale in cui l’uomo soffia all’interno della vagina (potrebbe verificarsi un embolo) e qualsiasi rapporto con partners sconosciuti, che potrebbero essere infetti da malattie sessualmente trasmissibili o infezioni: sia la madre sia il bimbo, in entrambe le evenienze, sarebbero seriamente in pericolo.