Le proprietà dello zenzero!

zenzero

Dall’Estremo Oriente, ci è arrivata una pianta erbacea perenne che viene chiamata zenzero (zingiber officinalis) e pare una canna con degli rizomi notevoli tuberosi, molto aromatici.

Appartiene alle “droghe” appunto per il rizoma, che gli dona un profumo particolare ed un sapore tendente al piccante. Se nei banchi in commercio lo troviamo al naturale, con la cuticola esterna, è lo zenzero grigio; se il rizoma è decorticato, è lo zenzero bianco.

Negli ultimi anni, si è diffuso molto anche in Occidente come ottima spezia da cucina, stimolante ed aromatizzante: la troviamo così nella liquoreria e nelle bibite dissetanti (chi non conosce il Ginger?), nella birra e nella produzione di confetture e frutta candita, nei biscotti, nelle focacce e crackers, negli sciroppi, nel thè e, come spezia, nei piatti di carne come condimento o nella salsa.

A tal proposito, vi proponiamo di utilizzarlo anche come condimento per la pasta: basta riscaldare lo zenzero grattugiato con uno spicchio d’aglio piccolo e un po’ di olio extravergine di oliva… provatelo, e vi innamorerete del profumo e del gusto del vostro primo piatto allo zenzero!

La radice la potete usare fresca (modo ottimale e consigliato) o in polvere: nel primo caso, lo zenzero non perde il suo aroma nella macinazione e con il tempo ed è sufficiente conservarlo in un luogo asciutto, fresco e al buio; nel secondo caso, la polvere è ugualmente efficace anche se con un sapore meno pungente. Molto famosa è anche la tisana miele zenzero e limone!

Questa radice però, non è solo un’ottima compagna della cucina, anzi… Lo zenzero è un vero e proprio potente stimolante perché contiene sostanze come la gingerina, lo zingerone, l’olio essenziale, le resine e le mucillaggini, che lo annoverano come importante radice dalle proprietà medicali.

Fin dall’antichità infatti, lo zenzero veniva usato in medicina ed anche oggi, dopo specifici test di laboratorio, si sono verificate scientificamente le proprietà e i benefici che apporta al corpo.

Ovviamente questi rimedi naturali non sono assolutamente un sostituto per un consulto medico o una cura per patologie serie. In questo caso meglio affidarsi a un professionista che conosce il vostro quadro clinico e può valutare controindicazioni o allergie.

Zenzero per digerire e per bruciore e acidità di stomaco

Rimedio per i problemi di digestione, nei casi di coliche, dispepsie e iperacidità gastrica, in quanto riesce ad agire su tutto l’apparato digerente quando si verifica inappetenza, digestione lenta o difficoltosa (soprattutto delle proteine e dei carboidrati), flatulenza, meteorismo e gonfiore intestinale (per le sue proprietà carminative).

Regola difatti l’attività peristaltica, ossia quel movimento ondulatorio dei muscoli dell’intestino che consente al cibo di scivolare nel canale intestinale e, di conseguenza, l’eliminazione degli scarti con le feci, e favorisce la formazione della flora batterica: ciò lo rende assai utile nei casi di diarrea e di stipsi

  • Antiemetico, è ottimale per contrastare ed eliminare la nausea ed vomito in gravidanza e da mal d’auto (masticare all’occorrenza un pezzettino di radice fresca)
  • Antiossidante
  • Antispasmodico

Antinfiammatorio, in quanto allevia i sintomi dell’infiammazione gastrica, previene la formazione di ulcere (se si stanno assumendo farmaci antinfiammatori non steroidei) e ha una gran capacità decongestionante (viene utilizzato infatti, per preparare colliri per allergie, per blefariti e come igienizzanti e rinfrescanti per gli occhi). è efficace in caso di reumatismi, ulcera, gastrite, mal di testa, mal di denti, affaticamento e perdita di memoria (se usato regolarmente come condimento), dolori muscolari e articolari (studi hanno dimostrato che la sua azione è paritaria a quella dei FANS (es. l’aspirina), senza però gli effetti collaterali che comportano questi medicinali)

  • Anticoagulante, quindi migliora la circolazione sanguigna
  • Ipocolesterolemizzante, poiché stimola la conversione del colesterolo in acidi biliari e diminuisce quindi la sua concentrazione nel sangue

Antivirale, in quanto accelera la guarigione da influenza, da raffreddamento e fa diminuire la febbre: fa allontanare infatti il freddo penetrato negli strati superficiali del corpo, mediante la traspirazione (azione diaforetica che elimina i brividi e il tipico “freddo nelle ossa”) e, con l’infuso di zenzero, aiuta  a liberare il naso e tratta la tosse da catarro bianco e fluido nel torace. E’ molto usato nei casi di sinusiti, faringiti, laringiti, polmoniti, tracheiti, asma e bronchiti

Termo genico, perché produce calore e fa bruciare calorie: ottimo dunque per chi deve perdere peso! E’ sufficiente masticare un pezzettino di radice fresca di zenzero più volte al dì: le sostanze acide della radice stimolano gli enzimi gastrici e fanno aumentare il metabolismo del corpo (più è alto e più si bruciano calorie)